IL NOAA RIFIUTA DI RISPETTARE LE RICHIESTE DEL COMITATO SCIENTIFICO INDIPENDENTE SULL’AUMENTO DELLE TEMPERATURE

In uno studio svolto lo scorso luglio, pubblicato dagli Scienziati del NOAA, vengono contraddette le precedenti prove che il riscaldamento globale sia in declino. Ora il comitato scientifico indipendente chiede le comunicazioni interne legate allo studio.

 

In uno studio pubblicato sulla rivista Science nello scorso mese di luglio, gli scienziati hanno indicato come la temperatura media globale ha continuato ad aumentare nel 21° secolo, contraddicendo le prove precedenti, che suggeriscono una pausa del riscaldamento globale. L’analisi, basata sui record della temperatura provenienti dal National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) negli Stati Uniti, è giunto ora sotto esame del Congresso.

Nel mese di luglio, la Camera dei Rappresentanti scientifici dello Space and Technology, con a capo del comitato, il Repubblicano Lamar Smith (R) del Texas, ha chiesto al NOAA i dati delle comunicazioni interne relative allo studio condotto da Thomas Karl.

Mentre il NOAA ha messo a disposizione i dati al pubblico relativi allo studio, ha rifiutato di rilasciare comunicazioni interne, citandola come “pratica di vecchia data nella comunità scientifica per proteggere la riservatezza delle discussioni scientifiche deliberative”, come riportato da Nature.

In risposta, il deputato Smith ha presentato un mandato di comparizione il 13 ottobre, una mossa che il Washington Examiner suggerisce è coerente con un “cambiamento climatico dubbioso.”

In una dichiarazione rilasciata a Nature, Smith ha accusato il NOAA di aver falsificato i record delle temperature, affermando: “Il NOAA deve fare chiarezza sul perché hanno alterato i dati per ottenere i risultati di cui avevano bisogno per promuovere l’estremo cambiamento climatico in agenda in questa amministrazione.”

“Il Congresso non può svolgere il suo lavoro quando le agenzie sfidano apertamente il Congresso e si rifiutano di consegnare le informazioni”, ha riferito l’esaminatore Smith. “Quando un organismo decide di modificare il modo in cui ha analizzato i dati della temperatura storica degli ultimi decenni, è fondamentale capire su quali basi sono state prese tali decisioni. Questa azione ha ampie implicazioni nazionali e politiche.”

2015-10-30_203417

Ma il NOAA ha negato le accuse di Smith, sostenuto dal collega Repubblicano e texano Eddie Bernice Johnson del più alto ranking democratico nel comitato scientifico, che ha rilasciato la scorsa settimana una lettera categorizzando la citazione in giudizio di Smith come “una molestia illegittima ai ricercatori della nostra nazione.”

“Il conflitto che avete creato è privo di fondamento. Emettendo la citazione del 13 ottobre, questa è rappresentativa di un modello inquietante nel vostro uso del potere del Congresso da quando la sua presidenza è iniziata”, ha detto la Sig.ra Johnson nella lettera indirizzata a Smith.

L’ex dipendente del NOAA, Andrew Rosenberg, ha riferito a Nature che la squadra di Karl ha semplicemente aggiornato le analisi.

“Non c’è assolutamente alcuna implicazione e non vi è alcun tipo di prevaricazione”, ha detto il Dr. Rosenberg a Nature. “Potrete chiedere informazioni in qualsiasi momento e con chiunque ha aggiornato l’analisi, ma state selezionando solo quello di cui in realtà non vi piace la risposta”. Rosenberg ha inoltre suggerito che la citazione potrebbe scoraggiare gli scienziati del settore privato a lavorare con gli scienziati federali.

Smith, dal canto suo sostiene che “il Comitato intende utilizzare tutti gli strumenti a sua disposizione per poter adottare e svolgere le proprie responsabilità del mandato di sorveglianza e Costituzionale.”

Link: csmonitor.com

Enzo
Attività Solare

 

  • Mauri Ses

    Questi due paragrafi devono (per una loro reale comprensione) essere così corretti:

    “Nel mese di luglio, il capo del comitato Space, Science and Technology della Camera dei Rappresentanti, il Repubblicano Lamar Smith (R) del Texas, ha richiesto alla NOAA di fornire i dati e le comunicazioni interne relative allo studio condotto da Thomas Karl.”

    “Ma il NOAA ha negato le accuse di Smith, sostenuto dal Rappresentante Texano Eddie Bernice Johnson, il membro di più alto grado del Partito Democratico presente nel comitato scientifico, che ha rilasciato la scorsa settimana una lettera nella quale ha categorizzato la citazione in giudizio di Smith come “un illegittimo sopruso perpetrato contro i ricercatori della nostra nazione.”