Ma veramente è in atto un riscaldamento globale?

I soliti “riscaldisti”, che credono unicamente a ciò che gli viene propinato dai media e dalle fonti ufficiali vicine all’IPCC e quindi a quell’enorme giro di centinaia di miliardi di dollari che ruotano intorno all’affare CO2, sostengono che negli ultimi 2 o 3 anni ha fatto così caldo come non se ne vedeva da anni e anni.

Beh… noi di Attività Solare sosteniamo il contrario.

Una delle prime cose che mi hanno spiegato all’università è stata che con i numeri e i grafici giusti, possiamo dire tutto e il contrario di tutto.

Tranquilli… frequentavo l’università per motivi di lavoro… e non ho mai pensato neanche lontanamente di fare l’iscrizione… Era che stavo gestendo un lavoro e dovevo verificarne il corretto funzionamento. Pertanto seguivo qualche lezione ogni tanto (in realtà mi limitavo ad ammirare alcune studentesse…. 😛 ).

Qui di seguito vi propongo alcuni screenshot delle temperature degli ultimi 10 anni prelevate dal sito https://weatherspark.com

Si tratta di un applicativo grafico… che si limita a mostrare, graficamente, i dati prelevati dai seguenti database:

  • Weather.gov: The National Oceanic and Atmospheric Administration serves up both historical data for the world and forecasts for the United States.
  • met.no: The Norwegian Meteorological Institute provides weather forecasts for the world.
  • World Weather Online: A for-fee weather forecasting service that offers a web API

Vediamo…

 

la prima località che vi mostro è Svalbard Airport, Longyearbyen, Spitsbergen, Svalbard and Jan Mayen

Schermata del 2015-12-20 11:59:37

Il primo anno a sinistra è il 2003, l’ultimo a destra è il 2015.
L’estate del 2012 è stata la più fredda di questi 12 anni. Sul sito potete verificare da soli gli anni precedenti… constatando che troviamo un’estate fredda anche nel 2001 e che la media delle temperature estive era intorno ai 7°C circa fino alla fine degli anni ’90. Poi è aumentata di 1°C circa… Ma, come abbiamo ripetuto ormai decine di volte, il ciclo solare 23 ha provocato effetti evidenti ed inconfutabili. Col passare degli anni tutto tornerà nella norma. Ma ci vuole tempo… visto che si sono avuti, nei decenni passati, 3 cicli solari fortissimi in sequenza. Quello attuale, il 24, è il primo ad essere decisamente sottomedia.
Va ricordato inoltre il ciclo sessantennale dell’indice AMO… che è stato il vero artefice dell’aumento delle temperature di circa 2° tra “oggi” e gli anni ’70!

La seconda località che visitiamo oggi è Berlevåg Airport, Finnmark, Norway, località posta poco ad est di Capo Nord.

Schermata del 2015-12-20 12:08:49

L’estate più fredda è stata quella del 2010. QUella del 2013 è stata molto calda, pari al 2003 (primo valore a sinistra), ma nulla a che vedere con il 2004, quando si raggiunsero i 18°C. Vediamo che effettivamente qui le ultime 3 estati sono state abbastanza calde… ma è una condizione generata dal tipo di circolazione atmosferica che provoca risalite di aria calda fino a tali latitudini e discese di aria fredda alle nostre….. Io, comunque, tutto questo caldo sempre in “costante aumento” non ce lo vedo. Anche perché, se guardiamo la parte bassa del grafico, dove ci sono i valori delle minime invernali, troviamo che negli ultimi 5-7 inverni, la temperatura è costante… mentre negli anni subito prima era leggermente più alta. Ancora una volta, sul sito potete constatare che nulla è cambiato, realmente, negli ultimi 30 anni!

 

Helsinki-Malmi Airport, Uusimaa, Finland si affaccia sul Mar Baltico, un mare particolare… chiuso… il cui unico sbocco con l’oceano Atlantico è lo stretto tra la Danimarca e la Svezia…

Schermata del 2015-12-20 12:16:42

Valori decisamente altalenanti… ma sostanzialmente stabili negli ultimi 12 anni. Gli ultimi inverni hanno picchiato meno duro degli altri… ma tutto dipende dal Vortice Polare… da come si evolve dal “dove” proviene il freddo. Con una condizione di tipo SCAND+, ad esempio, li’ fa molto meno freddo… l’ondata gelida viene ostacolata e costretta a scendere verso SUD… verso i balcani… e da li’ con una retrocessione che in Molise conoscono bene… arriva sul bacino del Mediterraneo. Inverno meno freddo in Finlandia… molto nevoso, invece, nel centro-sud Italia. Esattamente quel che è accaduto negli ultimi 3 inverni!

Oslo Airport, Gardermoen, Akershus, Norway, è emblematica per quanto affermano che in Nord Europa ci sono state temperature torride. Sul sito poteve vedere le temperature dei singoli giorni degli anni. Qui di seguito trovate solo i valori medi degli ultimi 12 anni…

Schermata del 2015-12-20 12:22:59

Più che dire “quest’anno hanno avuto un’estate fredda“, bisognerebbe dire “lo scorso anno hanno avuto un’estate calda“.
Lo storico disponibile parte dal 1973… e in 42 anni… io non vedo alcun trend al riscaldamento globale… almeno per quanto riguarda le massime estive. Per le minime invernali si notano variazioni importanti… che andrebbero studiate insieme al Jet Stream e agli indici AMO, NAO, QBO ecc… ecc… Ma a livello climatico, per ora, non vedo variazioni “preoccupanti”.

 

Voliamo in Scozia… a Glasgow International Airport, Scotland, United Kingdom.

