L’India ha intenzione di più che raddoppiare la produzione di carbone nei prossimi 5 anni

L’India ha intenzione di più che raddoppiare la produzione di carbone nei prossimi 5 anni

27 Agosto 2015 – K2P Blog (Svezia): http://ktwop.com/2015/08/26/india-to-more-than-double-coal-production-in-next-5-years/

Traduzione a cura di Mauri Ses.

coalindia2

La produzione di carbone in India non è al passo con i consumi. Uno dei punti deboli è stata la produzione privata di carbone che avrebbe dovuto crescere molto più velocemente, ma il suo sviluppo è stato ostacolato da truffe e regolamentazioni burocratiche. Gli ultimi sviluppi parlano del Disegno di Legge Speciale sulle Miniere di Carbone che è stato approvato lo scorso mese di Marzo e ha lo scopo di incoraggiare il settore privato e consentire investimenti esteri attraverso una filiale (controllata) Indiana.

Il governo è molto ambizioso e si pone come obiettivo una produzione annua nazionale di 1,5 miliardi di tonnellate entro il 2020, che è 2,5 volte più grande degli attuali 600 milioni di tonnellate.

La Statunitense Energy Information Administration (EIA) riporta:

I consumi di carbone in India, in particolare nel settore dell’energia elettrica, stanno superando la produzione nazionale Indiana. Dal 2005 al 2012, la produzione di carbone in India è cresciuta solo del 4,7% all’anno arrivando a circa 600 milioni di tonnellate, mentre la potenza dell’energia elettrica prodotta a carbone del paese è cresciuta ad un ritmo molto più elevato (circa il 9,4% annuale), raggiungendo i 150 gigawatt. Per contribuire a risolvere la carenza nelle forniture di carbone e per sostenere l’espansione della produzione a carbone, l’India ha fissato come obiettivo una produzione che raggiunga 1,5 miliardi di tonnellate entro il 2020. I cambiamenti recenti nelle politiche e nelle pratiche di governo possono svolgere un ruolo chiave nella capacità dell’India di soddisfare questo obiettivo nella produzione di carbone.

Portare all’aumento della produzione di carbone da parte del suo produttore nazionale.

La Coal India Limited (CIL), il produttore nazionale di carbone responsabile di oltre l’80% dell’attuale produzione dell’India, inizialmente ha previsto di produrre 1 miliardo di tonnellate metriche di carbone per il 2020, quasi il doppio della sua produzione per il 2015. Anche se la CIL ha poi ridimensionato le sue attuali aspettative a circa 900 milioni di tonnellate, la sua produzione annuale deve crescere ancor più velocemente rispetto all’attuale tasso di crescita per consentire il raggiungimento del suo nuovo obiettivo. Dal 2012, la CIL ha aumentato la produzione di carbone con l’outsourcing / esternalizzazione delle operazioni di produzione a società private e straniere, nel tentativo di migliorare la meccanizzazione e le competenze nel settore minerario e lavorando per aderire ad un dettagliato piano minerario allo scopo di raggiungere il suo obiettivo di produzione per il 2020.

Incoraggiare una maggiore partecipazione privata e straniera.

Nel mese di agosto 2014, le accuse di comportamenti scorretti, l’accaparramento di risorse nel settore del carbone, la volatizzazione di finanziamenti governativi, e la mancanza di trasparenza hanno costretto la Corte Suprema dell’India a revocare 214 licenze per il carbone assegnate al settore pubblico e privato, che rappresentano il 9% della produzione per il 2013. Il Ministero del Carbone ha rapidamente rimesso all’asta molte di queste proprietà per ridurre al minimo le ripercussioni derivanti dalla cancellazione (delle licence), ma l’impatto sulla produzione derivante da questa redistribuzione delle proprietà del carbone è incerto.

L‘attività mineraria privata può essere ampliata ulteriormente grazie al Disegno di Legge Speciale sulle Miniere di Carbone approvato in Marzo. Questa legge apre le porte al settore commerciale dell’estrazione mineraria del carbone, gestito sia da società private che da società straniere che abbiano una filiale indiana. Il governo sta ora valutando le conseguenze che potrebbe avere un’asta generale per il carbone destinata all’assegnazione delle proprietà per lo sviluppo commerciale – un cambiamento significativo per una industria del carbone che è nazionalizzata da 40 anni.

La semplice realtà è che il carbone è essenziale per lo sviluppo e la crescita dell’India.