GENNAIO 2015 VS GENNAIO 1985 :SEGNALI IMPORTANTI DALLA STRATOSFERA

Potrebbe ripertersi l’evento del lontano gennaio 1985,quando il vortice polare stratosferico collasso’ regalando 2 settimane di gelo e neve in tutta Europa?

Le possibilita’ ci sono e sono alte.

Partiamo dal presupposto che la stratosfera gioca un ruolo primario,fondamentale, per le sorti degli inverni europei.

Analizzando la carta a 10 Hpa(30 000 mt di altezza) notiamo un forte riscaldamento sia in area atlantica che in area pacifica.

gfs_t10_nh_f96

Se il riscaldamento si propaghera’ a tutte le altezze della stratosfera potrebbero crearsi 2 aree di alta pressione nelle rispettive zone;in pratica si verificherebbe una bilobazione del vortice polare in 2 lobi,uno dei quali per effetto della risalita del promontorio di alta pressione  in zona atlantica (wave 2) avrebbe come ripercussione diretta la discesa del getto polare proprio sul nostro continente.

Noto con gran stupore che si tratta,almeno per ora,di un evento molto simile a quello del dicembre 1984/gennaio 1985 quando si verificarono proprio 2 warming con le stesse caratteristiche di quelli attuali.

10mb9065_1985

Per ora si tratta di un’ipotesi,con fondamenti,ma pur sempre ipotesi,anche perche’ le dinamiche stratosferiche ,pur essendo di piu’ sempilce lettura rispetto a quelle troposferiche,non sempre producono gli effetti che sarebbe logico attendersi;questo perche’ alla fine e’ sempre la troposfera quella che gioca l’ultima carta!!!!

Come scritto tante volte nei miei post passati,abbiamo un vortice canadese molto aggressivo e fermarlo o semplicemente ‘rallentarlo’ per i tanti motivi che vi ho spiegato non e’ cosa facile.Ma almeno stavolta la stratosfera ci provera’!!!!!

Stante a quanto compare sulle carte,l’attacco al vortice polare e’ previsto per la meta’ di gennaio.

Gennaio 2015 come gennaio 1985?

Non manca molto per saperlo.

Buon anno

Giorgio

ATTIVITA SOLARE