20 dicembre 2013 - 23:11 pm Pubblicato da

E’ molto probabile che domani in serata, l’emisfero nord risulterà ancora una volta privo di macchie solari. Infatti una volta ruotate nel lato ahead (lato nascosto), le due regioni attive AR 1920 e AR 1921, l’emisfero settentrionale del Sole risulterà spotless, cioè senza macchie. Anche osservando lo Stereo Behind non si vedono giungere nuove zone attive.

 

latest_1024_HMIIC

 

Questo non che sia una novità, anzi, molti giorni spotless sono stati conteggiati in questa zona del Sole nell’ultimo periodo, ma sta a sottolineare ancora una volta, l’estrema debolezza del ciclo in questo momento, praticamente dimezzato rispetto all’ultimo ciclo, il 23.

Nei prossimi giorni saranno in uscita i dati del Polar Field, anche se possiamo già anticiparvi che non ci sarà grande stravolgimento nei dati dei 2 emisferi.

Ai prossimi aggiormamenti

Enzo                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           Solar Activity

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(Ancora nessun voto)
Loading...
  • Hey un miо collega mi ha inviato l’indirizzо di questo blog e
    sono paѕsato a vedere sе veramente merita. Mi piace molto.

    L’ɦo messo tra i preferiti. Splendido blog e template spettacolare.

  • Оla un mio amifo mi ha girato la url di questo blog e sono
    venuto a vedere se realmente merita. Mi piace enormemеnte.
    L’ho aggiunto tra i prefeгiti. Splendidߋ sitro e
    gafica magnifіϲo.

  • Menomale, altrimenti con il debole campo magnetico terrestre di questi tempi, saremmo strinati dalle radiazioni! Io dico che a tutto c’è un perché.

  • raffreddamento di 3,8 su scala globale?
    no è impossibile è troppo,durante le glaciazioni si constato che la temp.globale era sotto di 4-5 gradi

  • Attraverso il monitoraggio delle emissioni della corona solare, già dal 2006, Richard Altrock aveva previsto un ciclo 24 molto più debole del ciclo 23 e molto più lungo dei canonici 11 anni. Attraverso punti ben definiti sulla fotosfera solare tramite il monitoraggio dei cicli passati, ne è risultato che questo ciclo potrebbe terminare addirittura nel 2024/2026.Questo se si verificasse potrebbe essere preludio di un grande minimo prolungato. Altrock nei suoi studi aggiunge che, un ciclo solare di 18 anni sarebbe molto significativo, in quanto sarebbe cinque anni e mezzo più lungo del Ciclo Solare 23. Con un rapporto esistente fra ciclo solare/ temperatura , Stati Uniti-Canada di 0,7° C per ogni anno di durata del ciclo solare, ci aspettiamo un raffreddamento di 3,8° C per il prossimo decennio.