GHIACCI MARINI ANTARTICI: RAGGIUNTI I 7 MILIONI DI KMQ DI ESTENSIONE

La banchisa antartica si sta espandendo con una velocita’ mai vista da quando esistono le misurazioni satellitari, e cioe’ dal 1981.
7 milioni di kmq ed ennesimo record assoluto del periodo. L’anomalia positiva si mantiente costantemente al di sopra di 1,6 milioni, dopo un rally fortissimo di inizio aprile che vedeva crescere i ghiacci al ritmo di 200mila Kmq al giorno per diversi giorni consecutivi.
Ricordiamo che siamo appena all’inizio dell’autunno australe e i ghiacci continueranno ad espandersi per almeno altri 4/5 mesi.
Difficile capire cosa realmente sta accadendo.
Si potrebbe ipotizzare a questo punto un sostanziale rallentamento dell’ACC (corrente circumpolare antartica) oppure una sua deviazione verso nord sulla costa peruviana (vedi SST sud est pacifico). Ripeto siamo nel campo delle ipotesi.

sst_anom

L’ACC e’ la corrente piu’ grande (per volume d’acqua trasportata), di tutto il pianeta e alimenta tutte le altre correnti del nostro pianeta; pertanto un ipotetico rallentamento dell’ACC potrebbe provocare ripercussioni su tutte le altre a catena, con conseguenze a noi ancora sconisciute.

4_oceancirc

Da mesi e’ chiusa la pagina del monitoraggio NOAA della corrente del golfo del Messico e non sappiamo quale sia il motivo.

http://www.meteowebcam.it/corrente-del-golfo.html

Certo e’ che osservando la carta delle SST, non sfugono alla nostra vista le fortissime anomalie negative sull’ovest del nord Atlantico (-5gradi!!!.) La posizione di tali anomalie coincide con un tratto di percorso della corrente altantica del golfo.
Perche’ hanno chiuso tutte le telecamere?…..
Torniamo all’Antartico.

Siamo alla fine di aprile e la banchisa ha gia’ sfondato la latitudine del 70simo parallelo.

antarcsstnowcast

Uno stretto braccio di mare di appena 800 km separa il continente americano da quello antartico. Le acque in questo stretto sono molto fredde con una temperatura media prossima allo 0 e con un bassissimo tasso di salinita’ (quindi facilmente congelabili!!!).
Un’anomalia negativa di 1,6 gradi (vedi mappa SST), in quella zona dove la temperatura in superficie varia da 0c a 5c, non e’ assolutamente da sottovalutare se consideriamo che mancano ancora quasi 5 mesi alla fine dell’inverno australe.

Avete capito dove voglio arrivare?

L’effetto albedo, e cioe’ la riflessione verso lo spazio dei raggi solari amplifica l’estensione delle banchise. Ghiaccio chiama altro ghiaccio, che a sua volta chiama ancora ghiaccio e la situazione potrebbe sfuggire di mano ad un certo punto.
Come scritto sopra mai si e’ vista una situazione del genere negli ultimi 30 anni.

Noi di attivita’ solare non siamo qui per creare falsi allarmismi; semplicente ci poniamo domande e cerchiamo nel nostro piccolo di dare anche risposte, risposte che potrebbero essere sbagliate. Almeno noi ci proviamo.
La cosa piu’ inquietante secondo me e’ il totale silenzio dei media.
E la scienza ‘quella ufficiale’ dov’e? Perche non se ne occupa?

Domande senza risposte………

GIORGIO
ATTIVITA SOLARE

 

  • Sembra che il raffreddamento sia già in atto con buona pace dell’ inerzia termica … sulle zone continentali a oriente, si assiste ad un raffreddamento non previsto da molti … ma che in qualche post tempo fa avevo ipotizzato. Le zone continentali si raffreddano raggiungendo temperature che non si registravano da decenni. Ne segue che bisogna cominciare a pensare veramente che il problema non sia la mancanza di energia solare, ma di un repentino ed inspiegabile raffreddamento. Il problema é che io non ho nessuna competenza per poter dare una spiegazione a quello che stiamo osservando- Io ho ipotizzato una maggior dispersione dell’ energia per irraggiamento della terra verso l’ infinito questo potrebbe spiegare sia il raffreddamento dell’antartide e delle zone est-continentali che potrebbero raggiungere temperature inferioi alla norma fregandosene dei vari effetto-serra. Se il raffreddamento avvenisse per motivi di minor irraggiamento solare dovremmo assistere ad un graduale raffreddamento in modo più omogeneo in tutto l’oceano, ed in particolare le correnti calde come la CDG sarebbero meno intense e raffreddamento sarebbe evidente sulle coste occidentali dei continenti.

     
  • Questo Sole ormai ha le carte in mano…

     
  • mauro

    Non vorrei che le temperature negative dell’ atlantico, si espandessero piano piano verso l’ islanda e la gran bretagna, allora sarebbe un brutto segno.Ma vedremo

     
    • Giorgio

      Ho notato che la macchia blu si sta espandendo rapidamente verso est

       
  • gianni

    Poveri pinguini , spero resistano a tutto quel ghiaccio e quel gelo che presumibilmente arrivera’ , comunque ragazzi spero che lo sappiate che i media e la scienza ufficiale e’ tutta falsa e pilotata dai poteri forti , comunque super antartico

     
  • Si, puzza molto questa interruzione trasmissioni dati .. dopo che vengono anche “gonfiati” .. mmhh 😉

     
  • Molto evidenti e profonde le anomalie termiche del Nord Atlantico Occidentale ..si, Filippo Lazzaretto , penso anch io la CDG sia bloccata a sud dell estuario del san Lorenzo .. vedi cartina .. :-@ ..nn vorrei abitare in quella zona ;D

     
  • è pazzesco……..

     
  • Gli scienziati russi ipotizzano una PEG (piccola era glaciale) mentre quelli americani e di conseguenza tutto l’occidente continuano a parlare di riscaldamento globale.Chi dei due ha ragione?

     
  • Questo GW sta facendo danni 😀

     
  • si andrà a piedi dall’argentina all’antartico ?