IL CICLO SOLARE E’ FIGLIO DI GIOVE

photo

Tutti o quasi sappiamo che il ciclo solare viene definito anche ciclo undecennale e non e’ un caso.Se il Sole fosse privo di pianeti che ruotano intorno alla sua sfera sicuramente non esisterebbero nemmeno i cicli solari,questo perche’ la rotazione differenziale della stella sarebbe costante e di conseguenza pure il magnetismo: in pratica vivrebbe in una fase costante di massimo. Ma per fortuna non e’ cosi :la rivoluzione dei pianeti produce variazioni nella velocita’ di rotazione(differenziale) e di conseguenza alterazioni della Dinamo.
Il Sole influenza i pianeti che a loro volta influenzano il Sole.
Esistono 2 tipi diversi di interazione.

1- Gravitazionale
2-Elettromagnetica

Entrambe sono importantissime: la prima produce un movimento costante del CDM,che non e’ il consiglio dei ministri,bensì il centro di massa del sistema solare.Il CDM non e’ un luogo fisso situato all’interno della sfera solare ,si tratta invece di una posizione in costante movimento dettato dalla rivoluzione dei pianeti e tra tutti i pianeti Giove e’ il Re assoluto.
Giove ha la massa piu’ grande di tutto il sistema solare : basti pensare che da solo e’ due volte e mezzo l’insieme di tutti gli altri pianeti.Ma non solo.Giove e’ tra i giganti gassosi quello piu’ vicino al Sole.Dunque si tratta del pianeta piu’ grande tra i grandi e’ quello piu’ prossimo alla stella.

Giove,inoltre,possiede un’altra caratteristica che lo rende ‘unico’ : il suo CAMPO MAGNETICO.
Tolto il sole,non esiste alcun pianeta con un campo magnetico cosi potente.
Giove e’ un pianeta gassoso anche se il suo nucleo e’ solido,pertanto la sua rotazione e’ di tipo differenziale simile a quella del plasma solare con una grandissima differenza pero’ : mentre il Sole compie una rotazione siderale ogni 25 giorni circa,Giove ruota attorno al suo asse ogni 9,55 ore (una vera trottola)che gira ad una velocita’ tale da renderlo uno ‘sferoide’ schiacciato ai poli e dilatato all’equatore.Per tale motivo il suo campo magnetico e’ 14 volte piu’ potente di quello terrestre ed e’ secondo solo ai campi magnetici solari (spots).
Sappiamo che gli spots sono canali meno densi del plasma (vere e proprie depressioni molto simili ai tornado terrestri) dove si concentra un fortissimo campo elettrico.
Il plasma solare,formato da atomi di idrogeno e elio immerso in un ‘mare’ di elettroni e’ un perfetto conduttore dunque sensibilissimo ai campi elettromagnetici interni e se lo e’ a quelli interni lo e’ pure a quelli esterni e cioe’ ai campi magnetici ‘applicati’ in particolare quello di Giove.

Giorgio.

 

  • Davide Campi .. ci deve essere qlc di molto più potente che disturba il CMS provocando quei circa 130.000 anni di grande glaciazione intervallati dai circa 12/13.000 anni dei periodi interglaciali caldi .. sul finire dell ultimo di questi noi ci troviamo .. sempre che si tratti di disturbi di natura elettromagnetica anche in questo caso .. su periodi così lunghi potrebbero entrare in gioco anche altri fattori, quali inclinazione asse rotazione terrestre, allungamenti orbitali .. ecc.. si è anche pensato ad una stella gemella del sole, una probabile nana bruna fredda, la stanno cercando .. o anche a fluttuazioni del sistema solare sul piano della galassia ..di più nin zo’ .. 🙂

     
    • Si, effettivamente l’ipotesi della nana bruna, potrebbe essere molto interessante.

       
  • Secondo Te c’è qualcosa che influenza i cicli solari, esterno al sistema solare?

     
  • ..di sicuro anche le antiche civiltà (egizi, maya, celtici, sumeri ..) studiavano gli allineamenti planetari, forse ne avevano già da allora intuito il nesso con i cambiamenti climatici ? .. sicuramente avevano bene intuito l importanza di osservare e capire il linguaggio delle stelle .. 🙂

     
  • ..avrei pensato che i Giganti Gassosi avessero creato maggiore disturbo magnetico al Sole, quando si trovano in congiunzione fra di loro, cioè raggruppati dalla stessa parte .. e invece accade il contrario, creano maggiore disturbo magnetico quando si trovano in opposizione rispetto al Sole, chiaro .. pazzesco! 🙂 ..sapete ogni quando avviene un allineamento come quello del 2010 o similare? cioè con i tre principali giganti gassosi perfettamente allineati e in opposizione? Grazie 🙂

