ll Sistema Solare, visto da un turista dello spazio: i pianeti giganti!

Emozionato come un bambino che riceve il suo regalo di compleanno, il nostro turista spaziale si era lasciato andare ad increduli “wow”, contornati da espressioni facciali assolutamente uniche.

I pianeti giganti che orbitano intorno a quella stella erano semplicemente fantastici. Uno più bello dell’altro… ed era semplicemente impossibile stabilire quale fosse il più affascinante.

1445963421_nettuno

Nettuno, il più esterno di tutti, orbita ad una distanza media di 4.5 miliardi di km dalla stella Sole. Solo in uno spazio immenso, circondato da 10 anelli di polvere e 14 satelliti, sembra un sistema planetario in miniatura. La sua orbita è abbastanza stabile, anche se periodicamente sembra presentare delle anomalie che a qualche scienziato hanno fatto venire dei dubbi sull’eventuale presenza di qualche altro corpo massiccio più esterno. Dubbi che, tutt’ora, procurano notti insonni a decine di scienziati. Quel pianeta enorme, gassoso, di colore blu intenso, si legge sul computer di bordo, ha appena completato la sua PRIMA orbita da quando è stato scoperto dal lontano 1843. Che bello che è…

Proseguendo il viaggio verso l’interno del Sistema Solare, il nostro turista si è ritrovato a transitare nei pressi del secondo gigante gassoso (dall’esterno), ovvero Urano.

Urano

Molto simile a Nettuno, sia per la composizione chimica dell’atmosfera, sia per le dimensioni (Urano, 49.500 km di diametro; Nettuno, 51.000 km), ma distante dalla stella Sole, in media, “appena” 2.8 miliardi di km!
Anche questo pianeta, dall’intenso colore verde-celeste, ha 13 anelli di polveri e ben 27 satelliti! Incredibile. Mai avrebbe immaginato un sistema planetario così complesso. Eppure ci stava viaggiando dentro da mesi ormai… E questo era appena il secondo degli 8 pianeti principali (oltre ad una serie indefinita di nano pianeti e asteroidi di varie dimensioni).

Dopo un lungo periodo di viaggio nel vuoto più assoluto, dovuto alle distanze interplanetarie da percorrere a velocità di poche decine di migliaia di chilometri orari, il nostro amico si trova davanti un gigantesco, immenso, enorme, inimmaginabile pianetone marrone: Saturno!

saturno

Con i suoi 120.000 km di diametro, è il secondo in ordine di grandezza! Ha 16 anelli di polvere che lo rendevano inconfondibile e ben 62 satelliti, qualcosa di assolutamente incredibile che si muove lentamente a 1.4 miliardi di km dal Sole. È uno spettacolo che lascia a bocca aperta e solo l’aiuto del computer di bordo può visualizzare in sequenza, sullo schermo, tutti i satelliti di quel complesso sistema di masse in movimento.

Il più grande di tutti, caratteristico sia per dimensioni, “potenza magnetica” che di natura, c’è poi Giove.

Giove

Poco più di 140.000 km di diametro, 4 anelli e 67 satelliti, Giove è, per molti versi, una stella mancata! La sua massa corrisponde a circa 2.4 volte quella di tutti gli altri pianeti messi insieme e questo ne fa un vero “colosso”… un mostro dalla straordinaria forza di gravità, ma anche, e soprattutto, dall’enorme potenza del proprio campo magnetico. Un campo magnetico talmente potente da influenzare pesantemente anche l’attività magnetica dello stesso Sole!

 

4 splendidi pianeti giganti, uno diverso dall’altro, posti a distanzi siderali incredibili che solo l’immaginazione può a permetterci di attraversare in tempi brevi, sono una caratteristica inconfondibile del sistema planetario Sole, attraversato a velocità incredibile dal nostro turista spaziale.

 

 

Il viaggio continua…

 

 

Bernardo Mattiucci
Attività Solare