Le misurazioni? Per la NASA non servono!

Avete presente l’infinita discussione sul ghiaccio Artico che secondo la NASA si sta sciogliendo?

Bene… sappiate che la NASA ha “stimato” la quantità di ghiaccio presente in Artico dal 1984 ad oggi, sulla base di una serie di dati incompleti.
Ed è grazie a tali stime che oggi si può affermare “senza ombra di dubbio”, che il ghiaccio si sta sciogliendo. Anche se ciò non è assolutamente vero!

 

Peccato che poi la gente ci crede… perché un conto è ricostruire l’andamento del ghiaccio artico sulla base di dati verificabili, tutt’altra cosa è farlo sulla base di ricostruzioni al PC.

In pratica… ci si sta allontanando sempre più dalla realtà. E questa non è una buona cosa. 🙁

 

Guido Guidi l’ha commentato ieri…

 

Buona giornata (si spera)

Bernardo Mattiucci
Attività Solare

 

  • aldeg

    bisogna anche dire che le misurazioni del 1980 non avevano risoluzioni del 15%, o del 30, riguardo la concentrazione dei ghiacci. Le stesse misurazioni satellitari venivano quindi stimate. Per avere le risoluzioni al 15 % bisogna arrivare al 2000; di conseguenza non si possono mettere a confronto le rilevazioni attuali al 15% di concentrazione dei ghiacci con quelle degli anni’70-’80, che facevano una stima generale…

     
    • Vero e concordo pienamente. Ma di questi “dettagli” ai patiti dell’AGW non gliene frega un cazzo!

      Bernardo