20 dicembre 2017 - 16:31 pm Pubblicato da

Di Tim Blair, The Daily Telegraph – 17.12.2017

A meno di un anno dalla presa in carica, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è pronto a eliminare completamente i cambiamenti climatici dalle prime minacce sulla sicurezza nazionale.

È un’innovazione ambientale che dovrebbe guadagnare l’applauso globale a Trump:

L’amministrazione Trump invertirà la rotta dalla precedente politica dell’amministrazione Obama, eliminando i cambiamenti climatici da un elenco di minacce sulla sicurezza nazionale …

Durante la sua campagna di successo, Trump ha deriso la posizione di Obama sui cambiamenti climatici nel contesto della sicurezza nazionale. Ecco un esempio del suo approccio da un discorso elettorale all’ Hilton Head, South Carolina, a fine 2015:

“Quindi Obama parla sempre di riscaldamento globale, che il riscaldamento globale è il nostro problema più grande e più pericoloso, OK? No, no, pensaci. Voglio dire, anche se sei un credente al riscaldamento globale, piuttosto l’ISIS è un grosso problema, la Russia è un problema, la Cina è un problema. Abbiamo molti problemi. A proposito, il maniaco in Corea del Nord è un problema. In realtà ha armi nucleari, giusto? Questo è si un grosso problema …

“Obama sta parlando soltanto di riscaldamento globale – ma sa molto di bufala, è una bufala. Voglio dire, è un’industria che produce soldi, OK? È una bufala, grande. E guarda che voglio chiarire, voglio aria pulita e voglio acqua pulita. Questo è il mio globale – voglio acqua pulita cristallina e voglio aria pulita. Questo possiamo farlo, ma tutto questo non deve distruggere le nostre attività”.


Indomitable Snowman, PhD, semplicemente nota: “Bene.” E in altri sviluppi sul cambiamento climatico:

Le temperature in riscaldamento causate dai cambiamenti climatici sono destinate a indebolire l’energia eolica nell’emisfero settentrionale, come dimostra uno studio, riducendo la quantità di energia eolica prodotta per i parchi eolici.

Tuttavia, l’emisfero meridionale vedrebbe un aumento del vento, che potrebbe potenzialmente trasformare l’Australia nord-orientale in un investimento interessante per le compagnie energetiche.

Il Professor Kris Karnauskas, del laboratorio Oceans and Climate Lab dell’Università del Colorado, ha lavorato allo studio pubblicato sulla rivista Nature Geoscience, che ha preso una visione globale dell’energia eolica

Lo studio del Professor Karnauskas ha riportato che gli Stati Uniti centrali potrebbero affrontare un calo del 10% dell’energia eolica disponibile entro il 2050.

E entro l’anno 2100, potrebbe arrivare fino al 40%.

L’idea che l’amministrazione Trump potesse usare il rapporto per spingere a un calo degli investimenti nell’energia eolica era qualcosa che il professor Karnauskas ha mostrato nervosismo.

I tagli ai finanziamenti rendono sempre queste persone nervose.

Fonte: The Daily Telegraph

Enzo
Attività Solare

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(10 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...