L’AUSTRALIA DEFINITA LA PATRIA DEL GLOBAL WARMING CON TEMPERATURE SOTTO LA MEDIA!

E’ notizia di questi giorni che l’Australia, la patria definita del Global Warming, sia stranamente con temperature ben al di sotto della media del periodo!
Non che questo mi sconvolga la vita e credo non sconvolga neanche la vostra, diciamo ci potrebbe anche stare, visto che il continente australiano è nel pieno della stagione invernale.

Ma quello che lascia perplessi, come al solito, è che l’informazione di parte non ne dia notizia, ma al contrario ne ignori addirittura l’esistenza!

screenhunter_908-jul-08-08-36

Ma statene certi che tra qualche settimana, quando le temperature torneranno al di sopra della media del periodo, le stesse faranno a gara per pubblicare la notizia che la temperatura ha superato di uno 0,00001°C la media del periodo, allora a quel punto bisognerà trovare immediatamente i rimedi a questa catastrofe planetaria! 😀

E’ si… quando si dice pluralismo!

Viviamo in tempi interessanti.

ENZO
ATTIVITA’ SOLARE

 

  • ..il decennio 2005 a oggi sarà stato più o meno stazionario o in lieve calo, immagino .. per i prossimi 10/15 anni cioè fino almeno al 2030, non aspettiamoci certo un aumento delle temperature globali, bensì un sempre più deciso e marcato calo .. dati i decorsi dell attività magnetica solare degli ultimi 10/11 anni … :-//

     
  • La dicano come vogliono in qualche parte del nostro stesso pianeta oggi è nevicato e in qualche zona ha fatto i suoi 40 gradi..ovvero…tutto l,in contrario di tutto..da ieri ..oggi e un domani

     
  • ..certo Giorgio:) .. attorno al ’90 si è avuto il più potente solar max della storia moderna, quello del ciclo 22 .. appena 10 anni dopo c è stato il solar max del ciclo 23 (cmq già quasi dimezzato come potenza) .. gli effetti climatici di quei due ultimi solar max combinati, si sono avuti quindi fra il ’95 e il 2005 .. da allora l attività solare è andata sempre in calo fino al “botto” del solar max attuale 24 .. paragonato al n○5 del Dalton !! ..ma che global warming volete aspettarvi x l immediato futuro, voi serristi ? .. giusto quello degli ape-taxi di Calcutta e Bombey !! :O .. dai, scolliamoci un po dalla singola cartina o grafico, per valutare tutto l insieme serenamente, grazie 🙂

     
  • ..Gianni Dioguardi 🙂 .. penso che forse potrebbero accadere più frequentemente fenomeni di dislocazione del VP artico, come avvenuto lo scorso inverno in Nordamerica , con risalite anomale di aria calda sui versanti continentali opposti, ( Alaska e Scandinavia ) .. ci sono anche testimonianze storiche di inverni in cui mentre l Europa ghiacciava, a New York faceva caldo .. e tutti si chiedevano se la CDG non avesse cambiato percorso … quindi forse maggiori fluttuazioni climatiche prima che il calore residuo globale ceda definitivamente il passo ad un più diffuso e generalizzato cooling globale .. facilmente prevedibile con largo anticipo di circa 11 anni sull attività solare del momento presente … 🙂

     
  • ..Gianni Dioguardi 🙂 .. penso che forse potrebbero accadere più frequentemente fenomeni di dislocazione del VP artico, come avvenuto lo scorso inverno in Nordamerica , con risalite anomale di aria calda sui versanti continentali opposti, ( Alaska e Scandinavia ) .. ci sono anche testimonianze storiche di inverni in cui mentre l Europa ghiacciava, a New York faceva caldo .. e tutti si chiedevano se la CDG non avesse cambiato percorso … quindi forse maggiori fluttuazioni climatiche prima che il calore residuo globale ceda definitivamente il passo ad un più diffuso e generalizzato cooling globale .. facilmente prevedibile con largo anticipo di circa 11 anni sull attività solare del momento presente … 🙂

