Nessun motivo di allarme per lo squarcio sul sole!

Quest’oggi abbiamo ricevuto parecchie segnalazioni su una notizia allarmistica che sta facendo il giro della rete, su uno squarcio che si è creato sulla superficie del sole, con imminenti tempeste solari che metterebbero in pericolo l’utilizzo dei satelliti oltre che delle apparecchiature elettroniche!

 

latest_1024_0211

Immagine per cortese concessione di SDO/AIA – NASA

 

Vorremmo tranquillizzare i nostri lettori che non vi è nessun motivo di allarme! Quello che si è creato sulla superficie del sole, e che possiamo vedere dall’immagine allegata sopra, non è altro che un buco coronale, o Coronal Hole (CHs) come se ne formano molti in un ciclo solare e come se ne sono formati molti in questi ultimi mesi. I Buchi Coronali, sono dovuti ai campi magnetici dei poli che si spostano tra una fase di massimo e minimo solare tra i poli e l’equatore solare. Inoltre a differenza dei potenti Flare, che hanno un campo magnetico chiuso, al contrario i Buchi Coronali hanno un campo magnetico aperto, quindi generano, specie quando si trovano fronte terra, un considerevole aumento di particelle elettriche che prende il nome di vento solare.

Quindi state tranquilli, al massimo domani e venerdì, vedremo aumentare il vento solare in modo considerevole e alzarsi l’indice K a 5 che è poi il limite per una tempesta solare di debole intensità!

Enzo
Attività Solare