Gas Esilarante — Una Faccenda Esilarante?

Scritto dal Dott. Klaus L.E. Kaiser – Ontario (Canada)

Fonte: canadafreepress.com

Traduzione a cura di Mauri Sesler (scientific translator)

KAISER100815

Alcuni dentisti invece di ricorrere agli anestetici locali preferiscono usare il Gas Esilarante per i suoi effetti analgesici. Si suppone che lo facciano per prevenire il dolore quando si avvicinano ai vostri nervi. Non ho mai avuto il piacere di ricevere un trattamento del genere e il mio dentista preferisce la versione moderna del “leggero fastidio” della varietà dell’iniezione e dell’ago. Naturalmente, questo è già molto avanti rispetto alla procedura che ho vissuto quando ero più giovane, e il dentista era solito ricorrere ad un trapano a percussione per mettere a nudo i nervi in tensione dei miei denti – senza usare alcun analgesico. Ma mi sto allontanando dalla questione centrale. Questo post parla della nuova minaccia che grava sul mondo: il Gas Esilarante.

Credetemi questa non è una faccenda esilarante. Alcuni attivisti ritengono che questo gas è un altro dei cattivi che sta causando il “cambiamento climatico”, il “riscaldamento globale”, lo scioglimento dei ghiacci polari, l’innalzamento del livello degli oceani, la siccità e le inondazioni, e tutte le altre calamità esistenti.

Ovviamente, la pretesa che l’anidride carbonica (CO2) sia la causa di ogni disgrazia immaginabile sta incontrando qualche difficoltà; deve essere giunto il momento di trovare un altro colpevole.

Il Gas Esilarante

Il Gas Esilarante / Laughing Gas (LG) è una semplice sostanza chimica, composta da due atomi di azoto (N) e da un atomo di ossigeno (O), e da questo ne consegue la notazione chimica di N2O e il nome di protossido di azoto. Naturalmente si sa che il gas azoto molecolare (N2) e l’ossigeno molecolare (O2) costituiscono il 99% dell’atmosfera sulla Terra (trascurando il vapore acqueo). Questo nuovo cattivo, il LG, è presente nell’atmosfera in circa 330 parti per miliardo, o 0,00003% nell’atmosfera. Che minaccia incredibile!

Non solo il LG è una traccia costituente naturale dell’aria, che principalmente si origina dai batteri del suolo e dai fulmini, ma è anche prodotto a livello commerciale e utilizzato per una varietà di scopi, alcuni dei quali, devo francamente ammettere, vanno ben oltre la mia comprensione. Ad esempio, Wikipedia elenca fra i suoi ambiti di utilizzo quelli che includono il combustibile o l’additivo per razzi, l’additivo per carburanti di motori a combustione interna, il propellente per prodotti alimentari del tipo dei distributori di panna montata, gli utilizzi ricreativi e quelli medicinali.

Il “problema” con il LG, per come ci viene raccontato adesso tutto questo è il suo effetto come “gas serra”, non che la teoria dei gas a effetto serra sia stata dimostrata essere uno dei motivi che è dietro ad un qualsiasi riscaldamento globale (compresa la CO2). Wiki sostiene che il LG è un gas serra con un grande potenziale di riscaldamento globale (GWP – Global Warming Potential). Più precisamente, da change.org apprendiamo che “Inoltre, ulteriori stime suggeriscono che il bestiame è responsabile del 65% di tutte le emissioni di protossido di azoto, un gas serra che è 296 volte più distruttivo (scritto in non meno di tre lingue diverse!) dell’anidride carbonica (CO2) e che rimane nell’atmosfera per 150 anni”.

Naturalmente, tutte queste fesserie sono solo lo sfondo dietro al quale si celano le reali intenzioni delle ONG. L’affermazione che il LG rimane nell’atmosfera per 150 anni è ridicola. Il LG è un forte ossidante che prontamente reagisce con molti altri microelementi o micropolveri presenti nell’aria. È per questo che la sua concentrazione nell’aria non è quasi del tutto cambiata per diversi decenni.

E allora che cosa vogliono realmente queste ONG?

Il Credo delle ONG

Change.org e altre ONG vogliono che la questione del LG venga messa in discussione nel corso della prossima conferenza COP21 che si svolgerà a Parigi nel Dicembre 2015. In questa chiamata alle armi, fanno riferimento alla relazione del 2013 sul “Confrontarsi con il Cambiamento Climatico attraverso il Bestiame, una valutazione globale delle emissioni e delle opportunità di mitigazione” della Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite, della quale l’estratto seguente afferma quanto segue:

“Poiché sono necessari nuovi sforzi internazionali per ridurre le emissioni dei gas a effetto serra, il settore zootecnico può contribuire, facendo la sua parte. Questo è un importante emettitore di gas a effetto serra, ma ha anche il potenziale per ridurre significativamente le emissioni. Questo rapporto fornisce una valutazione globale unica dell’entità, le fonti e le vie di emissioni provenienti da diversi sistemi di produzione animale e dalle catene di approvvigionamento. Basandosi sulla valutazione del ciclo vitale, delle analisi statistiche e degli scenari, fornisce anche le stime del potenziale di mitigazione del settore e identifica le opzioni concrete per ridurre le emissioni. La relazione è una risorsa utile per le parti interessate, dagli allevatori fino ai rappresentanti politici, i ricercatori e i rappresentanti della società civile, che intende anche informare il dibattito pubblico sul ruolo delle catene di approvvigionamento di bestiame nel cambiamento climatico e sulle possibili soluzioni.”

E alterare la domanda globale di carne e di prodotti caseari è fondamentale per raggiungere gli obiettivi climatici.

Chiaramente, l’obiettivo delle ONG è quello di ridurre il vostro consumo di proteine animali di qualsiasi tipo. Non intendo solo il manzo o il maiale ma anche il pollame e, per estensione anche il pesce e la farina di pesce utilizzata per alimentare il pollame.

Le Nazioni Unite e le ONG

Le Nazioni Unite e la sua moltitudine di sub-organizzazioni, pannelli, comitati e simili stanno lavorando mano nella mano con un esercito di ONG di tutto il mondo. Il loro obiettivo unificante è quello di convertire il mondo in uno stato a governo unico in cui tutti siano ugualmente infelici. Loro sono dannatamente intenzionati a trasformare voi tutti in vegani ma, se non lo fanno oggi lo faranno poi domani. Dopo di che, la dieta a base di cereali, verdure e frutta a guscio, senza dubbio, dovrà essere ridotta ulteriormente, riducendosi forse alle radici e alla corteccia degli alberi. In poche parole, questo è il piano Agenda-21 o piano di decarbonizzazione.

Per il vostro bene e quello dei vostri bambini, non accettate tutto questo!

 


 

Il Dott. Klaus L.E. Kaiser è l’autore di “CONVENIENT MYTHS, the green revolution – perceptions, politics, and facts”. Si veda: convenientmyths.comIl Dott. Kaiser, scienziato e autore, è attivo nell’ambito della ricerca da più di quattro decenni; è l’autore di quasi 300 pubblicazioni su riviste scientifiche, relazioni governative e di agenzie internazionali, libri, riviste e quotidiani. Attualmente è il Direttore della Ricerca di TerraBase Inc., ed è un membro dell’Istituto di Chimica del Canada. Il Dott. Kaiser è ampiamente riconosciuto per la sua esperienza nel campo della chimica ambientale e per il suo approccio alle questioni in nome del “rifiuto di tutto ciò che non ha alcun senso”.