I GHIACCI ANTARTICI CRESCONO AL RITMO DI 200 MILA KMQ AL GIORNO

Questo e’ quanto ci risulta dalle ultime rilevazioni satellitari.In soli cinque giorni la banchisa antartica ha messo a segno 1 milione di kmq.
Il ritmo di crescita dei ghiacci e’ doppio rispetto alle medie di espansione del periodo.
seaice_recent_antarctic
La superficie totale dei ghiacci marini antartici attuale e’ di circa 6100000 kmq e cioe’ quasi 16500000 in piu’ rispetto alla media trentennale,che e’ di 4460000.Il surplus pertanto e’ superiore al 30%.Si tratta di un ulteriore record assoluto sempre riferito al periodo.
S_bm_extent_hires
E mentre ieri a Berlino si e’ conclusa l’ennesima commedia dell’IPCC con i soliti scenari apocalittici provocati dal surriscaldamento del pianeta ( per fortuna non ne hanno mai azzeccata una),nessuno si preoccupa di informare la collettivita’ di cosa realmente stia accadendo in quella parte cosi remota,ma cosi fondamentale per le sorti climatiche dell’intero globo.
Tutti noi sappiamo che piu’ superficie del nostro pianeta e’ ghiacciata o innevata e piu’ i raggi solari vengono riflessi nel vuoto dello spazio invece di essere assorbiti dagli oceani, e cio’provoca ulteriore raffreddamento con conseguente ulteriore crescita delle aree ghicciate. Ma non solo : intorno all’antartico con moto orario,circola la corrente marina piu’ grande (per volume d’acqua) di tutto il pianete e cioe’ la CORRENTE CIRCUMPOLARE ANTARTICA.
4_oceancirc
La corrrente circumpolare antartica e’ l’unica che ruota intorno all’intero pianeta ed e’ il motore di tutte le correnti marine dell’intero globo.Se dovesse rallentare l’ACC,ne risentirebbero tutte le correnti marine planetarie.
Al di fuori degli ambienti scentifici circola la voce che tale corrente sia piu’ lenta del passato.Ovviamente si tratta di rumors e non ce la sentiamo di pronunciarci in merito.Il dato di fatto pero’ e’ che la banchisa antartica sta crescendo enormemente e rapidissimamente come mai e’ successo dal 1980 ad oggi e qualcuno prima o poi dovra’ pur pronunciarsi in merito.

GIORGIO

ATTIVITA SOLARE

 

  • AlviseM
    • Prima di “sentenziare”, magari… (ma il mio è solo un consiglio), prova ad analizzare tutto il contesto e non solo qualche news selezionata qua e la.

      La situazione in Antartide è molto complessa… e di Riscaldamento Globale (magari anche Antropico), non c’è nessuna traccia!

      Bernardo

       
  • Alessandro Ventura

    Scusate, ma sbaglio o nell’articolo non c’è nessuna fonte? Per fare affermazioni simili bisogna quanto meno citare un bel po’ di pubblicazioni autorevoli e anche i grafici dovrebbero essere sempre accompagnati dalla fonte da cui sono presi.

     
    • Luigi Fracasso

      Infatti Alessandra, questo è il classico sito nel quale, disperatamente, si cerca di negare che vi siano in corso processi di cambiamento del clima causati dall’aumento di emissioni. Il senso del dotto articolo è: consumate pure combustibili fossili, non investite nell’efficienza energetica e nelle rinnovabili, altrimenti i ghiacci dell’Antartide bloccano la corrente e moriamo tutti.
      Fantastico.
      Per inciso, i catastrofisti dell’IPCC sono un gruppo intergovernativo di scienziati di primissimo livello che, in primis, controllano con estrema cura tutte le fonti e i modelli sui quali lavorano … tcs tcs … dilettanti …

       
  • ringrazio tutti per la vostra partecipazione.Continueremo a tenervi aggiornati.Giorgio

     
  • ma che sperano di salvarci con le scie chimiche ……..!?

