Più CO2, più acqua nel terreno, Terra più verde

Autore: Guido Guidi
Data di pubblicazione: 17 Febbraio 2016
Fonte originale: http://www.climatemonitor.it/?p=40582

greening-earth

Si definisce global greening, qualcosa che per evitare che si spargano buone notizie potrete sentire solo sussurrare, Eppure è così, la Terra, causa elevata concentrazione di CO2 e, più probabilmente, causa benevolo periodo climatico, sta diventando più verde. Ne abbiamo parlato anche nella sezione “Effetti Ecosistemici” del nostro Climate Lab, ora ce ne parla un paper fresco di pubblicazione su Scientific Reports, rivista del gruppo Nature.

Elevated CO2 as a driver of global dryland greening

Capita che, per alte concentrazioni di CO2, le piante riescano a gestire in modo più efficiente le risorse idriche, perché possono ridurre la dimensione degli stomi. Ne risulta quindi una maggiore disponibilità d’acqua nei suoli, fenomeno che si accentua in particolare nelle zone aride, che quindi diventano un po’ meno aride e un po’ più verdi.

srep20716-f1

 

Lo studio ha analizzato la risposta dei suoli in diverse concentrazioni di CO2, per diversi regimi climatici, diversi tipi di suolo, diversi tipi di vegetazione e diverse tecniche di utilizzo dei suoli. I risultati più interessanti vengono fuori proprio per le zone aride, un aumento del 17% della disponibilità idrica, rispetto ad una pur positiva ma meno significativa risposta delle zone non aride (9%).

Così, tanto per ricordare a qualcuno che, forse, la Terra un po’ più calda è anche un po’ più accogliente…