PRIME MANOVRE INVERNALI

Prima grande azione da parte dell’anticiclone pacifico (wave 1) che entrera’ all’interno dell’aera polare separando in 2 il vortice polare.Un lobo finira’ sull’area nord americana,mentre il secondo si piazzera’ in zona siberiana.Si tratta di una classica manovra invernale che tendera’ a stoppare (almeno per un po di giorni) la trottola polare.

gfsnh-0-180

Il doppio affondo dei 2 rami del VP,il primo in Atlantico e il secondo in Russia, provochera’ la risalita dell’anticiclone asiatico in area scandinava (Scand+).

L’Europa pertanto si trovera’ nel bel mezzo di 2 azioni,una occidentale umida e mite e una orientale retrogressiva continentale  fredda.

gfsnh-0-276

L’azione siberiana e’ senza dubbio figlia dell’effetto dello strat-warming  che da diversi giorni stiamo monitorando,warming che si sta’ propagando a tutte le quote stratoseriche come da immagini.

gfs_t10_nh_f00

 

gfs_t30_nh_f00

 

gfs_t50_nh_f00

 

gfs_t100_nh_f00

D’altro canto ne avevamo gia’ parlato nel post della scorsa settimana.

http://www.attivitasolare.com/novembre-freddo-piovoso-possibili-risvolti-invernali-terza-decade/

 

Come gia’ scritto nel precedente articolo (link sopra),la prossima settimana sara’ ancora dominata dalla componente atlantica con pioggie frequenti a volte intense e clima tipicamente autunnale.Continuano i rischi di dissesto idrogeologico nel nostro bel paese provocati dalla formazione di minimi depressionari in area mediterranea.

Nella seconda meta’ del mese ed in particolare nella terza decade la situazione molto probabilmente cambiera’ aggiungendo un connotato piu’ freddo rispetto a  quello attuale proprio grazie all’apporto di aria piu’ fredda proveniente da nord est che si mescolera’ con quella piu’ mite di matrice atlantica.

L’inverno sta scandando i muscoli.

Prepararsi.

 

GIORGIO

ATTIVITA SOLARE

 

 

 

  • anche senza l azzorre che si spinge a nord basterebbe anche un alta pressione che staziona in zona scandinava come e’ previsto nei prossimi giorni , anzi forse per la neve al nord e’ meglio perché si scambiano perturbazioni atlantiche e aria da nord-est ( come e’ successo a luglio scorso )

     
  • http://www.tio.ch/News/Svizzera/Cronaca/1004081/Stagione-invernale-anticipo-da-record hahahahahahahah intanto……… nell attesa………..

     
  • scenari interessanti per la seconda parte mensile, con NAO e AO in discesa.

     
  • nemmeno io, anche perchè NAO gia da ottobre risulta spesso negativa, non capisco come possa diventare forte il vortice canese.

     
  • Ci sono connotati simili allo scorso inverno, altri no.
    Io non credo che si ripeta un 2013/14 bis.

     
  • in pratica non nevicherà mai secondo voi

     
  • ciao, scusate, ma non ci ho capito molto; si sta configurando una situazione simile all’ano scorso?

     
  • @Filippo.L’AMO – abbassa i GPT in europa, questo e’ logico.Serve comunque un’elevazione della wave 2 che permetta ai flussi perturbati di entrare nel circolo polare per poi ricadere sul continente Euro-Asiatico. Senza una radice artica o continentale non ci sara’ mai neve a basse quote o in pianura, a meno che non si congeli l’atlantico fino al 40′ parallelo (praticamente impossibile).

     
  • @Janos.La wave 2 e’ assente da 2 anni a causa del vortice canadese: non concede spazio all’azzoriano.Elevazione impossibile a causa delle continue tempeste atlantiche.

     
  • @Steve.Io porto fortuna!!!!!! 😉

     
  • Per noi che siamo un puntino sulla cartina molto dipende dall’alta delle azzorre che deve alzarsi fino all’artico

     
  • Secondo me sarebbe meglio in questo momento preoccuparsi della pioggia che continuerà a cadere…

     
  • Meglio allertati che congelati 🙂

     
  • ho comprato un bel po di legna, non fatemi fare spese inutile, se freddo deve essere,che sia……

     
  • manca la wawe 2 è assente da due anni ormai, le anomalie negative in antlantico sono compromettenti

     
  • sicuramente riscontreremo quello che sara’ opportuno riscontrare….ma….giorgio…..non è che porta un po’ sfiga!!!???