     
  • surriscaldamento !!!!!!!????? 🙂 tutto questo per distrarre la massa dalla verita . Siamo no fritti……! ma congelatiiiiiiiiii

     
  • Sarebbe bene citare sempre le fonti.
    Se lo può fare, grazie.

     
  • Zichichi già qualche anno fa aveva detto che se non ci fosse il riscaldamento globale, saremo in piena era glaciale 😀

     
    • Giorgio

      Dopo tutti questi anni non e’ ancora stato dimostrato scientificamente che la CO2 e’ un gas serra e comunque in ogni caso la CO2 antropica e’ solo la minima parte mentre la stragrande maggioranza viene rilasciata dagli oceani, oceani che contengo 50 volte la CO2 presente nell’atmosfera.

       
      • AlviseM

        Si, forse hai ragione, ma visto che non puoi intervenire sulla CO2 naturale non ti resta che intervenire su quella antropica se i livelli aumentano troppo. Sperando che quella naturale non aumenti per cause da noi non controllabili, che vorrebbe dire una fine della presenza umana sulla terra, di cui nessuno immagina sia una prospettiva possibile ma però non c’è scritto in nessun posto che abbiamo la garanzia di esistere come specie per sempre. D’altronde i dinosauri si sono estinti, come anche mille altre specie.

         
        • Alvise…
          ….ricordati che tutte le piante, di qualunque tipo, crescono unicamente grazie alla presenza di CO2 in atmosfera. Nello specifico di un bel mix di gas serra… perché richiedono sia CO2 che Umidità (Vapore acqueo).
          Inoltre, è bene ricordare, che per gli animali, respirare ossigeno puro, non è propriamente salutare. Viene fatto in medicina per curare ben precise patologie e viene fatto sempre sotto strettissima osservazione medica. Ma in natura, se non ci fosse la CO2, per noi umani sarebbe un gran bel problema!

          Io, sinceramente, non capisco come sia possibile non sapere le basi della vita sulla Terra.
          Niente CO2, niente vita vegetale. Poca CO2, poca vita vegetale e per di più anche debole.

          Bernardo

           
  • Pierpaolo

    L ‘individuo è menomato da una cospirazione talmente mostruosa da rendergli impossibile ammeterne l esistenza. Cit. Ps. Negl anni 70 dicevano che il freddo crescente era a causa dell uomo. L uomo ha memoria assai corta e loro lo sanno bene.

     
    • Giorgio

      Confermo!!!! Negli anni 70 si parlava di un’imminente era glaciale provocata dal global dimming.

       
  • meravigliosa

     
  • La calotta antartica si raffredda più rapidamente rispetto a quella artica .. l inverno nell emisfero australe è più lungo e più freddo anche a causa del fatto che coincide con l afelio .. la terra viene a trovarsi nel tratto orbitale più lontano dal sole .. l inverno boreale al contrario si verifica durante il perielio, più breve e più riscaldato x ché più vicino al Sole … Antartide in pole position sul fronte di un sempre più inevitabile minimo solare e conseguente global cooling .. e ce lo sta dimostrando nei fatti ..

     
    • Giorgio

      Si parte sempre dal basso…..

       
  • mi dispiace questa è una notizia falsa e tendenziosa, si è detto che c’è il riscaldamento globale, e riscaldamento globale deve essere. E poi ci sono le scie chimiche che stanno aiutando il riscaldamento. E poi ho rivisto Elvis (Presley)

     
    • Giorgio

      Grande Giuseppe.

