RELAZIONE MENSILE ATTIVITÀ SOLARE CICLO 24: FEBBRAIO 2014

L’attività solare nel mese di febbraio 2014 chiude il conteggio degli SN, (Sunspot Number, cioè il valore mediato mensile di conteggio delle macchie solari) a 102,8 punti (dato ufficiale SIDC, Solar Influences Data analysis Center, centro di raccolta dati mondiale).
Risultato finale del mese di febbraio 2014 in forte aumento (record per il ciclo 24), rispetto allo scorso mese di gennaio 2014, quando chiuse con un SN totale di 82,0 punti, con un aumento di ben 20,8 punti.

Separando il conteggio dei due emisferi, abbiamo l’emisfero Nord che chiude febbraio 2014 con un RN di 21,4 in aumento di 0,02 punti rispetto al mese di gennaio 2014, che fece risultare un SSN di 21,2 punti.
Mentre per l’emisfero Sud, febbraio 2014 chiude con un RS di 81,4 punti, in forte aumento rispetto al mese di gennaio 2014, che si chiuse a 60,8 punti, con un aumento di 20,6 punti.

Valore assoluto del ciclo 24, febbraio 2014, con un SSN (Smoothed Sunspot Number) mensile di 102,8 punti.

E veniamo ad un altro Indice Solare, uno tra i più importanti, se non il più importante nello scacchiere dell’attività del nostro Sole: Il SOLAR FLUX!

Il mese di febbraio 2014 chiude a 170,3 punti (record ciclo 24), a + 12,9 punti rispetto al mese di gennaio 2014 che chiuse a 157,4 punti. (dati ufficiali NOAA).

Quindi il valore assoluto del ciclo 24 cambia e da gennaio 2014 con un valore di 157,4 passa a febbraio 2014 con un valore di SF (Solar Flux), di 170,3 punti.

L’Indice AP nel mese di febbraio 2014 chiude in rialzo a 10,8 punti (valore provvisorio), con un aumento di 5,4 punti rispetto ai 5,4 punti di gennaio 2014.

Possiamo comunque confermare che per il momento il Solar Max di questo ciclo 24, viene spostato ad agosto 2013, con SSN (Smoothed sunspot number, dato mediato degli ultimi 13 mesi) a 69 punti, anche se molto probabilmente questo dato verrà ritoccato al rialzo nei prossimi mesi, e il massimo ufficiale potrebbe diventare settembre 2013, con un SSN di 72.8, con una ulteriore soglia di aumento tra i 3 e i 4 punti.

Infine, un particolare di non poco conto, che ricopre fondamentale importanza con i conteggi ricostruiti del passato, più volte rimarcato e pubblicamente riconosciuto dagli enti preposti al conteggio delle macchie solari.
Il sistema adottato contemporaneo è completamente fuorviante e lontano da ogni realtà con i conteggi del passato, per gli ovvi motivi di miglioramento nella strumentazione sempre più all’avanguardia e sofisticata, con una migliore risoluzione utilizzata rispetto all’epoca.
Per questo motivo ritengo i conteggi non più paragonabili con il passato, di conseguenza non raffrontabili con nessun ciclo, se non con gli ultimi dell’era moderna.

Ecco perchè dal mese di agosto 2013, per una maggiore e completa informazione ai nostri lettori, verrà riportato il conteggio del Layman’s Sunspot Count (gestito da Geoff Sharp, allievo di Theodor Landscheidt), metodo di conteggio adottato per un miglior riscontro con il passato.

Il LSC nel mese di febbraio 2014 è risultato a 66,82 punti (conteggio provvisorio, in quanto non ancora aggiornato), mentre il SIDC conclude il mese di febbraio a 102,8 punti, quindi di ben 35,98 punti inferiore ai dati di conteggio ufficiali del SIDC.

solar 01.03.2014

Enzo
Solar Activity

 

  • antonio

    c’è un errore nell’articolo. Agosto è il nuovo (provvisorio) Solar Max del ciclo 24 con 69. Enzo controlla il calcolo della media mobile. Il prossimo aggiornamento del SIDC (1 aprile 2014) lo sposterà a setttembre di circa +3 o 4 punti

     
  • Ah ah Elio ..si come jack nicolson sul finale di Shining congelato con l accetta in mano .. :))

     
  • Ahahah Elio Sauro fantastico !!, :)) .. prepariamoci all arrivo di Sick il bradipo dell era glaciale e di tutta l allegra (si spera) compagnia, con l augurio di non diventare possessivi come lo scoiattolo con la ghianda ..anche se è forse il personaggio piu comico fra tutti .. :)) ..e pensare che la prima volta in vita mia che ho preso in mano un computer, nell agosto 2004 penso, ero a casa di un mio amico e in un afosissimo dopo pranzo estivo, mi sdraiai sul divano del seminterrato dove c era sto computer, questa cosa ancora quasi aliena x me … e su questo portatile mac c era caricato solo un film, il primo capitolo del l era glaciale ..emozionante la presenza dell uomo primitivo che smarrisce il bambino ..una meravigliosa storia sulla collaborazione nella diversità con uno scopo positivo comune … fu una specie di esperienza surreale, in quel torrido pomeriggio del 2006 ..avevo@ppena anche fumato ..oggi scopro che tutto aveva un senso, tutto collegato … 🙂

     
  • Quindi in un Dalton ci siamo già dentro con il ciclo attuale 24 ! .. bisognerà poi aspettare il prox ciclo 25 x capire dove ci porterà il sole ..

     
    • Infatti Davide, hai detto bene, al momento possiamo dire che siamo in un simil Dalton, e questo certamente non ci deve far gioire. Ma credo che andrà ancora peggio se i dati futuri del Polar Field confermeranno gli Studi dei fisici solari russi, se il tutto verrà confermato possiamo dire che dal ciclo 25 entreremo in un simil Maunder. Enzo

       
    • Si molto probabilmente un Maunder,quello che verra dopo chissà……Ma non in secoli,potremo vederne gli effetti al massimo in qualche decennio e non sarà molto piacevole.Di buono ci sarà Al Gore completamente congelato…e non è poco.

       
    • siamo addirittura in un simil dalton? ma il ciclo 25 quando ci sarà grossomodo?

       
    • non prima del 2020, se viene rispettata la media degli 11 anni. Andrea

       
  • Febbraio record.Sia per il flusso solare che per SN.Per cio’ che riguarda la media mobile ai fini dei conteggi ufficiali il massimo sara’ pertanto posticipato a fine 2013.Solar max a 6 anni da inizio ciclo.La somiglianza con il ciclo 5 (minimo di Dalton) e’ a dir poco sconvolgente.Ricordo che l’SC 5 duro’ 13,5 anni e quello attuale visti i tempi di inversione e max pare identico.