image_pdfimage_print

Di Joanne Nova – 11 Dicembre 2021

Rafe Champion guest post

Voglio fermarmi qui e parlare di questa nozione del consenso e dell’ascesa di quella che è stata chiamata scienza del consenso. Considero la scienza del consenso come uno sviluppo estremamente pernicioso che dovrebbe essere fermato immediatamente. Storicamente, la rivendicazione del consenso è stata il primo rifugio dei furfanti; è un modo per evitare il dibattito sostenendo che la questione è già risolta. Ogni volta che senti il ​​consenso degli scienziati che concordano su qualcosa o altro, prendi il tuo portafoglio, perché sei stato preso.  Michael Crichton

Il consenso del 97% sul catastrofico riscaldamento climatico indotto dall’uomo è uno dei più grandi colpi di pubbliche relazioni di tutti i tempi, a dimostrazione dell’efficacia della Grande Bugia a fini propagandistici. Il documento di Cook del 2013 è diventato un trampolino di lancio, arrivando strategicamente prima della COP di Parigi, per Barack Obama e John Kerry per ottenere un risultato salva-faccia ma insignificante all’evento. È stata la replica alle e-mail trapelate dall’East Anglia che hanno fatto affondare il Copenhagan COP.

Pubblicità

È diventata la replica “go to” e l’argomento killer in ogni discussione privata e dibattito pubblico: “Sto solo seguendo la scienza”. Commentatori e consulenti del servizio pubblico lo usano per intimidire i politici e il pubblico, anche se praticamente nessuno ha letto l’importantissimo giornale di John Cook e soci, o conosce qualcuno che l’ha letto.

AGGIORNAMENTO: Jo Nova afferma: lo studio fallace di Cook sul “97% di consenso” non è uno studio scientifico, è uno stratagemma di marketing.

Tre compiti

Dobbiamo spiegare come questo giornale offensivo abbia ingannato i lettori acritici. Il mio collega Jeff Grimshaw ha spiegato questo facendo riferimento ai trucchi pubblicitari usati per vendere cibo per gatti. Dobbiamo anche spiegare che i meriti delle teorie scientifiche rivali sono determinati dalla discussione critica e da test rigorosi, non da un’alzata di mano nella comunità scientifica. Ancora un altro compito è capire come sia emersa una cultura scientifica in cui Cook e soci sarebbero stati autorizzati a proseguire il loro lavoro e ci sono molte riviste liete di pubblicare i risultati.

L’articolo non ha alcun contenuto scientifico utile perché non si tratta di scienza, si tratta delle opinioni di un campione di scienziati, interpretate da attivisti verdi e poi affettate e sminuzzate per eliminare o travisare opinioni che non erano accettabili per i ricercatori.

Il passo decisivo è stato quello di annoverare tutti coloro che pensavano che ci fosse il riscaldamento e qualsiasi quantità di influenza umana nella categoria delle persone preoccupate per il riscaldamento. La lettura attenta e la rilettura ripetuta sono necessarie per capire come le informazioni sono state raccolte e manipolate per ottenere quel risultato. Poi è entrato in gioco un trucco dell’industria pubblicitaria per vendere il loro prodotto: “Il 97,1% dei gatti ha apprezzato!”

Nessuno scienziato contesta il riscaldamento perché le discussioni riguardano quanto, in quale periodo e con quale causa, quindi puoi scommettere su un accordo al 100% lì, e allo stesso modo nessun scienziato contesta l’influenza umana (anche se è solo l’effetto dell’isola di calore) e tu puoi aspettarsi il 100% anche lì. Il risultato dovrebbe essere il 100% di consenso su CAGW (la versione rivista) ma il 97,4% ha un suono “scientifico” stranamente rassicurante, non proprio al 100% ma molto preciso!

Le due parti del meme Catastrophic Anthropogenic Global Warming (CAGW): (1) il riscaldamento sarà catastrofico e (2) le attività umane lo stanno guidando.

Entrambi devono essere stabiliti per giustificare trilioni di dollari di spesa in progetti che infliggono enormi danni all’ambiente, come la chemioterapia per il pianeta.

