SENZA PRECEDENTI: PARTI DEL LAGO SUPERIORE COPERTI DI GHIACCIO QUASI AD UNA SETTIMANA DALL’INIZIO DI GIUGNO!

Di Jason Samenow
5 Giugno ore 15:20

Lake-Superior-Ice-6-5-14

E’ arrivato a fine novembre e si rifiuta di andare via. E’ il ghiaccio sul Lago Superiore e non è mai rimasto per così tanto tempo in questo periodo negli ultimi 40 anni di storia, questo è un record senza precedenti.

“C’è ancora circa lo 0,6% [calotta di ghiaccio] sul Lago Superiore, intorno alla città di Marquette e Keewanah Bay”, ha detto George Leshkevich, scienziato fisico del Great Lakes Environmental Research Laboratory del NOAA. “Non abbiamo mai visto prima d’ora una cosa del genere, almeno fino a questo punto del mese di giugno”.

ice-superior

Ci sono stati altri anni in cui si è avuta una presenza di ghiaccio così in profondità nella primavera, ma niente di paragonabile a quest’anno. Ad esempio, a Leshkevich dette percentuali frazionate di ghiaccio sono state osservate il ​​29 maggio del 1996 e del 2003. Nel 1979 la copertura di ghiaccio del 7,5% era presente sul lago il 14 maggio, ma non abbiamo nessun dato per quanto tempo sia durato.
Ci può essere stata la presenza di ghiaccio così medio-tardivo nel 1960, nella zona di Apostle Islands nel Lago Superiore, ha detto Leshkevich, ma i rapporti sono frammentari e non vi sono certezze.

BpF4GPYIQAEux1Y

Il ghiaccio quest’anno è stato notevole in tutte le sue caratteristiche: la durata, l’estensione e lo spessore.
“Abbiamo visto la presenza di ghiaccio fin dal 25 novembre e ora siamo arrivati a giugno”, ha detto Leshkevich. “In termini di durata penso che sia un record storico.”

BpVUcksIQAERpEH

Nei primi giorni di marzo di quest’anno, l’estensione del ghiaccio dei Grandi Laghi ha raggiunto il 92,5%, secondo soltanto al febbraio del 1979, quando fece risultare una superficie ghiacciata del 94,7%.

“E’ il primo anno dal 1994 che il Michigan, Superiore, Huron ed Erie hanno raggiunto il 90% o più di copertura ghiacciata”, ha detto ancora Leshkevich.

Alla fine di marzo, Leshkevich disse che aveva osservato “condizioni brutali” sul Lago Superiore, con parecchio spessore, tanto da ostacolare le operazioni di rottura del ghiaccio causando molti danni alle navi. “Il ghiaccio spesso 42 pollici è stato misurato nel lago alla fine di marzo,” ha detto. “Non ho mai visto condizioni peggiori come quest’anno.”

“Ora c’è dissipazione, quindi e probabile che il ghiaccio avrà più facilità nel sciogliersi rispetto a quando è stato spinto contro la riva dai venti, concentrandosi sulla parte superiore”, ha detto Leshkevich. “Forse dall’08-10 giugno, è un’ipotesi, sarà sciolto completamente.”

http://www.washingtonpost.com/blogs/capital-weather-gang/wp/2014/06/05/unprecedented-parts-of-lake-superior-covered-in-ice-almost-a-week-into-june/

ENZO
SOLAR ACTIVITY

 

  • Ok, grazie .. e c entra qualcosa col periodo di ricambio acque di profondità/superficie ?

     
  • interessante .. e termina l articolo dicendo “ora c’è dissipazione ” .. certamente gli apporti fluviali glaciali e tardivi, stanno raffreddando ulteriormente l Atlantico del nord sommandosi ad una CDG già indebolita di suo :-/ .. dicevate che sta cambiando l indice Amo da positivo a negativo .. è un ciclo 20 o trentennale? .. anche i ghiacciai alpini presentano cicli di simile durata alternando espansione/contrazione .. ha a che fare con il ricircolo /ricambio – acque di profondità/superficiali , delle masse oceaniche? Potreste farci un articoletto in merito? Grazie 🙂

     
    • Il Ciclo AMO- è un ciclo che può andare da 20 a 30 anni come durata, ma in condizioni di bassa attività solare o Superminimo Solare, può spingersi anche dai 60 ai 70 anni come durata totale 😉 Roberto

       
  • quanto è stata la media di temperatura globale a maggio? non si trovano ancora i dati, ci spetta un estate torrida con el nino?

     
    • I dati di maggio non sono ancora disponibili, appena lo saranno, come ogni mese li pubblicheremo nel consueto aggiornamento. Anche se dovesse partire un El Nino, al momento ancora appena sopra il debole, comunque non farebbe in tempo a condizionare la nostra estate. Inoltre le proiezioni danno un evento di El Nino tra il debole e al massimo moderato, ma non certo strong! Quindi l’Enso non condizionerà la nostra estate mediterranea. Enzo

       
      • Emanuele Guzzi Susini

        Speriamo, con il prossimo Nino, di non incappare in un nuovo record di caldo globale… Sarei piuttosto stufo di questo riscaldamento, ancorchè presumibilmente non antropico 😀

         
    • Ottime notizie Enzino!!