Schermata del 2015-12-20 12:27:48

Estate 2015 decisamente più fredda dello scorso anno… e comunque una delle più fredde degli ultimi 12 anni insieme a quella del 2007. Il resto è nella norma!

Se guardiamo lo storico (dal 1973) troviamo che l’oscillazione delle temperature estive medie varia tra i +17°C ai +22°C circa. Negli ultimi anni notiamo che il valore minimo di tali temperature è 18°… quindi possiamo affermare che esiste un leggero riscaldamento. Ma da cosa è dovuto? Ancora una volta, se lo confrontiamo con l’indice AMO, troviamo delle belle similitudini…

AMO GlobalAnnualIndexSince1856 With11yearRunningAverage

Delle correlazioni di tale indice con quell del pacifico PDO e con l’attività solare ne avevo parlato in un mio articolo di qualche tempo fa: DINAMICHE SOLARI: ATTIVITÀ SOLARE vs OCEANI

 

Restiamo nel Nord Atlantico… e voliamo in Islanda… a Reykjavík Airport, Capital Region, Iceland

Schermata del 2015-12-20 12:34:53

Il periodo dal 2003 al 2012 è stato il più caldo, almeno per le medie estive… Il resto è stato abbastanza costante. Ma l’Islanda viene bagnata da una serie di correnti, fredde nel nord, calde nel sud… è terra di immensi vulcani, sia superficiali che sottomarini… Che le temperature restino costanti è fondamentale. Altrimenti poveri noi!

 

Nuuk Airport, Nuuk (Godthåb), Kitaa, Greenland, si trova nel Canale del Labrador, sulle coste dell’immensa isola della Groenlandia…  un posto importante, per i “riscaldisti” perché è da queste parti che sono state fatte le foto dei ghiacci che si sono sciolti completamente negli ultimi anni. Ed è qui che, secondo molti esperti, si “tocca con mano” il riscaldamento globale antropico.

Schermata del 2015-12-20 12:40:29

Come vedete non c’è alcuna traccia di riscaldamento globale. Lo storico ci mostra una realtà diversa… con una temperatura media dell’estate 2015 identica a quella del 1973. Anche qui… l’indice AMO ha dettato legge… Gli anni più caldi, tra il 2003 e il 2014… coincidono con una deviazione importante della Corrente del Golfo… che invece di seguire il suo storico percorso attraversando l’Oceano Atlantico e dirigendosi verso il Nord Europa, scelse di virare verso Nord-Ovest, insinuandosi nel Canale del Labrador. Poi, a seguito del raffreddamento provocato dalla corrente fredda del Labrador, che scorre in superficie fino a largo di Boston, le cose hanno iniziato a tornare alle condizioni “standard”. Anche qui… lo storico ci mostra una realtà molto più stabile rispetto a quanto ci viene propagandato da molti media!

 

Logan International Airport, Boston, MA, United States

Schermata del 2015-12-20 12:45:43

In estate, a Boston, le temperature sono normali… in inverno… lasciamo perdere. Qualcuno sostiene che non negli ultimi anni non stia facendo cosi’ freddo come vogliano farci credere. Ma qui le carte parlano di trende… che se dovesse continuare… diverrebbe preoccupante!

Febbraio 2015… -12° di media… scorrendo lo storico… non troviamo un valore così basso neanche se torniamo indietro fino al 1948!!!! Divertitevi a guardarne gli andamenti… perché Boston è emblematica per 2 motivi… prima di tutto per la Corrente del Labrador… secondo per l’effetto “lake” causato dai grandi laghi del nord america. Durante l’inverno la neve arriva in abbondanza…  Ma purtroppo sul sito i dati della copertura nevosa sono pochi!

 

Tornando in Italia per concludere… Linate Airport, Milan, Lombardia, Italy

Schermata del 2015-12-20 12:53:19

Viene riportata una temperatura estiva media, per il 2003, pari a +35°C… per il 2015 +33°C. Per il resto, a parte il 2014 che tutti ricordano, la situazione appare sufficientemente costante.
Con lo storico disponibile possiamo notare come, rispetto alla fine degli anni ’70, le temperature siano leggermente aumentate… forse di un paio di gradi… ma anche la città è cresciuta… il caotico traffico di automobili e camion sulle tangenziali… il numero della popolazione… e tutto quanto legato alla circolazione atmosferica e alle temperature del mediterraneo.

 

Concludo questo post domenicale ricordandovi che, quando sentiamo in televisione frasi del tipo “non ha mai fatto così caldo” o l’equivalente freddo… spesso sono frasi ad effetto che nulla hanno a che vedere con la realtà dei fatti.

Vi invito, comunque, a visitare il sito… a cercare le località che più vi interessano e a vedere il dettaglio delle temperature. Scoprirete che, tutto sommato, non è proprio così preoccupante la situazione e che vi sono notevoli differenze anche a distanza di poche decine di km tra una città e l’altra. E tali differenze sono dovute all’orografia del territorio che deviano i venti o generano “cappe asfissianti”… come accade a Milano, Torino, Firenze, Frosinone, in parte Roma… ecc… ecc….

Buona Domenica

Bernardo Mattiucci
Attività Solare

 

 

  • Massimo Lodi Rizzini

    Ogni anno, quando sentiamo freddo, di solito diciamo:
    Non ha mai fatto un freddo così; e se sentiamo caldo diciamo: non ha
    mai fatto un caldo così”.
    Sant’Agostino

    Discorso 25, 3. Cfr. Opera
    Omnia di Sant’Agostino, Discorsi/1 (1-50), Nuova Biblioteca Agosti-
    niana, Città Nuova Editrice, Roma, 1979, pp. CXLVIII-1068.). Data-
    zione attribuita al Discorso 25: 410-412 a.D.