     
  • Ciao Giorgio 🙂 .. ma sai, non penso affatto che servano tutti questi decenni x vedere e sperimentare eventi propri e caratteristici di un global cooling .. secondo me è già tuttora in corso .. dal 2018/20 poi, il raffreddamento sarà già molto più evidente rispetto ad oggi, ma forse anche da prima di quella data .. 🙂

     
    • Occorre confrontarsi sempre con i dati storici per poter fare qualche piccola previsione.Ovviamente certezze non le ha nessuno di noi.Vedremo.Un singolo episodio gelido o un’intera stagione non fa testo.Ci vuole almeno un decennio per poter costruire un minimo di tendenza.Purtoppo ragioniamo sempre nel corto periodo e spesso ci affidiamo a semplici senzazioni.Ma cosi non si va da nessuana parte 😉

       
  • Ciao Giorgio 🙂 .. ma sai, non penso affatto che servano tutti questi decenni x vedere e sperimentare eventi propri e caratteristici di un global cooling .. secondo me è già tuttora in corso .. dal 2018/20 poi, il raffreddamento sarà già molto più evidente rispetto ad oggi, ma forse anche da prima di quella data .. 🙂

     
    • Occorre confrontarsi sempre con i dati storici per poter fare qualche piccola previsione.Ovviamente certezze non le ha nessuno di noi.Vedremo.Un singolo episodio gelido o un’intera stagione non fa testo.Ci vuole almeno un decennio per poter costruire un minimo di tendenza.Purtoppo ragioniamo sempre nel corto periodo e spesso ci affidiamo a semplici senzazioni.Ma cosi non si va da nessuana parte 😉

       
  • ..beh, se è vera la teoria del ricercatore David Evans, e personalmente penso che lo sia .. che stiamo vivendo le condizioni climatiche globali relative all attività solare di circa 11 anni fa, quindi del 2003/4, quello che ci attende, climaticamente parlando, non può che essere un ulteriore progressivo cooling globale, in sintonia con il proseguimento in discesa dell attività magnetica solare, che tutt ora nn accenna proprio ad alcuna inversione di tendenza al calo .. anzi .. quindi come lo prevedono un AGW ? Solo dai tubi di scappamento delle automobili e dei motorini?? .. Se non invece dalle cicliche variazioni dell Attività magnetica solare ?!! 🙂

     
  • Vi seguo da pochissimo e sono curiosissimo! Potreste consigliarmi qualche link inerente alle argomentazioni citate da Omar se possibile?
    Molte volte capisco solo a metà alcuni commenti o recensioni, a causa di lacune.. Grazie! 🙂

     
  • ah! quindi se le mappe sono colorate di azzurro sono affidabili? No, perchè quando linko i grafici o le mappe delle anomalie delle T mi dite sempre che sono falsate…

     
  • Dai che questo è l anno più caldo degli untimi 10000 anni ahahahaha io sto aprendo gli occhi da circa due mesi!!! Facendomi una certa cultura in merito grazie a voi !!!! Continuate che siete grandi!!!!!

     
    • Grazie per i complimenti Omar! Ma è probabile che adottando la tecnica al radiocarbonio riusciranno a trovare che le temperature del 2014 saranno le più calde da quando si è formata la Terra! 😀 Enzo

       
    • gli studi possono dire ciò che vogliono, la realtà, quella che viviamo ogni giorno, ci dice che è luglio e fa freddissimo, e piove, e la frutta di stagione sugli alberi non è matura. io 2+2 lo so fare, loro hanno bisogno di fare altri studi! soldi buttati

       
    • il decennio 1995/2005 e’ stato il piu caldo dell’ultimo millenio.
      Ora siamo in fase di uscita -0,1c nell’ultimo decennio.Per buttare giu150 anni di riscaldamento continuo occorre pazienza…
      Ciao Giorgio

       
    • il decennio 1995/2005 e’ stato il piu caldo dell’ultimo millenio.
      Ora siamo in fase di uscita -0,1c nell’ultimo decennio.Per buttare giu150 anni di riscaldamento continuo occorre pazienza…
      Ciao Giorgio

