5 aprile 2017 - 17:17 pm Pubblicato da

 

Qualcuno… ma non ricordo chi, sosteneva qualche tempo fa, che la situazione ghiacci nell’Artico era  una prova palese del Riscaldamento Globale Antropico e che ormai i ghiacci in artico si stavano sciogliendo a ritmi mai visti prima. E come prova di ciò c’erano le temperature sopra il Polo Nord notevolmente più alte della media… chiaro sintomo che il mondo si sta riscaldando.

A quanto pare, però, al mondo non gliene frega nulla di ciò che sostengono i fedelissimi dell’AGW… perché, a quanto pare, la situazione è differente!

Lo SnowCover del 2017 è maggiore rispetto a quello del 2016 e 2014… ma di poco inferiore a quello del 2015.

L’estensione dei ghiacci artici del 2017, invece, nel comparto Atlantico è maggiore rispetto al 2016 e 2015 mentre è simile al 2014. Nel comparto del Pacifico, invece, è minore rispetto al 2015 e 2016 e simile al 2014.

 

Alla fine, tirando le somme… non c’è tutta questa ENORME differenza sbandierata ai 4 venti dai soliti noti.

 

Le immagini e i dati parlano chiaro.

Buona serata
Bernardo Mattiucci
Attività Solare

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(Ancora nessun voto)
Loading...
  • Gianfrancesco Notari

    Se facesse freddo, se aprendo la finestra uno potesse riscontrare in prima persona temperatura in media o sotto media i fedelissimi dell’AGW verrebbero considerati alla pari degli altri; il problema che aprendo la finestra ci sono 5-6 gradi sopra la media, che, almeno in Emilia, non piove da mesi, che le piante non germogliano con forza perché c’è troppa penuria d’acqua; questi sono dati, non parole; spero in primavere abbondanti d’acqua, in estate calde di giorno, e un po’ ventilate di notte (azzorre), nei temporali di fine agosto, nelle nebbie e nelle pioviggini di novembre, e nella neve di inverno. Ma qui, è sempre e solo anticiclone. Non sarà AGW, sarà qualcosa d’altro, ma poco mi importa perché non mi piace comunque.

    • 5-6° sopra la media? Quindi dove abiti tu di giorno si superano i 30° e di notte non si scende mai sotto i 15°? Ne sei proprio sicuro? No, perché a me risulta tutt’altro!

      Non piove neanche qua… ma le cause sono di tutt’altra natura.
      Come lo sono quelle che hanno fatto sì che negli ultimi 30 anni circa ci siano state temperature mediamente più alte del normale.

      Il problema però è uno….: a te interessa CAPIRE quali siano le cause… o vuoi sono fare il FIGO parlando di AGW senza sapere di cosa stai parlando?

      Perché noi le cause le abbiamo spiegate per tempo. Come abbiamo e stiamo tutt’ora spiegando il perché si sta andando verso il freddo.

      La nostra unica colpa, se ti può interessare, è che lo stiamo facendo con anni di anticipo rispetto alla massa. Esattamente come con 10 anni di anticipo parlavamo di un ciclo 24 debole e di un 25 quasi assente (vedrai che sarà così). E sempre, con anni di anticipo, annunciavamo l’aumento dello snowcover… e del raffreddamento alle medio-alte latitudini… con possibili rialzi termici da HP al polo.

      Ma vabbè…

      …vuoi mettere parlaredi AGW… mediaticamente ed economicamente quanto è più vantaggioso!!!!

      Bernardo

    • Rispondo al commento che hai (penso involontariamente) cancellato invece di inviarlo.

      Quando eri bambino tu lo ero, penso, anche io. Sono passati da allora 30 anni, giusto? Forse anche qualcuno in più.
      Ed è vero ciò che dici… ma quello che ignora la stragrande maggioranza della gente che crede al Riscaldamento Globale più o meno antropico, è che esistono dei CICLI CLIMATICI ben precisi… che durano circa 30 anni. L’indice che li “misura” è l’AMO… che ha una ciclicità completa di circa 60 anni. Ovvero alterna 30 anni circa di fase POSITIVA, durante la quale le temperature in Europa aumentano, e 30 anni di fase NEGATIVA, durante la quale le temperature in Europa si scendono.

      Durante la fase POSITIVA i ghiacci artici DIMINUISCONO in quanto le correnti termoaline (di cui la Corrente del Golfo rappresenta solo un tratto) sono forti e trasportano molto calore nei pressi del Polo Nord (in realtà tra le Svalbard e la Siberia). Durante la fase NEGATIVA, i ghiacci artici AUMENTANO in quanto le correnti termoaline non riescono a completare l’intero percorso.
      Si da il caso che a cavallo tra la fase POSITIVA e quella NEGATIVA, com’è oggi, si ha un’estensione dei ghiacci ancora limitata e le temperature sono ancora molto alte in quanto il calore accumulato dagli oceani in 30 anni, viene rilasciato in modo graduale.
      A cavallo tra la fase NEGATIVA e quella POSITIVA, invece, si ha la condizione diametralmente opposta… ovvero elevata estensione dei ghiacci artici e temperature basse.

      Tu, io, e tantissime altre persone, hanno vissuto la loro infanzia a cavallo tra la fase NEGATIVA e quella POSITIVA dell’indice AMO.

      Questo è quanto.

      Sono milioni di anni che il ciclo si ripete più o meno costantemente… e non vi è nulla che possa far cambiare la ciclità a questo indice. Chiunque sostenga che l’aumento della temperatura registrata negli ultimi 30 anni (di cui 10 di aumento e 20 di stasi) è dovuta alle emissioni antropiche, mente sapendo di mentire.

      Tutto è spiegabile unicamente dall’attività solare e dalle varie ciclicità climatiche.

      Bernardo

      • Sandro

        Quindi ora in che fase siamo? positiva o negativa?

        • E’ finita quella positiva e stiano entrando in quella negativa. L’indice in questo periodo oscilla intorno alla neutralità…

    • freddicruger

      Va meglio ora?
      Meteo Alpi: nevicate sotto i 1000m e gelate fino al fondovalle, altra NEVE in arrivo
      E’ praticamente Inverno sulle Alpi, dove sta nevicando più in questi giorni che a Gennaio
      https://www.3bmeteo.com/giornale-meteo/meteo-alpi–nevicate-sotto-i-1000m-e-gelate-fino-al-fondovalle–altra-neve-in-arrivo-144636