Homo Sapiens Hibernus – La novità!

10390995_1530749893825019_2448644820704652063_n

Tempo fa vi abbiamo accennato ad alcune novità che stavamo preparando per voi.
Oggi, in questa domenica di fine agosto, siamo pronti per iniziare con voi una nuova avventura. Un’avventura iniziata con Attività Solare, il blog che tutti voi conoscete, nel quale presentiamo i fatti, nudi e crudi, di ciò che sta accadendo al nostro Sole e come conseguenza al Clima e alla Geologia del nostro pianeta.
In tanti, nel corso di questi anni insieme, ci avete più volte chiesto qualche consiglio… specialmente in coda ad alcuni articoli del sottoscritto… per cercare di far fronte ai numerosi eventi a dir poco preoccupanti che dovremo vivere nei prossimi decenni.
Ebbene… questi consigli, finalmente, hanno trovato un luogo degno della loro importanza.

L’idea di creare un “luogo ad-hoc” dove discutere e “creare” qualcosa di veramente importante e costruttivo, è nata dalla seguente frase (da: Il Sesto Inverno):

L’Umanità deve adattarsi e diventare Homo sapiens hibernus.

Da qui la nascita diHomo Sapiens Hibernus,un Blog-Forum (con restrizioni d’accesso) nel quale affronteremo nel dettaglio ogni singolo problema… e cercheremo insieme una soluzione. Ogni articolo che verrà pubblicato sul blog, avrà una relativa “discussione” nel forum interno, accessibile solo a chi è registrato!

Questa la presentazione del Co-Amministratore, Co-Fondatore e Co-Ideatore Stefano Fait:

La crisi del clima ci offre la possibilità di vivere quello che poche generazioni hanno avuto il privilegio di conoscere: un obiettivo generazionale; l’euforia di un irresistibile dovere morale; una causa comune; l’emozione di essere costretti dalle circostanze a mettere da parte l’egoismo e le rivalità che hanno tanto spesso soffocato l’anelito dell’uomo verso l’infinito; l’opportunità di risorgere…Quando ce la faremo, sarà una vera e propria epifania e scopriremo che questa non è una questione politica. È una sfida morale e spirituale…La comprensione che ne guadagneremo – su quello che siamo davvero – ci darà la capacità morale di affrontare altre sfide analoghe che hanno disperatamente bisogno di essere ridefinite come imperativi morali: l’HIV/AIDS e altre pandemie che fanno milioni di vittime; la fame nel mondo; la ridistribuzione della ricchezza del globo tra poveri e ricchi…
Al Gore, “La Scelta”, 2009

Le parole di Al Gore sono condivisibili indipendentemente dalla credibilità (nulla) del personaggio e potrebbero riassumere la “mission” di Homo Sapiens Hibernus (HSH), un forum che si pone su posizioni antitetiche rispetto a quelle di Gore sul mutamento climatico.

L’espressione brusco mutamento climatico fa riferimento a un marcato cambiamento del clima che persiste per anni e a volte secoli, con sensibili variazioni delle temperature medie e fenomeni atmosferici, su una vasta area o sull’intero pianeta, che si manifesta così rapidamente (anche nel giro di 3-5 anni) e “inaspettatamente” che la natura e la civiltà umana incontrano considerevoli difficoltà di adattamento.
Sarebbe sbagliato accettare questi eventi fatalisticamente, così come sarebbe sbagliato minimizzare la possibilità che si verifichino, tenuto conto della loro relativa frequenza. La miglior maniera per essere all’altezza di una tale sfida è una diffusa consapevolezza tra la popolazione di cosa sta succedendo, delle cause e delle possibilità che si profilano. L’ignoranza ci espone ad ogni sorta di complicazione e pericolo, la conoscenza condivisa ci aiuta a ridurre le nostre vulnerabilità accrescendo le nostra prospettive di adattamento.
HSH non ha la pretesa di vedere il futuro. Il sistema solare è troppo complesso per pensare di prevedere quel che accadrà e lo stesso vale per il nostro pianeta, come si sono accorti i serristi. Un pregiudizio uniformitarista ci induce a credere che il futuro non possa essere che una riproposizione del passato, con qualche variazione significativa, ma non completamente imprevedibile. Il fatto è che noi conosciamo davvero molto poco il passato e non possiamo escludere che Terra e Sole stiano evolvendo e quindi possano comportarsi in modo del tutto anomalo, ai nostri occhi. Ogni giorno esce un nuovo articolo che documenta lo sbalordimento degli scienziati di fronte a un evento inatteso.
Il passato ci offre indicazioni, ma non è una mappa per il futuro. Saranno le future generazioni a disegnare la mappa del nostro tempo e degli anni a venire. Noi di HSH ci limiteremo a presentare degli scenari più o meno plausibili, fondati, per quanto possibile, su studi empirici e dati reali, non su modelli o pregiudizi. Il forum servirà a discuterli e a sensibilizzare una popolazione che, a breve, sarà costretta ad abbandonare la rotta AGW e a navigare a vista.

Stefano Fait

Vi aspettiamo quindi sul nuovo blog-forum… il quale, come per Attività Solare, ha sia la pagina Facebook che l’account Twitter (anche questa è una piccola novità, già attiva da qualche giorno).
fb_HSH

 twitter

Ovviamente il sito è ancora in fase di ultimazione e potrà subire qualche modifica, ma il grosso è fatto!

A nome di tutto lo staff di Attività Solare (AS) e Homo Sapiens Hibernus (HSH), spero di avervi fatto una bella sorpresa.

 

Buona Domenica
Bernardo Mattiucci
Attività Solare & Homo Sapiens Hibernus

 

  • Anonimo

    2014 anni sprecati, piu’ tutti quelli a.c.

     
  • Homo sapiens ? Mi sembra che sapiens un bel niente….

     
  • giusy

    Ciao,mi scuso se faccio qui la domanda,non attinente con l articolo pubblicato. Volevo togliermi una curiosita..attualmente esistono strumenti per prevedere di ore o giorni una tempesta solare,in modo da prendere precauzioni ed evitare grossi danni alle reti elettriche di tutto il pianeta? Mi scuso se ho fatto una domanda simile,ma non e’ la tempesta solare in se che mi preoccupa,ma il possibile blackout globale!

     
  • Sol sub Nube

    Grazie! Iscritto 🙂

     
  • Sergio

    Mi registrerò subito