RELAZIONE MENSILE ATTIVITÀ SOLARE CICLO 24: GENNAIO 2014

L’attività solare nel mese di gennaio 2014 chiude il conteggio degli SN, (Sunspot Number, cioè il valore mediato mensile di conteggio delle macchie solari) a 82.0 punti (dato ufficiale SIDC, Solar Influences Data analysis Center, centro di raccolta dati mondiale).
Risultato finale di gennaio in diminuzione rispetto allo scorso mese di dicembre, quando chiuse con un SN totale di 90.3 punti, con una diminuzione di 8.3 punti.

Separando il conteggio dei due emisferi, abbiamo l’emisfero Nord che chiude con un RN di 21.2, in aumento di 4.6 punti rispetto al mese di dicembre, che fece risultare un SSN di 16.4 punti.
Mentre per l’emisfero Sud è risultato un RS di 60.8 punti, in diminuzione rispetto al mese di dicembre che si concluse a 73.9 punti, con una diminuzione di 13.1 punti.

Valore assoluto ciclo 24, novembre 2011, con un SSN (Smoothed Sunspot Number) mensile di 96,7 punti.

E veniamo ad un altro Indice Solare, uno tra i più importanti, se non il più importante nello scacchiere dell’attività del nostro Sole: Il Solar Flux!
Il mese di gennaio chiude a 157.4 punti, + 9.7 punti rispetto al mese di dicembre quando chiuse a 147.7 punti. (dati ufficiali NOAA).

Quindi il valore assoluto del ciclo 24, cambia e da novembre 2011 con un valore di 153.5, passa a gennaio 2014 con un valore di SF (Solar Flux), di 157,4 punti.

Record per questo ciclo 24.

L’Indice AP nel mese di gennaio chiude in rialzo a 5.4 punti, (valore provvisorio), con un aumento di 0.72 punti rispetto ai 4.6 punti di dicembre.

Possiamo comunque confermare ancora una volta che, il Solar Max di questo ciclo 24, rimane il mese di febbraio 2012, con SSN (Smoothed sunspot number,  dato mediato sugli ultimi 13 mesi) di 66,9 punti.

Infine, un particolare di non poco conto, che ricopre fondamentale importanza con i conteggi ricostruiti del passato, più volte rimarcato e pubblicamente riconosciuto, dagli enti preposti al conteggio delle macchie solari.
Il sistema adottato contemporaneo, è completamente fuorviante e lontano da ogni realtà con i conteggi del passato, per gli ovvi motivi di miglioramento nella strumentazione sempre più all’avanguardia e sofisticata, con una migliore risoluzione utilizzata rispetto all’epoca.
Per questo motivo ritengo i conteggi non più paragonabili al passato, di conseguenza non raffrontabili con nessun ciclo, se non con gli ultimi dell’era moderna.

Ecco perchè dal mese di agosto, per una maggiore e completa informazione ai nostri utenti, verrà riportato il conteggio del Layman’s Sunspot Count, gestito da Geoff Sharp, allievo di Theodor Landscheidt.
Metodo di conteggio adottato per un miglior riscontro con il passato.

Il LSC nel mese di gennaio 2014 è risultato a 51.74 punti (conteggio provvisorio, in quanto non ancora aggiornato), mentre il SIDC conclude il mese di dicembre a 82.0 punti, quindi di ben 30.26 punti inferiore ai dati di conteggio ufficiali del SIDC.

sc5_sc24_1

Enzo
Solar Activity

 

  • quindi il max rimane ancorato a febbraio 2012 😉

     
    • Al momento rimane a febbraio 2012 😉 Enzo

       
    • Febbraio e Marzo, dovrebbero chiudere a SN 40 per evitare che il massimo diventi ufficialmente Settembre 2013. Tutto dipende da quanta “birra” ha ancora l’emisfero sud, che sembra aver già raggiunto il picco di emisfero a Dicembre. Ora vedremo non appena passerà l’AR 1967, come si comporterà 😉 Andrea

       
    • sicuramente febbraio parte alla grande visto quant’è cattiva la 67 ex 44 (che già ha portato al record di gennaio) poi dipenderà dal prossimo ultimo allineamento sempre a febbraio -_-

       
    • Va anche considerato che questa AR ha il 1° posto come estensione del ciclo 24, nel primo giro (1944), e il 3° posto attuale. Andrea

       
    • infatti andrea, oltretutto sta ulteriormente crescendo e pare di complessità superiore al primo giro, davvero fenomenale e poco rassicurante :/

       
    • Credo che possa fare anche il 3° giro a questo punto, 1500 m.s non si perdono in 15 giorni…. Andrea

       
    • a differenza dello scorso giro però rimane solo lei o quasi …;) ce ne è di differenza

       
    • Beh, diciamo cattivella… la AR 1967 sviluppa un magnetismo da 2.600 Gauss, al momento con un massimale di M6.6, neppure in grado di sviluppare Flare di classe X. Ora vedremo cosa riuscirà a produrre una volta fronte terra. Ma non aspettiamoci Flare di classe X oltre cat 1/2 😉 Enzo

       
    • l’importante che se avverrà sia X impulsivo e non di lunga durata altrimenti il Kp index potrebbe “volare” con CME verso Terra 🙂