       
    • Siamo tornati sui livelli degli anni 80 (piuttosto caldi ancora…..)Giorgio

       
    • Siamo tornati sui livelli degli anni 80 (piuttosto caldi ancora…..)Giorgio

       
    • Servira’ un trentennio di bassa attivita solare per ritornare alle T di meta’ 800 e cioe’ al periodo in cui siamo usciti dall’ultimo periodo freddo corrispondente al minimo di Dalton.Il sole ha i suoi cicli di 200 anni : 4 PEG con cadenza bicentenaria segiute da un optimum (1850/2000) ogni 1000 anni.
      Giorgio

       
    • Servira’ un trentennio di bassa attivita solare per ritornare alle T di meta’ 800 e cioe’ al periodo in cui siamo usciti dall’ultimo periodo freddo corrispondente al minimo di Dalton.Il sole ha i suoi cicli di 200 anni : 4 PEG con cadenza bicentenaria segiute da un optimum (1850/2000) ogni 1000 anni.
      Giorgio

       
    • purtroppo siamo ancora lontani dagli anni ’80 😉 http://www.cru.uea.ac.uk/cru/data/temperature/HadCRUT4.png

       
    • purtroppo siamo ancora lontani dagli anni ’80 😉 http://www.cru.uea.ac.uk/cru/data/temperature/HadCRUT4.png

       
    • c’e sempe il discorso delle centraline……meglio seguire le T satellitari.Consiglio UAH.

       
    • c’e sempe il discorso delle centraline……meglio seguire le T satellitari.Consiglio UAH.

       
    • non mi sembra che ci siano grosse differenze tra i 2 grafici… http://nsstc.uah.edu/climate/2014/may2014/tlt_update_May2014.png

       
    • non mi sembra che ci siano grosse differenze tra i 2 grafici… http://nsstc.uah.edu/climate/2014/may2014/tlt_update_May2014.png

       
    • mi pare di essere stato chiaro: decennio 1995/2005 il piu caldo del millennio.Ora lieve fase di calo.Lievissima.0,1c.Fa ancora caldo,inutile negarlo,pero’ e’ pur vero che il GW e’ alle spalle.

       
    • mi pare di essere stato chiaro: decennio 1995/2005 il piu caldo del millennio.Ora lieve fase di calo.Lievissima.0,1c.Fa ancora caldo,inutile negarlo,pero’ e’ pur vero che il GW e’ alle spalle.

       
    • si, ma non siamo ai livelli degli anni ’80, capita a tutti di sbagliare 🙂

       
    • Continuo a ripetere che per certi mutamenti climatici importanti,la nostra generazione non vedrà un bel niente se non i classici e normali oscillamenti intervallati da fasi fredde alternate a fasi calde qua e là per il globo…quindi rassegnamoci a vivere la nostra corta vita con gli spaccati climatici che ci toccheranno..quindi ne riscaldamenti globali ne tantomeno ere glaciali stile dogi di Venezia del 1700

       
    • @Alessandro.Hai fatto bene a puntualizzare.Ho fatto riferimento agli anni 80 nel senso che la botta pazzesca calda degli anni 90, causata sopratutto dal mega NINO 1997/8 e’ alle spalle.C’e’ voluto un decennio per smaltire gli effetti di quella spaventosa scaldata.Dubito che possa ripetersi un altro evento del genere.Spero proprio di no.

       
    • Il ciclo ENSO e’ in assoluto il fattore principale del GW o del GC.Tre NINA di fila e poi vedi bella che caduta termica globale.Anche una sola bella tosta come il 97/98 pero’ al contrario. 😉

       
    • Infatti sembra che dal 2015 al 2017 superato questo NINO da quattro soldi avremo una NINA come si deve

       
    • A rigor di logica c’e’ da aspettarsela.Questo NINO non parte e questo e’ un segnale…..Le anomalie calde in profondita’ sono gia emerse ma I rusultati sono stati molto scarsi.