USA: “Neve, neve e ancora neve”, avverte l’Almanacco degli Agricoltori

Previsione per un altro inverno insolitamente freddo

25 Agosto 2015 – http://iceagenow.info/2015/08/snow-snow-and-more-snow-warns-farmers-almanac/

Traduzione a cura di Mauri Ses.

2016-us-weather-map

L’anno scorso la nostra previsione per una stagione duramente fredda e da brividi si è avverata in molti stati, tra cui i 23 Stati orientali che hanno vissuto uno dei mesi di Febbraio più freddi che si siano mai registrati, e che è entrato nella classifica dei primi 10“, avverte l’editore Peter Geiger, Philom. “Quest’anno molti di questi stessi Stati dovrebbero voler attivarsi anticipatamente e cominciare a far subito scorta di grandi quantità di materiale di sopravvivenza invernale: maglioni, calzamaglie e tanta legna da ardere.

Mentre per quest’anno il freddo dell’inverno può essere sufficiente a spaventare molti Stati del sud e dell’ovest, la neve è l’altro fattore presente nelle previsioni. Se sei un amante della neve, questo è l’ambito nel quale l’Almanacco degli Agricoltori ha delle ulteriori buone notizie. Gran parte delle Grandi Pianure e dei Grandi Laghi, del New England, e zone della valle dell’Ohio vedranno neve, neve e ancora neve. Ricordate i numeri da record a Boston lo scorso anno? Se è vero che difficilmente raggiungerà quel livello quest’anno, di certo sarà un inverno umido, bianco e freddo. Gli Stati Atlantici devono anche prepararsi a un grande numero di tempeste con buoni quantitativi di neve.

Il Sud-est e le regioni del Nord-Ovest del Pacifico devono aspettarsi precipitazioni superiori al normale questo inverno, anche se purtroppo, lo sguardo previsionale a lungo raggio dell’Almanacco degli Agricoltori per il Sud-ovest non lo prevede così bagnato come a tutti piacerebbe vederlo a causa delle devastanti condizioni di siccità. “Precipitazioni vicine o appena al di sotto della normalità” è come l’Almanacco riassume l’inverno di questa regione.

La redazione dell’Almanacco degli Agricoltori ha deciso di emettere un severo avvertimento, di modo che tu possa “tenerti forte” per una previsione per l’inverno che potresti non voler leggere. “A seconda di dove si vive e di quanto ti piaccia il freddo e la neve, abbiamo una buona notizia e una cattiva notizia“, rivela l’editore Peter Geiger, Philom. Secondo l’edizione 2016, che da oggi è disponibile nelle librerie, l’inverno ancora una volta dividerà il paese in due, con le sezioni orientali del paese alla prese con condizioni di freddo gelido, e l’altra metà che invece si prevede sperimenti condizioni invernali più miti e maggiormente entro la normalità.


L’inverno 2015-2016 si prepara ad essere una ripetizione della stagione invernale dello scorso anno, questo almeno in termini di temperature“, rivela Caleb Weatherbee, il ‘prognosticatore’ meteorologico dell’Almanacco degli Agricoltori, che aggiunge: “vien da pensare al termine ‘déjà vu’.” Condizioni di freddo estremo con grande probabilità incideranno sulla costa atlantica, la zona orientale dei Grandi Laghi e quella inferiore della penisola del Michigan, l’Ohio, il Kentucky, la maggior parte del Tennessee e della Valle del Mississippi, così come gran parte della Costa del Golfo. E se credi che il New England possa godere di una pausa questo inverno, ti consiglio di ripensarci – l’Almanacco degli Agricoltori dice di prepararsi a temperature glaciali in questa regione.

Le Buone Notizie?

Lo sguardo previsionale all’inverno 2016 dell’Almanacco degli Agricoltori suggerisce che le sezioni centrali degli Stati Uniti sfuggiranno al peso dell’ira di questo inverno, dato che qui si prevedono temperature più “normali”. Il Texas e gli altri Stati Centro-Meridionali dovranno fare i conti con un inverno freddo, ma niente di troppo estremo. Più a ovest, sopra le Montagne Rocciose, il Plateau del Colorado, la zona del Pacifico nord-occidentale, e il sud-ovest degli Stati Uniti, si prevedono temperature più miti del normale.

 

Come vengono elaborate le previsioni?

Le previsioni meteorologiche dell’Almanacco degli Agricoltori si basano su una formula matematica e astronomica molto specifica. Sviluppata nel 1818 da David Young, primo editore dell’Almanacco, questa formula richiede che molti fattori vengano presi in considerazione, tra cui l’attività delle macchie solari, le fasi lunari, le maree, e altro ancora. Questa formula, controllata in maniera scrupolosa, è stato passata da calcolatore a calcolatore e non è mai stata rivelata.

Se pensi che la previsione per l’inverno sia molto negativa“, sostiene il caporedattore, Sandi Duncan, Philom., “Ti consiglio caldamente di leggerti il nostro articolo riguardante ‘L’Anno senza Estate (1816)’.

Questi sono degli estratti.

 

Si veda l’intero comunicato stampa dell’Almanacco degli Agricoltori del 23 Agosto 2015:

http://farmersalmanac.com/press-releases/2015/08/23/say-it-aint-snow-farmers-almanac-predicts-another-unseasonably-cold-winter-on-tap/