     
  • in effetti Bernardo sembra proprio che negli ultimi 10 mesi l acqua gelida che esce dal canada orientale finisca proprio sulla corrente del golfo bloccandola o comunque raffreddandola parecchio , cosi’ si vede dalla mappa delle temperature superficiali

     
  • 😀
    Castronerie meteorologiche.
    Il freddo da noi non arriva MAI dall’atlantico, basta riguardarsi le centinaia di reanalisi di NCEP. Serve una wave 1 ben posizionata, con conseguente risposta dell’onda atlantica (discese artiche) o in alternativa HP termico russo in connubio con Scand+ (retrogressioni continentali)
    Tutte le restanti previsioni apocalittiche campate per aria sono fesserie…

     
  • avremo quindi un flusso atlantico sempre più basso quindi sempre più freddo?? perturbazioni atlantiche anzichè piovose nevose?

     
  • Piano piano…… 😉

     
  • Intervengo brevemente in questa discussione sottolineando e ricordando che le tipologie di INVERNI che si possono avere in Europa, dipendono fortemente dalla temperatura dell’Oceano Atlantico (emisfero nord) e questa dipende fortemente dalla “consistenza” della Corrente del Golfo. Ad inverni RIGIDI in Usa fanno seguito enormi quantità di acqua fredda e dolce che si riversano nell’Oceano Atlantico. Questo apporto di acqua fredda provoca un raffreddamento consistente dell’Oceano Atlantico nella zona Est, quella tipica della Corrente del Golfo. E come conseguenza si ha un raffreddamento del clima nella zona Europea, principalmente in Estate.
    Tuttavia, quando la temperatura dell’Oceano Atlantico scenderà abbastanza, si avrebbe un violento raffreddamento dell’intero continente Euro-Asiatico. Questo è un problema serio cui bisogna pensare perché, a differenza della East Coast degli USA e della Siberia, dove si hanno temperature polari e nevicate consistenti ma comunque con accumuli non eccessivi, in Europa si potrebbero verificare metrate di neve a ripetizione fino al mese di giugno.

    Pertanto, agli inverni “umidi” europei, durante i quali sulla East Coast USA si hanno temperature polari e nevicate abbondanti, faranno seguito inverni apocalittici in Europa.

    Bernardo

     
  • tra l altro ho visto che anche la prossima settimana ce prevista una leggera pioggerellina in italia……

     
  • @Gianluca.Se la wave 1 invece di entrare in Alaska fosse centrale cambierebbe tutto, ma purtoppo c’e’ una forte vorticosita pure nelle Aleutine e anche questa e’ causata dal forte raffreddamento siberiano

     
  • Eh ma non può andare avanti all’infinito.. Fino al 2013 non c’era sto problema

     
  • e gli inverni gelidi in america hanno un solo responsabile:wave1

     
  • @Filipppo.La colpa dei non inverni sta nel forte raffreddamento della east coast : l’aria eccessivamente fredda in uscita dal continente americano genera tempeste a catena che poi arrivano in europa cariche e ben riscaldate.Non se esce facilmente da questo incubo!!!

     
  • Il problema e’ la wave 2.Assente totale!!!!

     
  • che la wave1 sia molto tonica non è una news

     
  • l’europa pare sia diventata l’anti artico da un po’ porca miseria..

     
  • In effetti si tratta di una possibilita’ concreta.Tutto dipendera’ dove si piazzera’ il blocco omega generato dalla pressione dei 2 lobi del VP.Dipendera’ molto in particolar modo dalla forza del canadese!!!!

     
  • speriamo non si risolva il tutto con l’hp che vede gfs nel lungo… sarebbe una beffa

     
  • Vedremo come usciranno le nuove mappe.Penso si tratti solo di una variazione nella scala dei colori.Le anomalie non credo fossero errate: credo che la divergenza con il NOAA sia derivata dal periodo di riferimento.Il NOAA usa la media clino (1950-1980), mentre Unisys usava la media che partiva dal 1998

     
  • ok , grazie , spero che le mappe aggiustate siano con meno anomalie negative di quelle che mettevano altrimenti sarebbe catastrofico per noi europei

     
  • @Gianni.Sono in fase di restauro a causa della confusione nella scala dei colori.

     
  • Si certo.Ci sono ottime possibilità episodi freddi durante il trimestre invernale.Ne parleremo nei prossimi post

     
  • ok , nell emisfero boreale ce tanta aria gelida , adesso dipende dal posizionamento delle alte pressioni , per chi vuole gelo e neve la SCAND+ e’ spettacolare , sapete qualcosa delle mappe UNISYS che non ci sono piu’ ?

     
  • Mi piace il finale prepararsi