image_pdfimage_print

Ripubblicato da NoTricksZone 28 Luglio 2022

Di  P. Gosselin 

Oggi osserviamo le calotte polari per il quale i catastrofisti del riscaldamento globale ne avevano previsto la fusione, quindi il collasso. Ad esempio, Al Gore aveva previsto la sparizione estiva dell’Artico entro il 2014.

Pubblicità

Mentre la CO2 ha avuto un incremento, il ghiaccio marino artico è AUMENTATO negli ultimi dieci anni

Ma non è finita qui, abbiamo una grande sorpresa. Per prima cosa esaminiamo l’estensione del ghiaccio marino artico fino a questo momento dell’estate. È scomparso come diceva Al Gore?

Fonte:  Estensione del ghiaccio marino di Vishop Artico

Al contrario, gli ultimi dati mostrano che il ghiaccio marino artico è ancora molto presente e attualmente risulta al di sopra della media dell’ultimo decennio. Il nostro amico Snowfan riporta qui:

Il grafico di Vishop mostra che le aree di ghiaccio marino artico (estensione, linea rossa) il 2 luglio 2022 sono cresciute rispetto ad alcuni anni precedenti e al di sopra della media degli ultimi 10 anni (linea tratteggiata blu scuro): non c’è nulla di più che le ridicole fantasie di fusione del ghiaccio dei due baroni menzogneri del clima: John Kerry e Al Gore, che avevano previsto nel 2009 un’estate artica senza ghiaccio nel 2014, se le emissioni globali di gas serra non fossero state drasticamente ridotte.

Il contenuto di CO2 nell’atmosfera globale della Terra è costantemente aumentato da circa 380 ppm nel 2009 a oltre 420 ppm del 2022, portando un ulteriore inverdimento della Terra. L’aumento dei livelli globali di CO2 nell’atmosfera terrestre è stato accompagnato dalla crescita delle aree di ghiaccio marino artico e da una forte crescita delle masse di ghiaccio della Groenlandia quest’anno”.

Che sviluppo imbarazzante per Al Gore e la ristretta cerchia di scienziati del consenso.

L’Antartide continua la tendenza al rialzo del ghiaccio marino nel lungo termine.

Osservando il ghiaccio marino dell’Antartide, vediamo anche una tendenza alla crisi zero quando si tracciano i dati dell’Agenzia meteorologica giapponese (JMA):

Grafico prodotto da KiryeNet. Fonte dati: JMA

La media annuale per l’Antartide è leggermente aumentata da quando è iniziata la misurazione satellitare nel 1979. Non vi è alcuna crisi di fusione dei ghiacci polari in questo momento. Questo è umiliante per gli sciacalli del clima.

Fonte : WUWT

Pubblicità