UN ALTRO SCANDALO DI DATI TRUCCATI SUL RISCALDAMENTO GLOBALE!

Gli Stati Uniti si stanno effettivamente raffreddando dagli anni 30, quello che fu il decennio più caldo mai registrato!
di Christopher Booker 21 Giugno 2014

Quando le future generazioni cercheranno di capire come il mondo ha provocato un inutile panico sul riscaldamento globale, avvenuto verso la fine del 20° secolo, si stupiranno di poche cose se non dei trucchi adottati per fomentare la paura tra la popolazione, manipolando i dati ufficiali delle temperature. C’era già molta evidenza di questo 7 anni fa, quando stavo scrivendo la mia storia sulle paure di un possibile e reale riscaldamento, un vero disastro globale!

Ma adesso un altro scandalo è stato portato alla luce, un altro esempio schiacciante è stato scoperto da Steven Goddard che nel suo blog, US Real Science, ha dimostrato come le temperature vengono spudoratamente manipolate essendo state una delle registrazioni climatiche più influenti al mondo, con il grafico dei record di temperatura superficiale degli Stati Uniti, pubblicato dalla National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA).

screenhunter_545-jun-18-08-05 1

Goddard mostra come negli ultimi anni negli Stati Uniti, la climatologia storica accessibile in rete del NOAA (USHCN), è stata “manipolata” sostituendo il record delle temperature reali con i dati “generati” dai modelli al computer.
L’effetto di questa manipolazione, con il declassamento delle temperature precedenti, mentre sono state esasperate le temperature di questi ultimi decenni, dando così l’impressione di una Terra in riscaldamento, molto più di quanto effettivamente avvenuto, giustificandoli con dati alla fine non reali. In diversi post intitolati “I dati manomessi in USHCN/GISS”, http://stevengoddard.wordpress.com/data-tampering-at-ushcngiss/ Goddard mette a confronto i grafici delle temperature attualmente pubblicati con quelli basati solo sulle temperature misurate al momento.

screenhunter_544-jun-18-07-45 2

Questi mostrano che gli Stati Uniti si stanno effettivamente raffreddando già dagli anni 30, quello che risulta il decennio più caldo mai registrato; considerando che l’ultimo grafico, quasi la metà di esso sulla base di dati “fabbricati”, mostrano un riscaldamento ad un ritmo equivalente ad oltre 3°C per secolo.

screenhunter_532-jun-17-08-08 3

Quando ho iniziato ad esaminare il riscaldamento globale, non ho trovato nulla di più sconcertante che il modo degli scienziati riconosciuti ufficialmente, che continuando a mostrare quei dati truccati, come nella fattispecie il “bastone di hockey” grafico ridicolo, con la finta pretesa di dimostrare che il mondo era improvvisamente diventato molto più caldo che in qualsiasi altro momento degli ultimi 1.000 anni. Ogni teoria che ricorre in modo incoerente sul truffare le prove, ho concluso, non deve essere vista come scienza di tutti, ma semplicemente come un caso di studio piuttosto allarmante nelle aberrazioni della psicologia di gruppo.

http://www.telegraph.co.uk/earth/environment/10916086/The-scandal-of-fiddled-global-warming-data.html

Per una maggiore comprensione ai nostri lettori su quello che è saltato alla ribalta qualche giorno fa, inserisco alcuni link tratti sempre dal blog di Steven Goddard, dove viene spiegato molto bene che cosa e come sono avvenute le manipolazioni delle temperature degli ultimi decenni, da parte degli enti riconosciuti ufficialmente per la raccolta dei dati! Dopo Climategate 1 2 e 3 è arrivata un’altra pagina nera della climatologia…. non che ne avessimo il minimo dubbio, il sospetto lo abbiamo sempre avuto, ma certo è che, quando vengono scoperte le marachelle di alcuni enti ufficiali, che pur di avvalorare le loro tesi, fanno ricorso a magie da far arrossire il mago Silvan dei tempi migliori. Alla fine chi subisce la vera sconfitta è la scienza, quella scienza che dovrebbe garantire la massima serietà e trasparenza e che invece al contrario perde ulteriore credibilità a quella già persa!

https://stevengoddard.wordpress.com/2014/06/18/a-hockey-stick-of-data-tampering-in-the-northeastern-us/
https://stevengoddard.wordpress.com/2014/06/17/how-noaa-creates-a-heatwave-in-a-cooling-world/
https://stevengoddard.wordpress.com/2014/06/15/tampering-with-long-term-climate-history/
https://stevengoddard.wordpress.com/2014/06/15/ushcn-data-tampering-since-1998-worse-than-it-seems/
https://stevengoddard.wordpress.com/2014/06/15/nasa-hiding-the-decline-in-us-temperatures-through-data-tampering/

