6 febbraio 2014 - 23:37 pm Pubblicato da
image_pdfimage_print

Tutti noi ci stiamo chiedendo cosa sta succedendo in questo anomalissimo inverno caratterizzato da intense e persistenti pioggie e temperature miti tipiche della stagione autunnale.Siccome nulla deve essere lasciato al caso:tutto ha una spiegazione logica,proviamo a darne una.

1620689_624690707597178_1676422937_n

Gia dal settembre scorso e cioe’ dalla formazione del vortice polare si notava un notevole sbilanciamento della bassa pressione artica sul versante canadese.Poi piano piano questa anomalia ando’ senpre piu’ evidenziandosi fino a raggiungere livelli di una sproporzione con pochi precedenti nella storia recente.Tutto cio’ ha fatto si che l’inverno (quello vero) si e’ avuto solo in una parte dell’emisfero mentre l’altra (europa) ha vissuto e sta’ vivendo un autunno con la A maiuscola.Siccome sono molto curioso ho chiesto ai miei genitori e a tante altre persone datate se si ricordano un inverno cosi’ piovoso.
Ebbene la risposta unanime e’ no.
Ma cosa e’ successo? Sicuramente qualcosa di anomalo.Tornando indietro al settembre scorso e cioe’ al periodo della formazione.del vortice polare notai come tutto il nocciolo gelido rimase sul versante americano.Un motivo esiste di base: noi siamo sul versante est dell’oceano,pertanto non possiamo illuderci di avere inverni come negli states,poiche’ le correnti nel nord emisfero seguono la forza di Coriolis e noi subiamo e subiremo vita natural durante l’influsso umido e mite dell’oceano atlantico.Nulla toglie pero’ che la differenza climatica e meteo tra i due continenti e’ diventata abissale e a memoria umana non si ricorda tale disuguaglianza.Osservando la mappa della distribuzione dei ghiacci marini artici possiamo notare come sul continente americano la calotta scende oltre il 50′ parallelo (se non e’ PEG poco ci manca),mentre sul continente europeo la calotta artica fatica a scendere al di sotto dell’80’ parallelo e questa e’ oltretutto la causa principale del deficit artico.Ora provo a dire la mia: dato che il polo nord magnetico e’ molto distante dal polo nord geografico e si sposta con velocita’ mai raggiunta negli ultimi 5 mila anni, non e’ per caso che il vortice polare tende a spostarsi la dove il polo nord magnetico si piazza?E se i 2 poli formano un angolo di 180′ con il nucleo cos’e’ che si muove realmente?I poli?o la crosta sul mantello?
Difficile immaginare una cosa simile.Torniamo allora ai tempi di Galileo: e’ il sole che gira attorno alla terra o e’ la terra che gira attorno al sole?.
Pensate….pensate……

Giorgio.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(Ancora nessun voto)
Loading...