L’AREA DEI GHIACCI MARINI COMPLESSIVI IN CONTROTENDENZA

Nel grafico sotto viene evidenziata la situazione al 2 aprile della media dei ghiacci marini complessivi.

Si nota molto bene, come negli ultimi 12 mesi, la zona globale di ghiaccio marino sia stata al di sopra della norma, con i dati attualmente disponibili da quando sono iniziate le rilevazioni, cioè dal 1981.

Quindi al momento, le speranze degli allarmistici riscaldisti di una possibile fusione totale dei ghiacci, sono posticipate a data da destinarsi.

screenhunter_73-apr-04-18-06

http://arctic.atmos.uiuc.edu/cryosphere/timeseries.global.anom.1979-2008

Enzo
Solar Activity

 

  • Marzo 2014 a livello globale ha visto una prevalenza di anomalie termiche positive, con le sole (significative) eccezioni rappresentate dal Nord America, dall’Africa nord occidentale, dall’Argentina e dalle aree periferiche del Polo Sud.
    Da sottolineare le temperature marcatamente superiori alla norma sull’Artico dove la banchisa ha fatto registrare la quinta minor estensione dal 1979 (730.000 kmq in meno rispetto alla media 1981-2010).
    (immagine by NCEP-NCAR, dati by NSIDC)

     
  • Incollo l’articolo:

     
  • anche oggi sulla pagina del Lamma viene pubblicato un articolo che dice che i ghiacci polari sono al minimo……boh!!

     
  • Noooo io intendevo la disinformazione giornalistica riguardante il riscaldamento globale , seguo la vostra pagina da molto e la reputo molto professionale poiché nn vi fermate a 2-3 dati e soprattutto nn lo fate a scopo di lucro come stanno facendo per il riscaldamento .

     
  • Preoccupante la disinformazione dei mass media , cmq un po di fresco nn fa male XD

     
  • I dati nn dicono molto , bisogna aspettare i prossimi anni per avere dati più precisi

     
    • Complessivamente sono dati positivi.Resta comunque una forte distinzione tra artico e antartico: artico costantemente sottomedia antartico costantemente sopramedia..Poi occorerebbe spiegare anche il perche’ il primo va cosi cosi mentre il secondo va a gonfie vele.Ma dovrei scrivere un romanzo.Il dato di fatto e’ comunque che dopo 20 anni di annunci catastrofici praticamente non e’ successo proprio nulla.L’IPCC Gore e compagnia hanno fallito pesantemente.Eppure dopo tutte le balle raccontate in quest’ultimo ventennio c’e’ ancora un sacco di gente che ci crede.Preoccupante……
      Ciao
      Giorgio

       
    • I dati al momento dicono molto, perchè sono dati reali e non previsioni e perchè sono in controtendenza. Poi se questi avranno un’espansione o una regressione, questo ce lo dirà il tempo e non certamente le previsioni di modelli inizializzati a piacimento. Enzo