ENZO
SOLAR ACTIVITY

 

  • Pingback: Riscaldamento settentrionale | NUTesla | The Informant()

  • luca

    Ciao sono in perfetta sintonia con Enzo ,le fiammate calde sono dovute solo a forzanti naturali, ma ben presto la scarsa attività solare con l’annesso aumento dei raggi cosmici la faranno da padrone, trasformando per molti anni la faccia del pineta il un raffreddamento globale mai visto e registrato dal mondo scientifico . Si veda anche l’accentuata perdita termica delle masse oceaniche le quali prima o poi condizioneranno i blocchi continentali in raffreddamenti mai visti

     
  • Alessandro Castagna guardati le ultime dichiarazioni dell’agenzia spaziale europea dove si dice che i dati delle temperature elaborati dal IPPC sono errati perche dimostrano che c’è stata una stasi delle temperature negli ultimi 17 anni .Per loro invece c’è stato anche contro la logica piu elementare un aumento.Ed è evidente perchè.Infatti gli enormi stanziamenti europei per combattere il GWA sarebbero stati annullati.

     
  • matteo

    deduco che si scrivono articoli o non verificando le fonti (ma…la neve in bulgaria dove è finita?) oppure non sapendo come vengono trattati i dati.

    Ma si sa, le fonti ufficiali non sono mai attendibili…………….no?

     
  • Prima di pubblicare queste (false) notizie sarebbe meglio fare una veloce ricerca online, sul sito del NOAA viene spiegato come e perchè vengano “aggiustati” i raw data http://www.ncdc.noaa.gov/oa/climate/research/ushcn/ushcn.html. Se non credete ai dati che vengono pubblicati dagli enti scientifici sarebbe meglio che parlaste di sport o politica. La scienza si basa solo sui dati.E comunque Steven Goddard è solo uno psudonimo, quanto è attendibile (e in buona fede) uno che non ci mette nemmeno la faccia?

     
    • Nasa, Noaa, Ipcc ecc… ecc…, ovvero tutti i tuoi amichetti di merende, avevano parlato esplicitamente di inverni miti (con possibilità di fare il bagno) sulle Isole Britanniche già diversi anni fa… A me sembra che le cose siano andate in modo un tantino differente. Com’è che saltate fuori con i dati scientifici che vanno presi alla lettera solo quando vi fa comodo? Dov’erano gli SCIENZIATI CHE CI METTONO LA FACCIA quando hanno parlato di ORSI POLARI IN ESTINZIONE quando è palesemente falso?
      Dov’erano gli ESPERTONI DEL NOAA quando venivano estorti con le stronzate 2000 miliardi di dollari l’anno con la scusa che a causa della CO2 emessa dalle attività umane la temperatura sarebbe aumentata di 1, 2, 4, 6 o anche 8 e 10°C da qui al 2050 o 2100 a seconda dell’occasione, quando in realtà la temperatura media sta diminuendo da oltre 18 anni?

      Prima di parlare… sarebbe il caso di informarsi anche in altri ambiti. Non è detto che chi ha un titolo per parlare dica sempre e solo la verità!

      Uno scienziato, nel 2005, diceva che il ciclo solare 24 sarebbe stato debolissimo. La NASA diceva che sarebbe stato il più potente della storia.
      Lo scienziato è stato messo nelle condizioni di non poter parlare. La NASA continuava a sostenere la sua tesi. E abbiamo visto com’è andata a finire.

      Pertanto… se vuoi credere ciecamente ai dati del NOAA e della NASA accomodati pure….

      BM

       
      • matteo

        Scusa bernardo, la temperatura media non sta diminuendo….altrimenti non si spiegano i record tutti nella top ten della decade 2000-2010, senza contare 2011 e 2012……a meno che non si voglia partire dal 1997-1998, allora qui è un altro paio di maniche, ma non si parla più di scienza ma di interpretazioni ad personam.
        I dati e le simulazioni vanno interpretate, i grafici di previsione di temperatura vanno analizzati, vanno visti i parametri utilizzati….e così, analizzandoli in modo scientifico, e non trovando la prima cosa in rete di gente che la scienza non la conosce (altrimenti affidiamoci a Madrigali e siamo tutti contenti).