Entrambi! Non solo l’uno o l’altro.

Se il riscaldamento è pericoloso e noi diamo poco o nessun contributo ad esso, allora possiamo fare poco o niente per scongiurare il pericolo.

In alternativa, se il riscaldamento non è pericoloso, l’estensione della nostra influenza è una questione di interesse scientifico, ma non dobbiamo preoccuparcene.

A cominciare dall’andata del doppio. L’argomento del pericolo del riscaldamento è ridicolo perché nessuno può negare in modo credibile il beneficio del riscaldamento negli ultimi 200 anni, e l’avanzata del riscaldamento è stata glaciale negli ultimi tempi.

Per quanto riguarda le emissioni umane di CO2 che dovrebbero guidare il riscaldamento, possiamo rispondere partendo dalla parte bassa della piscina scientifica. La documentazione geologica mostra che alti livelli di CO2 non hanno mai causato un riscaldamento incontrollato. Il livello di CO2 attuale (compresa una piccola frazione dalle emissioni umane) non è affatto vicino ai massimi preistorici. Raddoppiare la CO2 atmosferica dagli attuali 420 ppm, con l’attuale aumento di 2 ppm all’anno, richiederà 200 anni. C’è un ritorno decrescente dalla CO2 aggiuntiva e la maggior parte dell’effetto dell’aumento della CO2 dalla Rivoluzione Industriale è stata esaurita con un grado di riscaldamento da allora. E così via mentre vai verso la parte più profonda della piscina per imparare da Happer e Lindzen sulla fisica atmosferica.

In che modo Cook e soci sono riusciti a indurre le persone a pensare che gli scienziati siano terrorizzati dal CAGW?

Purtroppo molte persone volevano credere che il consenso e una discussione pubblica seria fosse quasi impossibile perché la maggior parte delle persone è scientificamente analfabeta. Ad essere onesti, questo non è un peccato, semplicemente non hanno studiato scienze: non si picchia un cane per inseguire i gatti e non si incolpano i gatti per inseguire i topi. Il peccato di giornalisti, politici e dei loro consiglieri è ignorare le opinioni del numero significativo di scienziati altamente qualificati che non sono allarmati. Potrebbe essere più difficile da quando Steven Koonin è emerso sulla scena, non contaminato da affiliazioni politiche scorrette.

Nel caso in cui la strenua difesa del consenso del presidente Obama non fosse stata sufficiente, sarebbe diventata virale attraverso il Climate Action Network, una coalizione globale di 1500 organizzazioni in 130 paesi dedicata a guidare l’allarme climatico a livello locale e in ogni forma di media. Ci sono 10 nodi regionali e 12 nodi nazionali, inclusa l’Australia, e alcuni anni fa hanno innescato un’offensiva globale per migliorare il linguaggio dell’allarmismo con le linee guida che The Guardian ha annunciato alcuni anni fa: i termini standard sono ora riscaldamento globale e clima crisi così via. Greta Thunberg ha segnalato la nuova lingua nel suo tweet virale

“È il 2019. Possiamo ora chiamarlo tutti per quello che è: collasso climatico, crisi climatica, emergenza climatica, collasso ecologico, crisi ecologica ed emergenza ecologica?”

L’ultima parola è che CAN sta chiudendo alcune parti della rete, presumibilmente perché il suo lavoro è terminato. L’ambientalismo radicale si è evoluto dagli sforzi degli attivisti autofinanziati alle organizzazioni con abbastanza soldi per impiegare lavoratori a tempo pieno a interi dipartimenti governativi come l’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti. Qualcuno ha un elenco di tutte le agenzie in Australia che stanno facendo attivismo per il clima e l’energia a nostre spese?. Potresti iniziare da qui e da qui.

Vendere il consenso e cibo per gatti

Questo è spiegato dal mio co-autore Jeff Grimshaw nel nostro libro di prossima uscita Triggerwarming: A primer per politici e giornalisti e chiunque altro non sappia nulla di scienza del clima.

