RELAZIONE SHOCK DEGLI ADDETTI AI LAVORI SUL MONDO DELLA MEDICINA

Ammissione scioccante del direttore della più autorevole rivista medica del mondo, The Lancet, che è stata praticamente ignorata dai media mainstream. Il Dr. Richard Horton, del Lancet, ha recentemente pubblicato una dichiarazione attestante una quantità impressionante di ricerche pubblicate che risultano inaffidabili nella migliore delle ipotesi, se non del tutto false e fraudolente.

18.06.2015 Author: F. William Engdahl

Il Dr. Richard Horton ha dichiarato: “Gran parte della letteratura scientifica, forse il 50%, è semplicemente falsata. Afflitti da studi con campioni statisticamente di scarso valore, effetti di poco conto, analisi esplorative non valide, e in flagrante conflitto di interesse, insieme con l’ossessione di perseguire le tendenze della moda di dubbia importanza. Così la scienza ha intrapreso la strada verso il buio.”

Per focalizzare il punto, in altre parole Horton afferma senza mezzi termini che le principali aziende farmaceutiche falsificano o manipolano i test sulla salute, la sicurezza e l’efficacia dei loro vari farmaci, prelevando campioni di scarso valore per farne statistica significativa o l’assunzione di laboratori di prova e scienziati in cui il laboratorio o gli stessi scienziati hanno conflitti palesi di interesse, come compiacere l’azienda interessata per ottenere ulteriori sovvenzioni. Almeno la metà di tutti questi test sono inutili o molto peggio afferma Horton. Poiché i farmaci hanno un effetto importante sulla salute di milioni di consumatori, la manipolazione ammonta a negligenza criminale e di malaffare.

Gli studi sono sponsorizzati dall’industria della droga, Horton poi si riferisce allo sviluppo dei farmaci commerciali o dei vaccini per aiutare le persone, presumibilmente utilizzati per la formazione del personale medico, per educare gli studenti di medicina e molto altro.

Horton ha scritto i suoi commenti scioccanti dopo aver frequentato un simposio sulla riproducibilità e l’affidabilità della ricerca biomedica presso il Wellcome Trust di Londra. Egli ha osservato la riservatezza o regole “Chatham House” dove ai partecipanti è vietato fare nomi: “‘Molto di ciò che viene pubblicato non è corretto. Non mi è permesso dire di fatto questa osservazione perché ci è stato chiesto di osservare le regole di Chatham House. Ci hanno anche chiesto di non scattare fotografie di slides“.

Altre voci

Il Dr. Marcia Angell, un medico che è stato per molto tempo Editor-in-Chief del New England Medical Journal (NEMJ), considerato uno dei più prestigiosi peer-reviewed delle riviste mediche del mondo. Angell ha dichiarato, “Semplicemente non è più possibile credere a gran parte della ricerca clinica che viene pubblicata, o fare affidamento sul giudizio dei medici di fiducia o di linee guida mediche autorevoli. Io non sono di certo felice per questa conclusione, che ho raggiunto lentamente e con riluttanza sui miei due decenni come redattore del New England Journal of Medicine“.

Harvey Marcovitch, che ha studiato e scritto sulla corruzione degli esami medici e all’attivo pubblicazioni di riviste mediche, scrive: “studi che dimostrano i risultati positivi di un farmaco o un dispositivo in esame hanno più probabilità di essere pubblicati che studi “negativi”; i redattori sono in parte da biasimare per questo, ma lo sono anche gli sponsor commerciali, i cui studi metodologicamente ben condotti con risultati sfavorevoli non tendevano a vedere la luce del giorno…”

Presso l’Università del Neural Dynamics Research Group della British Columbia e il Dipartimento di Oftalmologia e della Visione, il Dr. Lucija Tomljenovic è in possesso di documenti che hanno mostrato che “i produttori di vaccini, aziende farmaceutiche, e le autorità sanitarie hanno saputo più dei pericoli associati ai vaccini, ma hanno scelto di renderlo pubblico. Si tratta di frode scientifica, e la loro complicità suggerisce che questa pratica continua in questi giorni“.

Il Dr. Horton del Lancet conclude: “Coloro che hanno il potere di agire sembrano pensare che qualcun’altro deve agire in primo luogo. E ogni azione positiva (ad esempio, il finanziamento alle repliche ben alimentate) hanno un contro-argomento (la scienza diventerà meno creativa). La buona notizia è che la scienza sta cominciando a prendere alcuni dei suoi peggiori difetti molto sul serio. La cattiva notizia è che nessuno è pronto a fare il primo passo per ripulire il sistema.

La corruzione del settore medico è in tutto il mondo un problema enorme, forse più pericoloso che la minaccia di tutte le guerre messe insieme. Dobbiamo come l’ipnosi e la fede cieca nei nostri medici semplicemente a causa dei loro camici bianchi che riteniamo siano infallibili? E, a sua volta, non hanno tale fede cieca nelle riviste mediche raccomandando un dato nuovo farmaco meraviglia o vaccino che corrono a dare i farmaci o vaccini senza considerare questi problemi più profondi?

Fonte: Journal Neo

Credete che oltre alla medicina, che comunque tutti sappiamo gli interessi ultra miliardari,  non ci siano altri argomenti con altrettanti interessi ultra miliardari? 😉

Meditate gente meditate…

Enzo
Attività Solare