18 Dicembre 2018 - 20:13 pm Pubblicato da
image_pdfimage_print

Di P. Gosselin – 15 dicembre 2018

L’Istituto europeo per il clima e l’energia (EIKE) ha pubblicato qui degli estratti di un video di un’audizione parlamentare tedesca sui cambiamenti climatici nel Parlamento federale tedesco con lo scienziato Anders Levermann e il fisico atmosferico Prof. Nir Shaviv del Potsdam Institute for Climate Impact Research (PIK) dell’Università ebraica a Gerusalemme.

L’udienza doveva esaminare la controversia sui cambiamenti climatici, con il partito di opposizione AfD che metteva in dubbio la posizione allarmista tenuta dal governo tedesco.

In totale l’udienza è durata circa 2 ore, ma EIKE ha fortunatamente fornito una versione condensata di 16 minuti con i punti più importanti.

Come previsto, Levermann ha affermato all’allarmista e attivista del PIK che la fisica su cui si basa la teoria del riscaldamento globale è “solida come una roccia” e che un raddoppio di CO2 indubbiamente porterebbe la temperatura ad aumentare di 3 °C. Quindi secondo Levermann ha affermato che la scienza è stata risolta.

Nessuna prova … dubbia anche la mazza da hockey

Al minuto 1:40, Shaviv ha risposto dicendo che “non ci sono prove scientifiche che dimostrino che il CO2 abbia un grande impatto sul clima” e che gli argomenti usati dall’IPCC per dichiarare il contrario “sono perlomeno difettosi”.

Poi aggiunge “Oggi sappiamo che la mappa del bastone da hockey è costituita da “dubbia scienza”.

L’IPCC ignora il sole

Il Prof. Shaviv afferma anche ai membri del parlamento tedesco che l’IPCC si rifiuta di riconoscere il potente ruolo del sole nel guidare il clima e il tasso di aumento del livello del mare. “Il sole ha contribuito a più della metà del riscaldamento”.

Al minuto 3:40 Shaviv afferma che la sensibilità climatica della CO2 è in realtà solo 1 – 1,5 °C per un raddoppio di CO2, molto meno rispetto alla figura suggerita dal Levikann di PIK.

I modelli sono difettosi

Levermann ha poi risposto bruscamente (5:05) con un insulto, definendo “assurdità” le affermazioni non allarmistiche di Shaviv.

Ma Shaviv ha risposto al fuoco (6:10), ricordando che c’è molta letteratura scientifica a sostegno del sole essendo un driver importante e che i modelli climatici dell’IPCC sono difettosi e sbilanciati.

Al minuto 7 Levermann afferma che la temperatura globale è aumentata di 0,2 °C negli ultimi 2 decenni “in appena un breve” periodo, ma senza (furbescamente) menzionare il naturale evento oceanico di El Nino avvenuto. Ha poi affermato di aver già confutato tutti i punti sollevati dagli scettici.

Da 15,0 °C nel 1850 a 14,8 °C di oggi?

Un momento interessante è arrivato all’ottavo minuto quando un parlamentare ha chiesto a Levermann su quale temperatura di riferimento preindustriale l’IPCC stava lavorando. Il parlamentare Dr. Kraft ha chiesto a Levermann quale fosse esattamente la temperatura globale prima dell’industrializzazione, circa 150 anni fa. Secondo Levermann, era “di circa 15 °C”, il che implica che la temperatura globale di oggi è superiore a 16 °C. A questo punto il parlamentare Hilse (8:40) ha osservato che “il WMO, la NASA e il NOAA hanno dato 14,8 °C come temperatura media globale nel 2016”. Secondo il parlamentare Hilse:

Quindi, se Herr Levermann, dice il giusto, questo significa che la temperatura è diminuita di 0,2 °C.”

Levermann ha poi riferito ai parlamentari che il fatto che il CO2 provoca il riscaldamento è sicuro quanto la caduta di oggetti gravitazionali, e ha chiamato tutto ciò che ha detto Shaviv “tutto merda” (9:30).

La sensibilità alla CO2 diminuisce rapidamente

Al minuto 9:50 Mark Levermann chiarisce che il raddoppio del CO2 porta a solo 1,1 °C di riscaldamento, ma che il riscaldamento aggiuntivo deriverà dal feedback del vapore acqueo. Insiste affermando che qui vi è poca incertezza. Tuttavia, EIKE sottolinea che il range dell’IPCC contiene un alto grado di incertezza: da 1,5 °C a 4,5 °C e che non c’è nulla di certo nella scienza.

Recentemente gli scienziati hanno ridimensionato l’effetto di riscaldamento della CO2, EIKE mostra:

EIKE presenta la tabella sopra riportata per mostrare come gli scienziati più importanti hanno scalato le loro stime sulla sensibilità al clima del CO2 nel corso degli anni, che oggi è ben al di sotto delle dichiarazioni di Levermann di 3,0 °C per il raddoppio. cropped at 13:12.

Stranamente al minuto 11:15, lo scienziato del PIK afferma che la molecola di CO2 è a forma di V. Tuttavia, è noto che è una molecola diritta (11:50).

Il Prof. Shaviv: “Nessuna prova che grandi cambiamenti di CO2 portano a grandi cambiamenti della temperatura”

Alla fine Shaviv contesta l’affermazione di Levermann che la scienza è “solida come una roccia”, osservando che i modelli trascurano fattori come le nuvole e che ci sono numerosi studi che dimostrano che l’impatto della CO2 sulla temperatura è molto più modesto di quanto si creda.

Shaviv riassume:

“Non c’è alcuna prova che grandi cambiamenti di CO2 portino a grandi cambiamenti della temperatura”.

Nel complesso, EIKE ha definito il dibattito dinanzi al comitato parlamentare una “debacle per gli allarmisti climatici”.

Fonte: No Tricks Zone

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(14 voti, media: 4,86 su 5)
Loading...