     
  • Quindi voi sapevate già tutto 🙂 …quest articolo spiega molte cose ..l allineamento del 2010 è pazzesco .. è praticamente un interruttore x “spegnere” il Sole ..domanda: il fatto che si sia verificato in un momento non di minimo solare, che era stato nel 2006? ..cioè potrebbe cmq spegnerlo o averlo già fatto? ..mah io direi proprio di si, considerate tutte le anomalie che stanno verificandosi al Sole, non ultima l imminente monopolarita magnetica … di sicuro non ci sarà nessun Global Warming .. :-/

     
  • ..praticamente ogni circa 20 anni il disturbo elettromagnetico di Giove si somma a quello di saturno, quando il pianeta interno supera e doppia nell orbita il pianeta esterno a lui prossimo, via via fino a Urano e Nettuno ..servirebbe un raffronto fra i periodi orbitali dei giganti gassosi x dedurre la ciclicità dei disturbi, che sommandosi nel tempo portano a raffreddamenti piu rilevanti ogni 2 o 300 anni (le peg) .. anche il CM terrestre giocherà un suo piccolo ruolo in questa danza cosmica .. a cui partecipano anche fattori esterni al sistema solare, ancora in fase studio immagino, producendo le ben note grandi glaciazioni .. certo che se la causa dei cambiamenti climatici sono, come sembra sempre più evidente, le orbite planetarie o cmq le meccaniche celesti .. è matematico al 100% che si verificheranno ancora, e anche molto a breve, visti i precedenti storici … e quindi, molto a breve, Giove e i Giganti Gassosi “spegneranno” il Sole …:)

     
    • nel 2010 si e’ verificato un allineamento molto simile al 1653 (minimo di Manduer) ma con 2 varianti.
      1- Giove era piu’ vicino al sole nel 2010
      2-Urano si trovava perfettamente allineato a Giove.
      Quindi sono 2 varianti che potrebbero approfondire ulteriormente il minimo attuale e renderlo ancora piu’ pesante del Maunder.
      Finira’ cosi?
      Solo il tempo ci dira’ se avremo ragione.Intanto monitoriamo…. http://daltonsminima.altervista.org/?tag=risonanze-orbitali

       
    • Vi state quindi riferendo all’opposizione tra giove e saturno? intorno al 10 ottobre 2010? effettivamente considerevole in quanto comprendeva anche venere (dalla parte di giove ed urano ed assieme alla terra stessa) e mercurio (dalla parte di saturno). Unici fuori gioco nettuno e marte…

       
  • Qualcuno saprebbe suggerirmi se c’è è un modo per verificare la posizione di Giove durante i minimi di Dalton, Eddy e Maunder?

     
  • Articolo chiarissimo che spiega molte cose .. pazzesca la sua velocità di rotazione ! 9,55 ore ..data la sua enorme grandezza rispetto alla terra, chissà che venti si produrranno in superficie .. la grande macchia rossa, un vortice che persiste dai tempi di Galileo .. ma il dato fondamentale è senz altro quello elettromagnetico .. che influisce sul sole e conseguentemente sulla terra ..pazzesco ..è sempre Giove quindi il principale responsabile dei cambiamenti climatici globali, sempre lui il “padre”, anche del clima terrestre …:)

     
    • Altro punto importante e’ l’orbita di giove: siccome la sua distanza dal sole varia da 740 mil d km (perielio) a 816 mil di km (afelio) l’interazione con il sole subisce variazioni considerevoli e questa e’ la causa delle oscillazioni del CM solare,oscillazioni che determinano minimo e massimo.Ovviamente il tutto con una distorsione temporare di circa 10 anni dovuta al tempo di risalita dal Tachocline dei fussi magnetici.Poi la rivoluzione di Saturno Urano e Nettuno fanno da contorno ampliando o riducendo l’impatto delle risonanze orbitali.

       
    • ..grazie x la risp. Notevole e indiscutibile il disturbo elettromagnetico di Giove se produce i massimi e i minimi nei cicli solari, già solo con 1/10 di variazione della sua distanza dal Sole

       
    • ..il ritardo con cui si producono gli effetti dei disturbi elettromagnetici dei pianeti sul sole è di 10 anni giusto? Cio significa che vedremo gli effetti dell allineamento planetario del luglio 2010 sul sole, solamente attorno al 2020 ..cioè in fase di minimo solare ..ahia .. 🙂

       
  • bendandi forever

     
  • Il re degli ignoranti

    Ho notato una imprecisione nell’articolo se confrontata su quanto scritto in un’altro vostro articolo ( Cosa significa la continua violazione della legge di Hale ) dove si afferma che Giove ha un campo magnetico di 14 volte piu’ potente rispetto alla Terra in quest’articolo e poi rispetto al Sole nell’altro articolo.
    Quale delle due affermazioni e’ esatta?

     
  • Stupendo articolo.

     
  • Simpatico!! C.d.m = consiglio dei ministri…. ahahahah!!! 😀