LA PEGGIORE NEVICATA PRIMAVERILE DA 123 ANNI A QUESTA PARTE NEGLI URALI NEL SUD DELLA RUSSIA

Pubblicato il 26 Aprile 2014 ore 13:24

La regione degli Urali, nel sud della Russia, è stata colpita nei giorni scorsi da un clima invernale, con forti bufere di neve che stanno causando enormi disagi alla popolazione, con gravi ingorghi alla circolazione, ritardi nei voli, blackout elettrici e la chiusura delle scuole.

Proprio mentre gli abitanti nelle città di Ekaterinburg e Chelyabinsk, avevano pensato che la primavera avesse preso il posto all’inverno, con un clima primaverile, le tormente di neve hanno trascinato la regione di nuovo in pieno inverno.

“La neve è caduta senza sosta per tutto il giorno imbiancando tutto”, ha scritto un utente di Instagram.

In quest’ultimo inverno la regione è stata colpita duramente, con il doppio delle precipitazioni rispetto alla media annuale, adesso con questo freddo arriva un altro shock per la fiorente vegetazione.

Snow blizzard hits Urals

Il ritorno improvviso dell’inverno, ha portato il caos sulle autostrade della regione. “I miei genitori sono stati bloccati in un ingorgo nel traffico per oltre 17 ore… Questo è un grave colpo alla primavera di Chelyabinsk…”scrive Maria, una utente su Vkontakte (social network russo).

Molti degli automobilisti hanno già cambiato le gomme invernali per quelle estive, rendendo i veicoli insicuri sulle strade ghiacciate. La polizia locale ha registrato oltre 700 incidenti stradali nella regione centrale degli Urali.

april-snowstorm-russia-urals.si

Ventitre bambini che tornavano a Tyumen provenienti da Ekaterinburg, dove avevano partecipato a numerose competizioni sportive, sono stati aiutati dai soccorritori in un ingorgo stradale. Decine di migliaia di persone nelle città in tutta la regione, sono rimaste senza energia elettrica a seguito di interruzioni delle linee elettriche, a causa di una forte tempesta di neve. Le autorità di Chelyabinsk hanno chiuso le scuole sabato scorso.

Il maltempo ha portato a numerosi ritardi dei voli negli aeroporti di Chelyabinsk e Ekaterinburg. Alcuni dei passeggeri hanno dovuto trascorrere fino a 16 ore di attesa per la partenza dei loro voli, che sono ripresi soltanto sabato mattina.

L’Ente di meteorologia degli Urali ha riferito che, l’ultima volta che la regione è stata colpita da una nevicata di tale gravità nel periodo primaverile era accaduto 123 anni fa. Hanno trovato negli archivi un numero della rivista “Ekaterinburg Week” datata 26 apr 1891, che segnalava come la regione avesse assistito “ad una tempesta di neve ancora peggiore dell’ultima caduta di tutto l’inverno”.

Метель на Урале

Nel link originale poco sotto tutte le foto della tempesta di neve.
http://rt.com/news/155064-april-snowstorm-russia-urals/

ENZO
SOLAR ACTIVITY

 

  • Anche lo scorso anno si verificò a Giugno una nevicata in Russia,se non sbaglio!

     
  • Sono 300 anni circa se invece prendiamo in considerazione la fine del Wolf minimum (1280-1350) con l inizio del Maunders (1645-1715) sempre della durata di circa 70 anni …intervallati da un altro periodo freddo di durata variabile ma meno profondi ( Sporer 1460-1550 e Dalton 1790-1830) …ed ora dalla fine dell ultimo Maunders fanno 300 anni esatti nel 2015 … io prevedo un simil-Maunder nella “migliore” delle ipotesi …

     
  • gianni

    Siamo piu’ o meno al 55esimo parallelo , una mazzata per la vegetazione in fiore , e chissà che gelo con l albedo se fa notti serene

     
  • Per questi che potremmo definire eventi, ma che oggi non possiamo più chiamare tali, proprio per la loro ripetitività sempre più frequente in tutto il mondo, proprio dal 2005, da quando ha avuto inizio il calo dell’attività solare. Attualmente il Sole sta entrando in un periodo molto tranquillo, con una minor produzione di UV. Questo sta influenzando i sistemi circolatori in entrambi i poli. A questo aggungiamo il vento solare in cui si è documentato come viaggi ad una velocità molto ridotta, influenzando il clima nel corso del tempo in modo crescente. Questo accade ogni 178 anni. E la causa è in primis la posizione del super gigante gassoso Giove, ma non solo. 😉 Enzo

     
    • Enzo a dire il vero è un ciclo perpetuo che accade ogni 396 anni, che arriva un Superminimo debole e duraturo di Stile Maunder, artefice di tutto questo ??? sempre e solo Giove !!! 😉 Roberto

       
  • Punto di non ritorno raggiunto?

     
    • Difficile dirlo Patrizio, una cosa è certa qualcosa sta accadendo e in pochi se ne rendono conto!