Confronto SST ultimi 3 giorni… fine dei giochi?

confronto_24-25-26

Nell’immagine qui sopra ci sono le SST degli ultimi 3 giorni…
Sta iniziando a cambiare qualcosa… e contrariamente a quanto ci si aspettava… la tendenza è ad un leggero riscaldamento.

Se cliccate sull’immagine per vederla a dimensioni maggiori, guardando il Mediterraneo e il Mare del Nord, vi accorgete che le temperature stanno salendo in alcuni punti. Fine dei giochi invernali?
Forse no….

Nel Mar Mediterraneo le SST stanno cambiando ancora poco… ci vorranno altri 15-20 giorni per fare in modo che tali aumenti possano essere significativi. E nel mentre non sono esclusi afflussi di aria fredda dalle alte latitudini.

Nel Mare del Nord il riscaldamento iniziale comporta la fusione dei ghiacci più periferici della banchisa… con conseguente immissione nel mare di acqua fredda e conseguente nuovo abbassamento delle SST.  Qui è iniziata un’altalena… fatta di aumenti e diminuzioni delle SST.

Nel resto degli oceani le cose non sono cambiate affatto.
Ci troviamo nel periodo più critico dell’anno… quello che determinerà gran parte della stagione primaverile e parte di quella estiva.
Se il Vortice Polare dovesse “sgretolarsi” ora, il freddo potrebbe giungere da noi a metà febbraio… e restarci fino a metà marzo… (non è detto… ma potrebbe)… con la conseguenza di una prima parte della primavera sottomedia.

Il riscaldamento alle alte latitudini, comunque, è inevitabile. Più si va avanti con la stagione, più questo riscaldamento sarà evidente e concreto. E il VP non potrà sopportarlo per troppo tempo.

Inverno finito?
Quasi sicuramente no… anche se con questo El-Nino, accoppiato al Blob Atlantico, quest’anno ha fatto grandi casini qui da noi.
E guardando le SST, le temperature dell’aria e lo SnowCover a livello mondiale, è sempre più evidente come le zone poste lungo le coste orienali dei continenti siano favorite per il grande freddo… mentre quelle sulle coste occidentali restano al caldo.

In futuro le cose cambieranno… ormai è certo. Dopo ogni evento di Nino c’è sempre stata una Nina… spesso altrettanto “strong”… e quest’anno El Nino passerà in fase neutra-negativa in piena estate… determinando un inverno teoricamente freddo anche per noi. Un freddo diverso… più intenso… Perché nel frattempo il blog atlantico si sarà esteso ulteriormente… e le SST non avranno raggiunto i livelli di fine estate 2015!
Continuiamo a monitorare… anche perché ci giungono informazioni “interessanti” dal comparto vulcanico islandese…

Bernardo Mattiucci
Attività Solare