Neve di Giugno in Canada!

FREDDOFILI .IT Ondata di freddo nel nord dello stato canadese dell’Alberta, e sulla British Columbia, dove, con grande sorpresa dei propri abitanti, è caduta la prima neve estiva!

Non si tratta di un fenomeno eccezionale di per sé, ma comunque raro, e si aggiunge  ad una serie di mesi invernali e primaverili che sono stati molto freddi, con un prolungato periodo di temperature al di sotto dei valori normali.

La mappa delle anomalie termiche mostra infatti temperature di 8-10°C al di sotto della norma su quasi tutto il Canada centro occidentale.

Da Theweathernetwork, alcune foto dell’incredibile nevicata estiva canadese.

05 gi u14 canada1 05 giu 14 canada t° anomaly 05 giu 14 canada2 05 giu 14 canada3

Fonte Web: http://freddofili.it/05/06/2014/neve-di-giugno-in-canada/

 

  • Ok, Alessandro Castagna grazie x la precisazione 🙂 .. anche se mi fai sorridere quando scrivi “in questi anni non c è stato nessun raffreddamento globale ” .. come se il raffreddamento dovesse precedere la bassa attività magnetica solare e non viceversa .. eravamo giustappunto a confutare un global warming che c è stato sicuramente ma che è già un ricordo del passato viste le attuali dinamiche solari di questo ciclo 24 già comparato ai deboli cicli d inizio ‘900 se non addirittura al ciclo n° 5 del Dalton .. una cosa è certa .. il raffreddamento globale, non tarderà molto ad arrivare … :-/

     
  • Che poi, sinceramente, Alessandro Castagna 🙂 ..non sono certo i 50 gradi in Messico a giugno ( manco fossero stati registrati a gennaio ) che possono farci cambiare opinione in merito ad una questione climatica che secondo noi è di principale pertinenza alla fisica solare e astronomica di cui questa pagina si occupa, aderendo alla scuola di fisica solare russa e non solo … IPCC escluso, ovviamente ..:) ..in ogni caso i cambiamenti climatici seguono e non precedono quelli solari da cui sono invece derivanti e che sono tutt ora in corso .. ergo, possiamo solo tentare di cogliere o di ravvisare alcuni segnali, fenomeni, leggere e commentate dati, ecc.. 🙂

     
    • Davide, sono d’ accordo. Sono dati locali, come lo sono anche le anomalie in Canada. Volevo solo mostrare che, come ci sono anomalie fredde, ci sono anche quelle calde; infatti che in questi anni non c’ è stata nessun raffreddamento globale, le temperature sono stabili, ma siamo sempre sui livelli massimi almeno degli ultimi 300 anni. Se si scrivono articoli solo sulle anomalie fredde ai lettori meno esperti arrivano informazioni distorte da quella che è la realtà e lo stesso discorso vale se si parla solo delle anomalie calde.

       
  • Alessandro Castagna 🙂 .. la mia idea “scientifica” personale me la faccio ascoltando quante più campane possibili nel limite delle mie personali possibilità, ovvio, ..e senza dare nulla x scontato o ufficiale, ne volerla imporre agli altri … ciao 🙂

     
    • Emanuele Guzzi Susini

      Il metodo scientifico è uno solo, il problema grosso è l’applicazione di questo metodo da parte di esseri fallibili come gli uomini. Soprattutto in campi molto complessi, dove i dati reali sono contraddittori, e le ipotesi sono diverse e spesso antitetiche.
      Io la penso come Rubbia: non esiste assolutamente prova scientifica che il riscaldamento del pianeta sia opera dell’uomo. E, fatto che è incontrovertibile, dal 1998 i dati satellitari indicano uno stop del GW, mentre la concentrazione di CO2 continua ad aumentare.
      Mettiamoci in poltrona per qualche anno, e godiamoci lo spettacolo: sono veramente curioso di vedere chi avrà avuto ragione, tra (esemplifico grossolonamente) climatologi serristi e fisici-astrofisici-paleoclimatologi scettici… Qualcuno, da una parte o dall’altra, farà una bruttissima figura.

       
  • Alessandro Castagna, il problema è che l informazione ufficiale o parte di essa NON si basa sui dati reali …ma sulla manipolazione di essi .. ergo .. attendibilità da prendere con le pinze .. e cercare di farsi veramente un idea d insieme ascoltando tutte le campane .. e quanti più parametri possibili, usando unicamente la propria intelligenza ..

     
    • Davide, posso farti alcune domande? 1) esiste anche una scienza “non ufficiale”? Questi scienziati “non ufficiali” che titoli hanno, su quali dati basano le loro teorie? 2) i dati sono manipolati? Ci sono le prove o sono supposizioni? Tutti gli enti di tutto il mondo fanno parte del complotto? 3) sono d’ accordo con l’ ascoltare più pareri, però non tutti, spesso ci sono ciarlatani che si fingono esperti…

       
  • Anch’io davide , non mi fido dell umanita’ , siamo stupidi

     
  • La mia non era una riflessione scientifica, solo personale 🙂 …anche se personalmente penso che continueranno a gonfiare i dati “ufficiali” finché non avremo i pinguini sotto casa .. se c è qualcosa di cui non riesco proprio a fidarmi, questa è certamente la cosiddetta informazione ufficiale .. o almeno parte di essa … in tutti gli ambiti .. da quello politico a quello medico / scientifico passando x il climatico, l energetico o l ambientale ecc ecc … :-/

     
    • il problema è che la scienza si basa sui dati e non sull’ opinione. Anche perchè nell’ ultimo periodo sono stati battutti anche molti record di caldo, come in Messico, http://www.meteogiornale.it/notizia/32605-1-sfiorati-i-50-gradi-in-messico-record-hermosillo, oppure in Giappone e in Cina http://www.meteogiornale.it/notizia/32592-1-caldo-epocale-in-cina-e-giappone-battuti-decine-di-record. Comunque al monitoraggio delle temperature globali collaborano non solo la NOAA e la NASA, ma anche decine di enti nazionali ed internazionali,ad esempio in italia se ne occupa l’ ISAC del CNR. Quindi ci sono migliaia di scienziati che se ne occupano e pensare che tutti facciano parte di un complotto pro GW è quantomeno improbabile. Poi per esperienza personale, ho anche conosciuto diversi professori che studiano argomenti climatici e ambientali e so con quale professionalità svolgono il proprio lavoro.

       
    • diciamo che il clima è un qualcosa di complesso, ed è impossibile fare queste semplificazioni di riscaldamento o di raffreddamento globale..cmq il termometro della situazione credo siano i ghiacci ai poli..che hanno avuto un lieve aumento negli ultimissimi anni..quindi impossibile stabilire se il globo si stia riscaldando dove e in che modo

       
  • Qui a Fano, sulle medio adriatiche .. quest anno fa forse ancora più fresco dell anno scorso ..che già fu un maggio anomalo .. cmq anche così si sta benissimo ..preferisco sempre un fresco ventilato che l afa insopportabile 🙂

     
  • No si sta scaldando infatti oggi a milano fa caldo….da morire

     
  • .. ma è un anomalia grande come il Canada :-@ .. si sta proprio raffreddando il clima globale penso … :-/

     
    • e poi il caldo che sta arrivando secondo me sara’ di media entita’ e colpira’ solo una piccola parte d europa

       
    • su quali dati parli? Ovvio a livello locale troverai sempre anomalie negative anche di grandi dimensioni. In base ai dati di climateanalyzer a livello globale c’ è un’ anomalia di oltre 0,5°C sulla media 1971-2000. Che non è poco…http://cci-reanalyzer.org/DailySummary/index_ds.php#