UN NUOVO STUDIO SUGGERISCE CHE L’INDEBOLIMENTO DELLA CORRENTE DEL GOLFO E ASSOCIATA AL RECUPERO DEL PRECEDENTE INCREMENTO

gulf_stream_f

 

La Atlantic Meridional Overturning Circulation (AMOC), di cui una parte è conosciuta come Corrente del Golfo, negli ultimi 10 anni è stato osservato un indebolimento. Anche se la tendenza a questo indebolimento ha sollevato molte domande, tra cui se è stato causato dai cambiamenti climatici, una nuova ricerca suggerisce che questa diminuzione è coerente con un precedente incremento.

Qualsiasi attuale indebolimento sostanziale di un grande sistema oceanico come il Nord Atlantico avrebbe un profondo impatto sul clima del nord-ovest europeo, compreso il Regno Unito. Il Met Office nel Regno Unito, di cui Laura Jackson è l’autrice principale del nuovo studio. Commentando la carta, pubblicata la scorsa settimana, la Jackson ha affermato: “La Atlantic Meridional Overturning Circulation svolge un ruolo fondamentale nel nostro clima, come trasporta calore verso l’Atlantico del Nord e mantiene l’Europa relativamente calda.”

La ricerca ha presentato un quadro di come si è evoluto l’oceano nel corso degli ultimi due decenni. La rianalisi riproduce la diminuzione osservata nella Atlantic Meridional Overturning Circulation degli ultimi dieci anni, ma trova che è stato preceduto da un periodo in cui la circolazione si è intensificata. Questo suggerisce che il tempo nella variabilità decadale ha probabilmente giocato un ruolo chiave in un indebolimento della circolazione vista negli ultimi dieci anni.

I ricercatori ci tengono a sottolineare che questo non esclude la possibilità che l’indebolimento osservato è stata una combinazione di variabilità decadale e una diminuzione a lungo termine che sarebbe rilevabile soltanto dopo molti anni di osservazioni.

La ricerca mostra anche un legame tra l’indebolimento della Atlantic Meridional Overturning Circulation e la diminuzione della densità nel Mare del Labrador (tra la Groenlandia e il Canada) diversi anni prima.

“Il monitoraggio continuo della densità nel Mare del Labrador può fornire informazioni utili sui futuri cambiamenti nella Atlantic Meridional Overturning Circulation”, aggiunge la Jackson.

References:

  • “Recent slowing of Atlantic overturning circulation as a recovery from earlier strengthening” – Laura C. Jackson K. Andrew Peterson Chris D. Roberts & Richard A. Wood – Nature Geoscience aop, (2016) – doi:10.1038/ngeo2715.
  • “Research provides new perspectives on recent changes in the Atlantic Ocean ” – an article published on UK’s Met Office

Featured image: Surface temperatures in the western North Atlantic. The North American landmass is black and dark blue (cold), while the Gulf Stream is red (warm). Credit: NASA

Fonte: The Watchers

Enzo
Attività Solare