RELAZIONE MENSILE ATTIVITÀ SOLARE CICLO 24: OTTOBRE 2014

L’attività solare nel mese di ottobre chiude il conteggio degli SSN (Smoothed Sunspot Number, cioè il valore medio mensile di conteggio delle macchie solari) a 60,6 (dato ufficiale del SILSO, Sunspot Index and Long-term Solar Observations, centro di raccolta dati mondiali in Belgio). Rispetto al mese di settembre, che aveva chiuso con un SSN di 87,6 si è registrato un crollo di 27 punti.

Separando il conteggio dei due emisferi, l’emisfero Nord chiude il mese di ottobre con un RN di 13,7 in forte diminuzione rispetto al mese di settembre, quando risultò con un SSN di 27,4 con un calo di 13,7 punti.

L’emisfero Sud, nel mese di ottobre chiude con un RS di 46,9 anche qui con una forte diminuzione rispetto al mese di settembre, quando risultò un ssn di 60,2 quindi con una diminuzione di 13,3 punti.

Valore assoluto del ciclo 24, febbraio 2014, con un SSN mensile (Smoothed Sunspot Number) di 102,8.

In questo momento il Solar Max è passato da marzo 2014 ad aprile 2014, con un SSN (dato mediato degli ultimi 13 mesi) a 81,9 punti. Quindi aprile 2014 diventa il nuovo solar max di questo ciclo 24 e probabilmente il dato definitivo.

E veniamo ad un altro Indice Solare, uno tra i più importanti, se non il più importante nell’attività del nostro Sole: Il SOLAR FLUX!

Il mese di ottobre chiude a 153,4 (Dati ufficiali NOAA) in moderato aumento rispetto alla chiusura del mese di settembre quando risultò di 146,6 punti, in aumento di 6,8 punti.

Massimo assoluto del ciclo 24, febbraio 2014 con un valore di Solar Flux di 170,3 punti.

L’Indice AP nel mese di ottobre chiude in ribasso a 8,6 punti. Nel mese di settembre aveva chiuso a 9,6 quindi in diminuzione di 1 punto.

 

solar

http://solen.info/solar/

Infine, un particolare di non poco conto, che ricopre fondamentale importanza con i conteggi ricostruiti del passato, più volte rimarcato e pubblicamente riconosciuto anche dagli enti preposti al conteggio delle macchie solari.

Il sistema adottato contemporaneo è completamente fuorviante e lontano da ogni realtà con i conteggi del passato, per gli ovvi motivi di miglioramento nella strumentazione sempre più all’avanguardia e sofisticata, e con una migliore risoluzione utilizzata rispetto al passato. Per questo motivo ritengo i conteggi non più paragonabili al passato, di conseguenza non raffrontabili con nessun ciclo, se non con gli ultimi dell’era moderna.

Ecco perchè dal mese di agosto 2013, per una maggiore e completa informazione, verrà riportato ogni mese il risultato del conteggio del Layman’s Sunspot Count (gestito da Geoff Sharp), metodo di conteggio adottato per un miglior riscontro con i cicli del passato.

Il LSC nel mese di ottobre risulta con un conteggio a 38.32 punti, mentre il SILSO conclude il mese di ottobre a 60,6 punti.
Quindi di LSC risulta di ben 22,28 punti inferiore ai dati di conteggio ufficiali di SILSO.

 

sc5_sc24_1

Confronto tra il ciclo solare 5 (linea fucsia) e il ciclo solare 24 (linea azzurra) col metodo del Layman’ s Count di Geoff Sharp.

http://www.landscheidt.info/?q=node/50

 

ENZO

ATTIVITA’ SOLARE

 

  • Sergio

    Una domanda da ignorante: il ciclo solare 5 in quale secolo c’è stato e perché è così importante? Grazie e complimenti per il vostro lavoro.

     
    • Ciao Sergio e grazie! Il ciclo solare 5 è molto importante nella storia dei cicli solari, perchè fu il primo ciclo dell’inizio del periodo chiamato Minimo di Dalton che durò circa 40 anni, tra il 1790 e il 1830 circa. Un periodo ricordato per la sua bassissima attività solare e il conseguente raffreddamento che colpì in special modo l’Europa, ma le temperature divennero sottomedia a livello globale! Ti basti pensare che in Germania il minimo di Dalton coincise con una diminuzione della temperatura di circa 2°C in 20 anni!

       
      • Sergio

        Grazie