PICCOLE VARIAZIONE DELLA VELOCITA'(DIFFERENZIALE)DETERMINANO I CICLI UNDECENNALI

Per capire come funziona il magnetismo solare dobbiamo per prima cosa capire come e’ strutturata la nostra stella.
In ordine dall’interno verso l’esterno abbiamo :

1922127_632452303487685_446656902_n

1- IL NUCLEO
2-LA ZONA RADIATIVA
3-IL TACHOCLINE
4-LA ZONA CONVETTIVA
5-LA FOTOSFERA
6-LA CROMOSFERA

La porzione interna della stella e’ costituita dalle prime 2 voci,mentre le voci 4 e 5 rappresentano la porzione esterna.Il tachocline separa i 2 gruppi.
La parte interna della stella e’ molto pesante e pertanto si comporta come un solido,mentre quella esterna essendo piu’ leggera si comporta invece come un liquido: per tale motivo si genera una sorta di ‘rotazione differenziale’.

I deboli campi magnetici ‘poloidali’ nel tachocline si trasformano in campi magnetici molto piu’ intensi di forma ‘toroidale’ grazie allo scorrimento del plasma presente nella zona convettiva sulla porzione piu’ pesante e interna della stella.Il plasma inoltre ruota piu’ velocemente all’equatore rispetto ai poli e grazie a tutto cio’ si genera un’altro tipo di rotazione differenziale.
Le linee di campo magnetico per merito della rotazione differenziale si distorcono e si amplificano seguendo i flussi del plasma grazie al processo di ‘stiramento’ del plasma stesso.
Da tutto cio’ possiamo dedurre che i campi magnetici solari che generano le macchie sono figli della rotazione della stella: piu’ il sole gira veloce e piu’ si formano macchie piu’ grandi,al contrario se rallenta le macchie diventano sempre piu’ piccole fino a scomparire.

Sappiamo che la stella compie un giro completo su se stessa (all’equatore) ogni 25,27 giorni (rotazione siderale) : evidentemente si tratta di una velocita’ media,altrimenti non si spiegherebbe il perche’ abbiamo cicli solari undecennali con fasi di attivita’ minime e massime.Evidentemente esistono fattori che agiscono dall’esterno provocando minime forse impercettibili variazioni della velocita’ di rotazione della stella,ma tali da modificare modo sostanziale l’attivita magnetica.

Il ciclo solare viene anche denominato ciclo undecennale e il periodo di rivoluzione di Giove e’ guarda caso di 11,86 anni……..

Giorgio

 

  • ..alla fine il Sole ha voluto rispettare la profezia dei Maya, un segno che queste due “entità cosmiche “erano sicuramente in profonda sintonia tra loro ..ma non so se noi saremo rispettati dal Sole oggi, non so quale sia il grado di sintonia della nostra civiltà con lui e verso la Natura del pianeta su cui ci muoviamo, ma molto bassa, penso .. vanno riviste tutte le cose sotto una nuova luce a partire da noi stessi, da ciò che siamo diventati sottomettendo quasi tutta la nostra natura ai meccanicismi dei sistemi produttivi e consumistici .. scusate questi post apocalittici 🙂

     
  • Eh si Tamara Ingegneri ..2012, ..Theodor Landscheit (?) aveva già previsto e collocato nel 2014 l inizio di una nuova peg, cioè di un raffreddamento climatico globale, ma solo nel 2004 …i Maya avrebbero fatto molto prima ..:) l ultimo solar max si è avuto a nov.2011 mi sembra .. come data di un rinnovamento (morte=rinascita) del mondo è semplicemente perfetta ..il 21.12.2012 🙂

     
  • Grazie x la risposta .. strano, sembra che il numero 11 sia un po la matrice di tutti questi periodi .. 200, 2400, 25.000 ..curioso .. come sono complesse e affascinanti le meccaniche celesti .:) grazie, ciao!

     
    • Faccio una piccola correzzione : il sottociclo non e’ di 25000 ma di 12500/13000(quello dello yongest dryas) e corrisponde ad una rotazione completa del sistema solare all’interno della galassia.Che sia la stessa che predicavano i Maya?Sinceramente non lo so.Ma lo yongest dryas e’ ciclico e come tempi ci siamo.Solo che il margine di errore e’ di circa 500anni +/-.Troppi per noi umani 😉

       
    • Certo che se la correlazione con il calendario Maya fosse proprio questa ci sarebbero un bel po’ di domande da fare in merito alle conoscenze di quella civiltà…ed in merito alla loro estinzione.

       
    • Loro sapevano osservare le stelle.Sarebbe importante conoscere cosa ebbero scoperto dalle loro osservazioni.Mitologia o scienza?

       
  • Piero

    Interessante come sempre.

     
  • Bell articolo, me lo sono proprio goduto ..se giove da solo ha un influenza così rilevante sul Sole tanto da determinare un periodo undecennale con un massimo e un minimo, è plausibile che l azione combinata di piu pianeti sul sole (i famosi cicli sinodici )possa ricondurci nell arco di tot.decenni o secoli ai ben noti minimi tipo peg ? .. ma se il disturbo magnetico fosse esclusivamente planetario, si dovrebbe avere una ciclicità pressoché matematica .. o le combinazioni planetarie sono talmente complesse da essere cosi difficilmente decifrate e calcolate? ..invece riguardo al noto periodo climatico di circa 130.000 anni riscontrato nei carotaggi artici degli ultimi 5 milioni di anni, a che cosa si può ricondurre un disturbo magnetico di tale portata? una stella gemella o fluttuazioni sul piano della Galassia o altro? Grazie 🙂

     
    • Grazie.Bella domanda.
      Si la ciclicita’ dei minimi e’ ormai un dato di fatto.Vi sono cicli lunghi (migliaia di anni) la cui natura e’ di origne galattica e sottocicli piu’ brevi di natura planetaria.Nel breve sappaiamo che ogni 200 anni circa si verifica un minimo(sporer maunder dalton) e ogni mille anni circa un periodo di massima attivita’ chiamato optimun : in ordine miceneo,romano,medioevale e per ultimo quello moderno e cioe’ quello terminato qualche anno fa.
      Poi abbiamo un altro sottociclo piu’ lungo(2400 anni) e un’altro sottociclo di 25000 anni che potrebbe essere la causa dello yongest dryas.Come tempi ci siamo solo che 100 anni in piu’ o in meno,che sono una nullita’ per noi fa differenza.Possiamo fare previsioni solo con i dati storici poiche’ esiste una distorsione temporare tra i passaggi dei pianeti (Giove e Saturno in primis) e i loro effetti sulla Dinamo Solare dovuta al fatto che dal momento della formazione dei vortici magnetici nel tachocline alla loro comparsa trascorre un lasso di tempo di 8/12 anni

       
    • Pertanto fare calcoli e’ quasi impossibile.
      Grazie Davide.
      Ciao

       
  • http://www.persicetometeo.com/public/popup/lascoC2_movie.htm Immagine delle 15:00. Cos’è un filamento?