Lo straordinario riscaldamento Medievale al largo del Portogallo

Ci sono altre prove di questo straordinario riscaldamento dell’epoca medievale, durante il quale la temperatura sarebbe cresciuta fino ad alcuni gradi al di sopra dell’epoca moderna.

In questo caso, la ricerca, a cura dello studioso Abrantes e di altri ricercatori portoghesi, esamina le temperature della superficie marina al largo della costa di Porto, in Portogallo.

Si tratta di una valutazione importante per misurare l’andamento delle temperature del Nord Atlantico, basate sullo studio di un sedimento marino estratto al largo delle coste portoghesi, e dell’esame dei vari organismi ritrovati in esso (planctonici, diatomee, ecc).

La ricerca evidenzia, per il periodo medievale, delle temperature superficiali marine più elevate di almeno +1,2°C rispetto alle attuali.

Il periodo di grande caldo si estende all’incirca dal 900 al 1300 circa, con picco tra il 1000 ed il 1100, decisamente il Secolo più caldo degli ultimi 1000 anni; successivamente si evidenzia l’ingresso della Piccola Età Glaciale, con massimo di freddo attorno al XV e XVII Secolo.

Si tratta, come detto, di una conferma del periodo di grande caldo che ha interessato l’Atlantico centro settentrionale, che è a conferma dei dati documentati che illustrano un simile periodo per il nostro Continente.

Grafico tratto da http://c3headlines.typepad.com

01 apr 14 portogallo oceano

Fonte Web: http://freddofili.it/22/05/2014/lo-straordinario-riscaldamento-medievale-al-largo-del-portogallo/