E’ IL RAFFREDDAMENTO GLOBALE IL NUOVO CONSENSO SCIENTIFICO?

ed782cffa84a4ea6b051ae7bc9b73b4c-e1373483875480

Di Michael Bastasch

C’è un nuovo consenso scientifico che si è formato attorno al raffreddamento globale? Questo è quello che scrive l’ambientalista Lawrence Solomon al Financial Post, citando il fatto che l’attività solare risulta in calo al tasso più veloce che in qualsiasi altro periodo nel corso degli ultimi 10.000 anni.

“Negli ultimi anni, un numero sempre più crescente di scienziati stanno di nuovo cambiando opinione guardando nella direzione degli anni 1960-1970”, scrive Solomon. “Dopo tutto l’ipotesi di raffreddamento globale potrebbe risultare esatta. La Terra potrebbe così entrare in una nuova piccola era glaciale”.

Solomon aggiunge che dalla Columbia University’s, George Kukla rileva: “Ho messo in guardia il governo degli Stati Uniti sui pericoli del raffreddamento globale dal 1972 – postulando che il “[g]lobal warming precede sempre una glaciazione … Il riscaldamento che abbiamo visto negli anni 1980-1990, in altre parole, è stato previsto per tutto il periodo, come la calma prima della tempesta”.

Recentemente, gli scienziati hanno cercato nell’attività solare un predittore del clima mondiale. La bassa attività solare è stata collegata a periodi freddi della storia umana, mentre alti livelli di attività solare sono stati collegati a periodi di riscaldamento, come quello recente del 1950-1998.
L’autorità del clima delle Nazioni Unite ha cercato di minimizzare l’influenza dell’attività solare sul clima della Terra, ma gli scienziati climatici asseriscono che il sole giochi un ruolo fondamentale nell’influenzare le temperature globali. “L’attenzione del dibattito pubblico sembra muoversi lontano dai 15-17 anni di ‘pausa’ che il raffreddamento ha avuto a partire dal 2002,” scrive il Dr. Judith Curry, presidente della School of Earth and Atmospheric Sciences presso la Georgia Institute of Technology.

Curry descrive il periodo dal 2002 come “scientificamente interessante” perché “coincide con il ‘cambiamento climatico’ da circa il 2001-02. Questo cambiamento e la conseguente tendenza del leggero raffreddamento fornendo una base razionale inferendo una leggera tendenza al raffreddamento su per giù nei prossimi dieci anni, piuttosto che un andamento piatto dal 15° [anno] di ‘pausa’”, ha aggiunto.

All’inizio di quest’anno, il Professor Cliff Ollier della School of Earth and Environmental Studies presso la University of Western Australia, ha presentato uno studio postulato che il sole è un importante regolatore del clima. “C’è una buona correlazione tra macchie solari e clima”, scrive Ollier. “I cicli solari forniscono una base per la previsione. Il Ciclo Solare 24 è iniziato e possiamo aspettarci un grave raffreddamento.

Molti pensano che le decisioni politiche circa il clima si basano su previsioni scientifiche, ma ciò che i politici ottengono sono soltanto proiezioni basate su modelli di computer.”

Fonte: The Daily Caller

Enzo
Attività Solare