ISON: QUELLO CHE NESSUNO VI RACCONTERÀ

Su questa cometa qualcuno di voi penserà che io abbia una certa forma di “ossessione”.
Ma non è cosi!
Cio che mi ha preoccupato fin dall’inizio non è la cometa, bensì il modo in cui è stata gestita l’informazione in merito.
Tanti di voi penseranno ora : “ma che cavolo scrive Giorgio?”
Ora vi spiego il perché sono preoccupato.

ison

Da tempo scienziati e astronomi sostengono che non abbiamo motivo di alcuna preoccupazione, poiché la cometa passerà tra il 24 e il 25 dicembre a 65 milioni di KM dalla Terra mentre il povero idiota, e cioè io, ho sempre sostenuto il fatto che la cometa si sarebbe frantumata al perielo con la nostra stella: purtoppo così è andata a finire!

Ora che la cometa si è frantumata e i vari frammenti che hanno un diametro che va dai 10 ai 100 metri si stanno allontanando dal sole, ancora gli astronomi continuano a sostenere che non esiste alcun problema per la Terra, poiché i frammenti passeranno ad una distanza di 50 milioni di KM e quindi nessun pericolo.
Non la pensa così però l’osservatorio Sergey Smirnov secondo il quale la distruzione della cometa ha portato ad un rallentamento consistente della velocità dei detriti e questo potrebbe essere un grosso guaio, poiché la Terra proseguendo il suo moto orbitale potrebbe arrivare al posto giusto e al momento giusto per procurarsi una bella pioggia di meteoriti non prima della fine 2013/inizio 2014. Si tratta per ora di pura ipotesi, ma per chi mi segue da tanto tempo sa che sono mesi che supporto questa eventualità.

Spero di sbagliarmi di brutto. Lo spero di cuore!

Giorgio

 

  • …nel post del 28 novembre ison era defunta,massima stima comunque per il vostro lavoro!

     
  • L’Astronomo russo Stanislav Korotki, direttore dell’osservatorio “Ka-Dar”, ha detto in un’intervista che anche se potessero esserci dei piccoli pezzi della cometa, essi passeranno e non passerebbero (lui non usa il condizionale!!!) ad una distanza di non meno di 50 milioni di chilometri dalla superficie della Terra.

    http://www.itar-tass.com/spb-news/801612

     
  • Ma non si è frantumata… cosa state dicendo? Ma guardatele le immagini successive.. non fermatevi all’immagine che fa comodo alla vostra tesi… mha..

     
    • Sta per uscire dalla visuale di LASCO C3, ed è debolissima come luminosità, è facile che abbia perso una grande percentuale di ghiaccio.

       
  • alex

    Ecco perché le agenzie più importanti di tutto il pianeta si stanno preparando a qualche evento straordinario.

     
  • grazie 😉

     
  • Con i diametri stimati dei frammenti quali scenari ci sarebbero in caso d’impatto sulla terra e perchè la scia delle cometa sarebbe pericolosa?

     
    • valentino

      fino ai 15-20 mt esplodono in stratosfera con gran botto e vetrate rotte, a 25-30 in troposfera tipo tunguska con effetto hiroshima se avviene su area popolata, oltre c’e’ l’impatto al suolo, nel migliore dei casi uguale al meteor crater dell’arizona, insomma niente di buono specialmente se ci fossero impatti multipli, meglio incrociare le dita..

       
  • Giorgio mi scusi se faccio da ignorante una domanda, ma nel caso la sua teoria fosse giusta esistono dei modi per impedire disastri !!!!non le nascondo che questa cometa mi ha sempre preoccupata un po’……

     
  • Si, lo sostengono diversi esperti oltreoceano e dal Regno Unito, questi astronomi hanno spiegato che la coda è l’elemento pericoloso. Comunque gli scienziati non riescono ad individuare i corpi piu’ “piccoli”, come quello in Russia o in Grecia due giorni fa e tanti altri quest’anno.. quindi i meteoriti della coda di Ison oppure i frammenti sono i piu’ pericolosi perché non possono essere individuati con i mezzi che la tecnologia dispone.

     
    • il problema vero e’ proprio questo: non lo sapremo fino a quando non cadranno sulla terra.
      Abbiamo davanti un mese di tempo per stare tranquilli.Poi lo impareremo….speriamo che non accada nulla.

       
    • Speriamo…..

       
  • e vabhe ….. si sono estinti i dinosauri si estingueranno gli umani , c’è sempre stato un ciclo !!!

     
  • Mi sa che per quest’anno chiedo a babbo natale un libro sulla sopravvivenza in condizioni estreme. Tienici informati Giorgio.

     
  • La Terra intorno al 16 gennaio dovrebbe essere interessata da una pioggia di meteore causata da Ison. Il motivo è semplice: Ison ha praticamente intersecato l’orbita della Terra l’1 novembre, e la Terra passerà in quel punto della sua orbita proprio il 16 gennaio (controllate la posizione di Ison l’1 novembre, e la posizione della Terra il 16 gennaio nel percorso che linko http://www.cometison2013.co.uk/interactive-model/) Ora invece per quanto riguarda il quesito della discussione, bisognerebbe stabilire la nuova orbita rispetto a quella originariamente prevista, e la nuova velocità che si prevede, ma ad ogni modo la cometa dovrebbe passare sempre molto sopra la terra, ad una distanza di sicurezza. Nell’immagine qui sotto si mette a confronto l’orbita prevista con l’orbita attuale, quindi mi pare che la cometa sia più ascendente di quanto era stato previsto prima del perielio, ma dall’immagine non si può fare una valutazione corretta.

     
    • valentino

      dovrebbero essere ascendenti anche i frammenti al seguito, quindi passare anch’essi sopra l’orbita terrestre, almeno spero!

       
    • la nuova traiettoria sembra di capire che punterà piu a nord rispetto alle orbite planetarie compresa la nostra ovviamente, quindi bene direi 🙂 beninteso se i frammenti seguiranno la cometa, cosa che penso..

       
    • Infatti quel che è rimasto della cometa poteva non fare altro che avere una nuova orbita ascendente. In un qualsiasi cambio di traiettoria non avrebbe mai avuto una nuova orbita complanare all’orbita della Terra.

       
  • caro Giorgio, ho passato molti mesi a cercare di capire questa cometa supportata dall’aiuto di un caro amico astronomo, devo dire che ciò che che scrivi potrebbe in effeti avvenire. Questi giorni saranno decisvi per capire la variazione della traiettoria, ore decisive direi…

     
  • … credo sia un’ipotesi concreta ! 🙁

     
  • Come ho risposto sul sito: la cometa non si è frantumata, metto qui lo stesso link:

     
  • ma va dai!!!!

     
  • Lo stesso pensiero l’ho fatto io piu’ insieme ad altri che mi frullavano in testa. Andiamo per gradi e vedremo col passare dei giorni sperando che i miei pensieri siano piu’ che sbagliati

     
  • Lo spero anch’io Giorgio!

     
  • speriamo ti stia sbagliando!!!!