E DOPO IL FLUSSO ZONALE?….

Buongiorno a tutti cari utenti di Attività Solare

MI presento a voi, sono Francesco, il nuovo componente di questa strepitosa famiglia.

Insieme andremo a dare uno sguardo giornaliero  sulla previsione meteorologica, del nostro paese e anche uno sguardo più attento alle dinamiche generali, più lontane rispetto a noi, ma che ci riguardano sempre da vicino.

Iniziamo con l’osservare tre carte, inerenti al nostro Paese.

 

gfs lunedi

 

gfs martdi gfs mercoledi

 

Osservando bene queste immagini, noterete come in tutte  le rappresentazioni, con una segnatura nera vengono definiti i 3 step che ci accompagneranno in questi giorni.

Si evince  in Italia per i prossimi 3 giorni un tempo di chiaro stampo Atlantico.  Avremo una wawe 2 (anticiclone delle azzorre), con una curvatura molto pronunciata (step1) ma che a causa del flusso zonale atlantico molto invadente, non avra’ modo di ergersi con più decisione verso nord est (step2).  E avremo  una piccola depressione atlantica, che con molta probabilità per le giornate  di martedì e mercoledì apporterà  un tempo perturbato e con piogge soprattutto sul centro e sud italia, ma non mancheranno fenomeni perturbati sul nord ovest del nostro Paese. (step3).  La saccatura atlantica la riscontrate  sulle carte, da quella piccola lingua verde che da martedì si insinua sul nostro territorio, entrando in maniera netta nel cuore dell’anticiclone.

Quindi tornando a noi, il solito tempo mite atlantico, verra’ spezzato da prima con questa piccola e breve perturbazione, e poi nei prossimi giorni assisteremo ad interessanti movimenti ai piani alti (Stratosfera), che potrebbero apportare, diverse modifiche al clima tardo autunnale che stiamo vivendo in questi giorni.

 

Vi chiederete che significato potrà avere il titolo scelto per questo articolo.  Brevemente vi illustrerò quella che “potrebbe” essere la tendenza futura per le nostre lande.

gfs lungo termine

 

Osservando questa carta, che da una visuale più ampia, prendendo in considerazione tutto l’emisfero nord, noterete, come la ripresa virulenta del flusso zonale si protrarrà quasi fino alle festivita’ natalizie. Vi ho delineato bene le situazione, perché vorrei che notiate con attenzione la possibile evoluzione che potrebbe concretizzarsi a cavallo fra le feste Natalizie e l’inizio del nuovo anno. Se i movimenti in atto in Stratosfera dovessero portare i frutti sperati, allora a partire dal periodo del Capodanno potremmo avere un Vortice Polare fortemente perturbato, e con una wawe 2 pronta a sfruttare la strada libera che lascerebbe a lei il Flusso Zonale,  potrebbero concretizzarsi movimenti interessanti per le nostre lande.

In conclusione, guardando nel lungo-termine, se i movimenti in Stratosfera si concretizzeranno, avremo a che fare con uno scenario totalmente capovolto, poiche’ se ora abbiamo predominanza di flusso atlantico con vp compatto, e wawe 2 schiacciata sui nostri paralleli,  al contrario con un vp disturbato, e quindi una wawe 2 che riuscira’ ad insinuarsi al centro dell’emisfero nord, allora a quel punto potremo avere afflussi via via sempre più freddi, dato che il vortice polare quest’anno avra’ un asse favorevole al ramo Russo-Siberiano.

Lascio a voi amici l’immaginazione…………….

 

Buona lettura e Buona Domenica.

Francesco.

 

 

  • Crastatempla .

    Ottima Spiegazione e Benvenuto.