L’EMISFERO NORD TORNA SENZA MACCHIE

Dopo meno di un mese, torna spotless l’emisfero nord! Era esattamente il 3 settembre 2014 quando l’ultimo giorno senza macchie al proprio interno venne conteggiato!

Questo è chiaramente un altro segnale, se ne avevamo ancora bisogno, di come l’emisfero nord funzioni a marce ridottissime ormai dall’inizio di questo SC24.

latest_1024_HMIIC

 

In questa pagina l’ho ripetuto ormai alla noia, in questo periodo di massimo solare non dobbiamo stupirci se ogni tanto il sole si ricorda di produrre qualche flare di classe M (lasciamo perdere i classe X, che sono diventati ormai una rarità per questo ciclo) o qualche CME! Dicevo, non dobbiamo stupirci di sparuti periodi di un numero esiguo di flare, ma al contrario lo dobbiamo fare per come il sole stia ad una serie incredibile di spotless emisferici, dati nella maggior parte delle volte dall’emisfero nord, quell’emisfero che ormai sappiamo in continuo stallo da ormai 8 mesi.

Se poi andiamo a contarli dall’inizio dell’anno, scopriremo che le giornate senza macchie dell’emisfero nord sono state ben 19, invece 4 quelle dell’emisfero sud!

Non male per essere nel picco del ciclo 24! Vero? 😉

Lo spettro di un grande minimo prolungato diventa sempre più probabile nei prossimi anni!

 

ENZO

ATTIVITA’ SOLARE

 

  • azz .. peccato per due micropixels appena entrati a nordest.

     
    • Contano anche i brufolini invisibili! Questo è il modo che ha il NOAA di paragonare il passato con il presente! Complimenti Poi mi paragonano il ciclo 24 con il 14 ahahahahah Contando così lo si potrebbe paragonare anche al ciclo 19 senza trovare particolari differenze!! 😀 😀 Enzo

       
  • intanto l atlantico continua a restare senza nemmeno una tempesta tropicale , ce mai stato negli ultimi 30 anni un atlantico cosi’ freddo ?

     
  • Raimondo

    Credo che sappiamo ancora poco di come funzione il sole.

     
  • bene, è stato un periodo movimentato l’ultimo, serve un po di tranquillità; i ghiacci artici crescono più lentamente dell’anno scorso anche se l’antartico è in surpluss, quindi il Noaa, con le trombe e i megafoni presto annuncierà che c’è la crisi autunnale dell’artico