       
    • grande! 😀

       
  • Grande Gabriele.Come accade da decenni a preoccupare sono solo le anomalie calde, che sono sempre meno e sempre piu’ confinate.Ora…tanto per farti un esempio e’ sotto I riflettori il grande NINO che verra’.Anche questa diverra’ l’ennesima bufala ben studiata dal NOAA.Se NINO sara’ sara debole/moderato.Mai infatti nella storia si e’ verificato un NINO strong in fase di ciclo PDO-.
    Ciao
    Giorgio

     
  • Da notare che l’anno scorso i ghiacci sono stati sempre in eccesso e questo ha provocato sicuramente un aumento dell’albedo … se il trend é questo dovremo assistere anno dopo anno un incremento del ghiaccio marino e una riduzione complessiva della quantità di calore negli oceani … forse le correnti vengono confinate e si avrà un iper raffreddamento dei poli ed un surriscaldamento delle zone equatoriali chi può dirlo … che sia questo lo switch per l’ innesco della glaciazione? Di certo a parte noi scettici-negazionisti mi sembra che non si stia preoccupando nessun altro … tra qualche anno non ci servirà niente poter dire ve lo avevamo detto …

     
  • Alle temperature antartiche, un aumento di estensione non vuol dire necessariamente un raffreddamento:http://www.skepticalscience.com/translation.php?a=303&l=17

     
    • Ma l’effetto albedo la fa comunque da padrone, guarda anche in Canada sono ancora a -20°. Andrea

       
    • Certo, l’effetto albedo è un feedback di indiscutibile efficacia, ma da qui a parlare di inizio di raffreddamento globale, la strada è lunga

       
    • Se questo processo andasse avanti a ritmo sostenuto, qualcosa nell’emisfero australe cambierebbe, stiamo a vedere la cosa è molto didattica 😉 Andrea

       
  • Sulla connessione tra l’ACC e NINO e NINA ci sono molti studi in merito.Sul fatto dello scioglimento estivo dei ghiacci antartici devo contraddirti, poiche’ il minino estivo di quest’anno ha chiuso sopramedia di quasi un milione di kmq.Pertanto non c’e’ stato affatto scioglimento eccessivo.Se lo hai letto da qualche parte sappi che si tratta dell’ennesimo episodio di disinformazione.La disinfo pilotata regna sovrana I questo pianeta.La cosa piu’ triste e’ che la collettivita’ stipendia con lauti compensi scienziati e non che, grazie ai media oliati per bene invece di informare correttamente la stessa collettivita’ che paga questa gente semplicemente la prende contunuamente per I fondelli.

     
    • sarebbe interessante un articolo su questo argomento, ulla connessione tra l’ACC e NINO e NINA 😀

       
    • Argomento alquanto complicatino…c’e’ da studiarci sopra parecchio,anche perche’ si tratta di una rete complessa di fattori e ognuno di loro ha il suo peso ben preciso.

       
  • Ricordo che se la corrente circumpolare rallenta sopratutto nello stretto di magellano diminuisce attraverso la corrente del Perù la forza del Nino. Vi ricorda qualcosa? Bisogna aggiungere per amor di verità che nella discesa verso il minimo i ghiacci si erano sciolti a velocità maggiore della media, il che può sia grazie alla minor anomalia raggiunta sia grazie alla minor salinità aver contribuito al rimbalzo. Comunque è un risultato assai notevole 😀

     
  • Marco Bagnato

    Ricordo che se la corrente circumpolare rallenta sopratutto nello stretto di magellano diminuisce la forza del nino. Vi ricorda qualcosa? Bisogna aggiungere per amor di verità che nella discesa verso il minimo i ghiacci si erano sciolti a velocità maggiore della media, il che può sia grazie alla minor anomalia raggiunta sia grazie alla minor salinità contribuito al rimbalzo. Comunque è un risultato assai notevole 😀

     
  • L’anomalia e’ a dir poco impressionante.

     
  • Si.Mi sa proprio di si.

     
  • Ciao global warming .. 🙂

     
  • wow!!!

     
  • Di questo passo inizieranno a combattere il raffreddamento globale!!!

     
  • Giusto per farsi una granita questa estate 🙂