• Ho ascoltato il pod cast. Complimenti per il lavoro che fate! Qualche domanda..Ma la corrente del golfo è “quasi completamente ferma”? ..non dovrebbe ghiacciare il mare del nord.. Fiordi in Norvegia?
    Mi piacerebbe avere qualche delucidazioni anche a proposito di qualche accenno che fai Bernardo inerente al “tutto calcolato 20/30 anni fa”. Nessuno osa informarci a riguardo.. Intendo i media..

     
    • L’oceano atlantico è un mare “strano”. È forse il più importante del mondo ed ha una circolazione molto particolare.
      La Corrente del Golfo fa parte di un sistema circolatorio che nella parte che più ci interessa, ha origine nel Golfo del Messico, sale lungo le coste degli USA, attraversa l’Atlantico in diagonale nei pressi del New Jersey raggiungendo le isole britanniche. Qui una parte della corrente ridiscende lungo le coste del Portogallo e torna nel Golfo del Messico. L’altra componente risale lungo le coste della Norvegia oltrepassando Capo Nord e arrivando a bagnare le coste nord della Russia.
      Il percorso di ritorno di tale corrente avviene in profondità.
      Ogni mare che incontra lungo questo percorso, viene influenzato dalla CDG. Il risultato è che il Clima europeo, è fortemente dipendente dall’esistenza di tale corrente.
      Sappiamo che la velocità, la temperatura e le dimensioni di tale corrente, dipendono essenzialmente dalla differenza di salinità e temperatura tra la zona tropicale e la zona circumpolre.
      La CDG, di fatto, ha un’azione mitigatrice del clima europeo, e determina l’estensione dei ghiacci artici nella zona atlantica. Con il passare del tempo, l’aumento dello scioglimenti dei ghiacci, provoca il raffreddamento delle acque superficiali dell’oceano e la conseguenza è che la CDG si inabissa “prima” del previsto.
      Se il percorso originale era quello sopra descritto, quello attuale è di gran lunga diverso.
      Infatti la CDG ora ha serie difficoltà anche solo ad attraversare l’Atlantico in diagonale e questo provoca un veloce raffreddamento dell’oceano Atlantico.

      Il tutto lo puoi vedere nella mappa delle SSTA all’indirizzo http://weather.unisys.com/surface/sst_anom.gif

       
    • Come puoi vedere dalla mappa, tutta la zona del centro Atlantico è molto fredda e si sta raffreddando anche tutto il resto dell’Atlantico del nord.

      I ghiacci arriveranno… considera che la temperatura del mare nella zona SOTTO L’ISLANDA si aggirano sui 10°… come puoi vedere dalla seguente mappa (che riporta le temperature “assolute”): http://www.ospo.noaa.gov/data/sst/contour/global_small.cf.gif

       
    • Pertanto… nei prossimi 2 mesi circa, assisteremo ad un fortissimo incremento dei ghiacci artici nella zona Atlantica. Fiordi norvegesi compresi (già ghiacciatisi lo scorso anno).

      Bernardo

       
    • Grazie per la spiegazione!