IL FRAUDOLENTO CONSENSO DEL 97%

12 maggio 2015

L’affermazione è ripetuta fino alla nausea che il 97% degli scienziati del clima concorderebbero che il cambiamento climatico è causato dalla crescente quantità di gas serra (GHG), e che l’umanità ne è la causa. La CO² atmosferica è il gas più riconosciuto.

Ma ci sono due cose errate in questa affermazione.

In primo luogo, la scienza non è decisa da un consenso, o da un comitato. Ci sono numerosi casi in cui il consenso è in accordo su un fatto scientifico presunto, solo per averlo rovesciato. Galileo ne è l’esempio più noto in cui una persona ha ribaltato un consenso già esistente. Più di recente, nel 1983, i medici australiani Warren e Marshall hanno determinato che l’ulcera peptica era causata da batteri, il che ne ha capovolto il consenso prevalente in quel momento.

La petizione Oregon ha all’attivo più di 31.000 firme di ingegneri e scienziati, oltre 9.000 dei quali hanno dottorati di ricerca, in cui si afferma che i gas serra, in particolare la CO², non sono la causa del riscaldamento globale.

Mentre quello che è impressionante, e che continua a circolare, è l’affermazione che il 97% è la prova che la CO² è la causa del riscaldamento globale.

Solo il metodo scientifico può determinarlo.

In secondo luogo, l’affermazione del 97% è fasulla.

L’affermazione ha almeno due punti di partenza di cui obiettare.

Uno dei documenti alla base dell’affermazione del 97% è scritto da John Cook, gestore del sito web Skeptical Science.com.

Ecco la spiegazione di Cook nel suo sito, “Cook et al. (2013) ha rilevato che oltre il 97% [delle carte osservate] ha approvato l’idea che la Terra si sta riscaldando e che le emissioni umane di gas serra ne sono la causa principale.”

Il problema iniziale con la sua affermazione è che praticamente la totalità ne sono d’accordo è che la Terra si è riscaldata nel corso degli ultimi 150 anni, quindi l’affermazione non ha particolare importanza.

Inoltre, la maggior parte delle persone coinvolte nel dibattito concordano sul fatto che i gas serra svolgono un ruolo molto piccolo nel riscaldamento, ma che non è il fattore principale. La maggior parte degli scienziati che sono in disaccordo con il Gruppo Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ritengono che il ruolo che svolgono i gas serra è di piccole dimensioni.

Quindi la metodologia adottata da Cook e il motivo per cui la carta è fasulla.

Cook insieme ad un gruppo di persone ha esaminato 12.000 pubblicazioni scientifiche catalogando a seconda degli abstract, convalidando l’ipotesi del riscaldamento globale.

Per iniziare, questo processo si è basato su opinioni, con la formula fissata per valutare come sicuramente le carte siano conformi con l’ipotesi dei gas serra. Inoltre un abstract, non è necessariamente quello che un documento contiene o conclude.

Il processo di documentazione, anche esclusi dallo stesso scienziato, in sostanza fare cherry picking, raccogliendo documenti inclusi nel campione. Questo significa che il campionamento non è stato casuale, un aspetto importante di qualsiasi tipo di studio.

Ad esempio, il Dr. Richard Tol ha affermato: “L’indagine di Cook ha incluso 10 dei miei 122 documenti approvati. 5 su 10 sono stati valutati in modo non corretto. 4 su 5 sono stati valutati e approvati piuttosto che classificarli neutrali”.

Le carte del Dr. Tol sono state valutate in modo non corretto, il che, di per sé, renderebbe la carta di Cook non valida.

E il Dr. Tol non è il solo. Ci sono altre situazioni con la stessa accusa. Ad esempio, il Dr. Nir Shaviv, ha affermato: “No… non è una rappresentazione accurata.”

Friends of Science ha operato una analisi dei 12.000 documenti, determinandone il seguente risultato:

“La base dei dati dello studio Cook et al. ha 7 categorie di abstracts nominali.”

65 lo sostengono esplicitamente, > 50% riscaldamento causato dall’uomo
934 lo sostengono esplicitamente
2933 lo sostengono implicitamente
8261 nessuna posizione
53 sono implicitamente di scarto
15 sono esplicitamente di scarto
10 sono esplicitamente di scarto, < 50% riscaldamento causato dall’uomo

“I Papers della terza categoria, che Cook sostiene, “sostengono implicitamente”, in realtà non fanno alcun riferimento agli esseri umani come causa principale del riscaldamento globale.”

Con 8.261 documenti su 12.000 senza prendere alcuna posizione sulla questione, è impossibile che vi sia un consenso del 97%.

L’affermazione di Cook del 97% non è una affermazione valida, quindi in gran parte priva di significato, in ogni caso dal momento che l’area principale di controversia è la misura in cui le emissioni di gas serra stanno causando i cambiamenti climatici.

Un’altra affermazione precedente è stata fatta da Naomi Oreské di Science Magazine: “Per la prima volta, l’evidenza empirica è stata presentata facendola sembrare unanime, con il consenso scientifico sulle cause antropiche del recente riscaldamento globale.”

Decine di scienziati hanno riferito che i loro documenti non sono stati inclusi o male interpretati in quel 97% e questa è la conclusione di Oreské.

La sua richiesta è stata anche smentita, quando la scienza dello scrittore David Appell ha posto la domanda a lei: “Il 15 dicembre 2004, ha ammesso che ci fosse davvero un grave errore nel suo saggio di Science”.

La ripetizione costante nell’affermazione che il 97% degli scienziati del clima concordano il cambiamento climatico è causato dalla crescente quantità di gas serra (GHG) è fuorviante nella migliore delle ipotesi, e, di fatto, è fraudolenta.

Anche il presidente Obama ha ripetuto l’affermazione, aggiungendo che è “artificiale e pericolosa” … un abbellimento in una dichiarazione già fraudolenta.

Quindi in definitiva l’affermazione del 97% è pura propaganda.
pinochio
Pinocchio. Foto di D. Dears

 

Utilizzando la valida pretesa del 97% al silenzio di vista opposta, è moralmente e scientificamente sbagliata. Forse, Pinocchio può attestare questo.

Quando si confronta con la pretesa, spiegare che è fraudolenta ed è stata smentita. Dire alla persona che fa l’affermazione che ci sono oltre 31.000 ingegneri e scienziati che hanno firmato una petizione che indica che i GHG non sono la fonte del riscaldamento globale, e mentre prova non assoluta che GHG non sono la causa, la petizione dissipa l’idea che ci sia un consenso a sostegno della domanda che il 97% degli scienziati climatici concordando sul fatto che il cambiamento climatico non è causa dei gas serra.

Fonte: Power For Usa

Enzo
Attività Solare