         
        • Attività Solare

          Matteo, quella che per te è una prova inconfutabile del riscaldamento globale, ovvero i numerosi “picchi” di temperatura, è invece una prova dell’esatto contrario.
          Se fosse in atto un riscaldamento globale, questo si manifesterebbe sia con l’aumento delle temperature massime, sia con l’aumento delle minime. E questo per il semplice fatto che aumenta l’energia totale nel sistema climatico terrestre.
          Purtroppo per te stanno aumentando solo gli estremi… ovvero è in corso l’estremizzazione del clima… e la paleoclimatologia insegna che il clima diventa “estremo” sempre e solo in occasione quando c’è un cambiamento del trend.

          Se poi a questo aggiungi il fatto che le correnti a getto sono scese di latitudine e che l’estensione dei ghiacci antartici è semlicemente ENORME, forse capisci di cosa sto parlando.

          Durante un periodo di transizione interglaciale, che si verifica per un tempo complessivo di circa 10.000 anni tra un Periodo Interglaciale Caldo ed uno Freddo, si ha una diminuzione della zona temperata ed un aumento via via maggiore e più veloce, delle calotte glaciali. L’energia totale del sistema diminuisce, ma prima che se ne abbiano effetti PLANETARI, si ha un aumento degli eventi meteo estremi in quanto l’energia contenuta nel mare alle medio-basse latitudini è ancora molto alta… mentre diminuisce sempre più quella alle medio-alte latitudini. Questo cambiamento instaura movimenti atmosferici di tipo “meridiano”… ovvero le onde di Rossby diventano sempre più accentuate verso il basso e questo comporta violenti sbalzi di temperatura.
          Nel lungo termine, dipendente comunque dall’attività solare e dalla velocità di raffreddamento (che ti ricordo è 4 volte maggiore rispetto a quella del riscaldamento), si ha un generale raffreddamento del pianeta a partire dalle latitudini più alte per scendere fino alle nostre…
          …e purtroppo è proprio alle nostre latitudini che si hanno gli effetti maggiori… dove cioè si ha lo scontro tra masse d’aria fredda di origine continentale e masse d’aria calda di origine marina.

          Ma se per esigenze lavorative tu hai deciso di credere ciecamente alla pseudo teoria del Riscaldamento Globale che di scientifico non ha assolutamente nulla…. quanto da me scritto te lo potrebbe anche giurare un premio nobel… per te risulterebbero sempre e comunque delle stronzate.

          Pertanto è solo tempo sprecato quello che mi hai fatto perdere nel risponderti!

          Bernardo

          P.S.:
          – 15 anni fa affermavate (non tu, ma quelli che la pensano come te) che 1 ANNO NON FA TENDENZA.
          – 10 anni fa affermavate che 5 ANNI NON FANNO TENDENZA.
          – 2 anni fa affermavate che 10 ANNI POTREBBERO NON FARE TENDENZA.
          – TRA QUALCHE ANNO VI RENDERETE CONTO CHE LA TENDENZA NON LA FANNO LE TEMPERATURE… MA L’ATTIVITÀ SOLARE… CHE È IN CALO SIN DAL CICLO SOLARE 22 (PER NON CONTARE IL CALO RELATIVO AL 19) E CHE NON TORNERÀ AD AUMENTARE (CICLO DI 350-400 ANNI) ALMENO FINO AL 2080-2100!

           
    • Beh… Dire che goddard non ci mette la faccia scusami ma mi scappa proprio da ridere!! 😀 Enzo

       
      • matteo

        Beh visto che usa uno pseudonimo per scrivere 🙂

        Ah, a proposito, quali sarebbero le credenziali di questo “goddard”? Così, tanto per dire………………

         
        • Attività Solare

          Tu sei sempre convinto che non importa ciò che si dice… ma chi lo dice?
          Quindi se un premio Nobel, con 3 o 4 lauree, un master e quant’altro, afferma pubblicamente che gli asini possono volare, tu ci credi a prescindere?

          Ergo… per dire la verità uno deve prima di tutto mostrare le proprie credenziali?

          ovvero… per parlare ed essere nel vero bisogna per forza essere degli scienziati super-mega-esperti e decorati?

          Bernardo

           
          • matteo

            Beh Bernardo, in ambito scientifico i titoli PER FORTUNA contano. Altrimenti avremmo l’ambiente invaso dai ciarlatani. BAsti vedere in ambito meteorologico….elettrotecnici che si improvvisano esperti scienziati, mentre invece sono pregni di supponenza ed ignoranza, eppure riescono ad imbonire centinaia di persone. Ecco, questo il rischio che si corre. Ciò non vuol dire che TUTTI gli scienziati dicono cose serie. Ma ti assicuro che astrofisici, meteorologi, fisici non ci si improvvisa dall’oggi al domani. Ma qui la cosa non sembra nemmeno presa in considerazione. Tutti pezzi di carta inutili.

