IL PUNTO SUL SOLE

Il ciclo solare 24 sara’ ricordato come quello piu’ anomalo degli ultimi 100 anni.

Siamo arrivati ad oltre sette anni dal suo inizio e tutte le previsioni sulla sua evoluzione sono state puntualmente smentite: nessuno si sarebbe immaginato che ci sarebbero voluti quasi sei anni e mezzo per raggiungere la fase di massima attivita’,quando la media dei cicli precendente era tra i tre anni e mezzo e i quattro.

Sappiamo pero’ con certezza quasi assoluta che piu’ i cicli solari sono brevi e piu’ sono intensi,mentre al contrario piu’ sono lunghi e maggiore e’ la loro debolezza.

Si tratta quindi di un ciclo molto debole,il piu’ debole dell’ultimo secolo e anche questo e’ un dato di fatto.

Nonostante cio’ non sono mancati episodi nei quali il campo magnetico solare ha mostrato tutta la sua potenza.

Un anno e’ gia passato dalla fase di massima attivita’ della stella (febbraio 2014) e il campo magnetico della stella continua ad indebolirsi progressivamente : entrambi gli emisferi hanno gia’ raggiunto il loro picco di massima attivita’,proprio come accadde nel passato ciclo solare 23 e non abbiamo piu’ motivo di pensare che questi massimi saranno superati in futuro.

 

cycle24

Altro punto cruciale sono i poli magnetici: a distanza di 2 anni dall’inversione(marzo 2013),il campo magnetico globale risulta leggermente positivo (22 punti);se andiamo nello specifico invece possiamo constatare una forte debolezza del campo nord(+4) ed una discreta forza del campo sud(-40).

Dunque siamo in presenza di un GMF (global magnetic field) fortemente sbilanciato a sud : si tratta di una distorsione che non manchera’ di produrre i suoi effetti nel prossimo ciclo solare 25,che,stante a cio’ che notiamo ora potrebbe risultare molto piu’ debole del presente e con forti anomalie tra i 2 emisferi.

 

polarfields

Tornando al presente,notiamo che la  nostra stella e’ priva o quasi di macchie,mentre il flusso solare si mantiene tra i 125 e i 130 punti,che e’ un valore ‘medio’.Molti di voi si chiederanno il perche’ di questi valori in presenza di pochissimi spots.

Il motivo sta nella presenza di numerose minuscole aree attive che vengono chiamate plages prive al loro interno di macchie (spots).l’insieme di tutte queste micro-aree contribuisce al sostenimento del campo magnetico.

 

regions_mar5

                                         PREVISONE SULL’EVOLUZIONE DEL CICLO SOLARE

 

Come scritto sopra,l’outlook a sia nel breve che nel lungo e’ negativo : pertanto assisteremo ad un lento ma progressivo indebolimento del CM nei prossimi mesi/anni fino al raggiungimento del prossimo minimo solare che,stante a quanto ci risulta ora,dovrebbe arrivare entro la fine del 2017(+- 6 mesi).ATTENZIONE : per minimo solare non si intente sole sempre privo di macchie,bensi’ un numero medio mensile di spots inferiore a 20 per almeno 6 mesi consecutivi.

Nonostate la fase decadente,non mancheranno quasi certamente altri episodi nei quali il sole mostrera’ tutta la sua forza magnetica,episodi che si inseriranno comunque in un background sempre piu’ debole.

 

GIORGIO

 

ATTIVITA SOLARE