Considera la frase “Il 97% degli scienziati è d’accordo”? E che ne dici di “otto proprietari su dieci hanno detto che il loro gatto lo preferisce!”? Vi siete mai chiesti da dove vengono questi numeri promozionali? Nella ricerca condotta da John Cook e colleghi di tutto il mondo, c’erano due fasi di raccolta dei dati seguite da alcune analisi molto complicate. È necessario leggere il documento più volte per essere chiari su ciò che hanno effettivamente trovato, distinto dalle loro opinioni personali e da ciò che vogliono che il lettore pensi di aver trovato. Nella prima fase Cook e il team hanno letto gli abstract di circa 12.000 articoli pubblicati sul clima per scoprire se gli autori avevano una posizione su AGW.

” Troviamo che il 66,4% degli abstract non ha espresso alcuna posizione sull’AGW, il 32,6% ha approvato l’AGW, lo 0,7% ha rifiutato l’AGW e lo 0,3% era incerto sulla causa del riscaldamento globale“.

Allora come ha fatto il 32,6% a diventare 97%? Dai un’occhiata alle pubblicità di cibo per gatti per spiegarlo. Come si fa a sapere che otto gatti su dieci preferiscono un particolare tipo di cibo per gatti? Hanno chiesto ai gatti? In realtà, la società ha semplicemente chiesto ai proprietari di gatti se ai loro gatti piaceva il loro cibo per gatti e l’80% ha detto di sì. Così hanno scoperto che ai gatti piace il cibo per gatti che vengono nutriti e, con solo una modesta distorsione dei fatti, l’azienda potrebbe affermare che (quasi) un consenso di gatti piaceva alla loro marca di cibo per gatti. Dopo una denuncia alla UK Advertising Standards Authority, lo slogan è stato cambiato in ” otto proprietari su dieci che hanno espresso una preferenza hanno affermato che il loro gatto preferisce il marchio X.“. Quel linguaggio nasconde tanto quanto rivela (come sono stati selezionati e cosa gli è stato chiesto?)

Riprendendo Cook e soci, nell’abstract del paper si legge:

Tra gli abstract che esprimono una posizione sull’AGW, il 97,1% ha approvato la posizione consensuale secondo cui gli esseri umani stanno causando il riscaldamento globale“.

Bel lavoro con gli espedienti pubblicitari John! Ovviamente è uno psicologo, non uno scienziato del clima e probabilmente ha fatto un’unità sulla manipolazione statistica per il marketing e la pubblicità

Quindi questa è la pubblicità parte dell’inganno, e cosa è successo alle due domande chiave a cui gli scienziati devono rispondere nel dibattito sul CAGW: quanto riscaldamento e quanto contributo umano? Nella loro qualità di maghi il braccio di ferro metodologico di Cook et al ha distolto l’attenzione dei lettori dalla mancanza di contenuto (in realtà quante persone leggono oltre l’astratto?) oro per gli allarmisti climatici. Non l’oro a 24 carati per essere sicuro. Come lo classifichi?

__________________________________________________

La risposta di Jo Nova:

Il lavoro di Cook è stato un deserto scientifico fin dall’inizio. Il consenso è un errore. La scienza non è una democrazia. Il sondaggio per parole chiave degli abstract è sempre stato un proxy insignificante per il finanziamento del governo distorto e profondamente non scientifico. Discuterlo in altri termini significa fingere che avesse un valore scientifico.

Lo studio di Cook non potrebbe mai dirci nulla sul clima intorno al pianeta, tutto ciò che potrebbe fare è misurare gli aspetti socio-comportamentali del Climate Academic Complex. Più distorto è il finanziamento del governo, più distorti saranno gli abstract. Se Cook fosse stato anche solo leggermente competente, avrebbe potuto dimostrare che la scienza finanziata dal governo troverà tutto ciò che è pagato per trovare. Ahimè, non è così utile. Cook ha ottenuto amici prevenuti per “valutare” soggettivamente gli abstract. Questa non è nemmeno sociologia spazzatura.

Post sul “consenso” dei cuochi.

Fonte: Joanne Nova

Pubblicità