             
        • Evidentemente se scrive in anonimato non è perchè rischia di suo? Come tanti altri scienziati che sono stati messi in un angolo e zittiti perchè hanno soltanto la colpa di pensarla in maniera diversa? 😀

           
          • matteo

            Ogni scienziato, come detto, ha modo di pubblicare sulle riviste scientifiche. Forse il motivo è che questa persona scienziato non lo è……….

             
          • Benissimo, allora mettiamogli il bavaglio a queste persone, perchè non è uno scienziato così soltanto gli scienziati possono parlare in manierà che possano dire tutto ciò che vogliono senza che nessuno li possa smentire!! Mettiamo a zittire quelli che studiano da decenni ma che non hanno una laurea! Mentre diamo credito a scienziati che hanno una laurea, ma che non sanno neppure come è arrivatal Evviva la scienza quella fatta di interessi, perchè se la pensi diversamente non ti caga nessuno e muori di fame! Evviva il pluralismo!! 🙂

             
    • Perfettamente d’accordo

       
    • Beh se uno ci mette la faccia non si nasconde di certo dietro ad un nick. Tra l’ altro Tony Heller, aka Goddard, è un laureato in ingegneria elettronica. Quali sono i suoi studi di fisica dell’ atmosfera e climatologia? Senza dimenticare la sceneggiata della storia della morte di S. Goddard… Ora mi spiego come mai Wanna Marchi abbia fatto tanto successo in Italia. PS Ora guardo il secondo il tempo con i amichetti del NOAA e dell’ IPCC 😀

       
  • Ora mi sento autorizzato a ridere in faccia al prossimo che su questa pagina posterà link che evidenziano temperature medie stile altoforno 😀

     
  • idioti!!!

     
  • Federico Maggiore

    Sono un lettore da mesi di queste pagine, incuriosito dalla faccenda riscaldamento-raffreddamento. A questo punto sento però il bisogno di capire qual è la vera situazione, vorrei dei chiarimenti per capirla una volta per tutte. Visto che leggendo i vari articoli e commenti mi sto solo facendo un’idea della reale situazione climatologica, potrei chiedere (anche direttamente ad Enzo) di stilare un articolo che faccia una sintesi per chi, come me, non conosce l’argomento? O magari anche solo indicarmi alcuni articoli-chiave che spieghino il perché di siti pro global warming che combattano la “disinformazione” (come questo http://goo.gl/qmIGdK o questo http://goo.gl/Ux0B7J).
    Grazie davvero per la risposta.

     
    • Ciao Federico, se cerchi indietro nella pagina potrai farti un’idea con molti articoli appositi, di cosa c’è dietro il global warming antropico e di quanti interessi girano dietro questa bufala costruita ad arte per procurarsi i finanziamenti necessari per poter portare avanti la baracca.
      Ogni qual volta qualcuno viene fuori con l’idea che ci vogliano le credenziali per poter dire la verità o capire quello che sta accadendo, altrimenti si è soltanto stupidi. La presunzione è quella di pensare di sapere tutto essendo climatologi con titoli e che quello che dicono non può essere sbagliato, questo perchè sono climatologi. Questo è ridiciolo! Uguale al cammino che i politici fanno quando non riescono a convincere i popoli a intraprendere la loro strada seguendoli come dei pecoroni. Così vieni estromesso dal sistema come tanti scienziati messi in un angolo e zittiti perchè la pensano in modo diverso! Evviva la scienza evviva il pluralismo!Io non sono un climatologo o un astrofisico, ma ti posso dire quasi con certezza che il sole si prenderà la sua rivincita su questi sapientoni, magari soltanto tra qualche anno. E’ solo questione di tempo. 😉

       
  • .. chissà perché la cosa non mi sorprende affatto .. :-/

     
  • questo è per chi crede che sia impossibile truccare i dati!

     
  • E i ghiacciai?

     
  • E quindi?

     
    • E quindi nessuno afferma che le temperature non siano leggermente aumentare, ma un conto è affermare che siano aumentate a causa di driver naturali un altro conto e affermare con trucchetti voler dimostrare che le temperature sono aumentate per la forzante antropogenica! 🙂 Enzo