Confronto SST atlantiche di inizio anno

Già da qualche tempo, lo staff di Attivitasolare.com stava pensando ad un sito parallelo al blog, nel quale poter riversare immagini, dati, grafici e mappe di tutto ciò che può essere utile riguardo l’analisi e il monitoraggio del Sole e relativa attività magnetica, ma anche riguardo il clima del nostro pianeta e infine gli  eventi geologici del nostro pianeta (eruzioni vulcaniche e terremoti).

Al momento sono presenti solo un paio di carte… di cui una, quelle riguardanti le SST (Sea Surface Temperature), viene archiviata giornalmente mentre l’altra viene soltanto linkata al sito originale. Questo perché per le SST non è disponibile alcun archivio ed è per questo che, almeno in parte, lo stiamo realizzando noi.

Comunque… il confronto di oggi verte sulla differenza tra le temperature superficiali dell’oceano Atlantico tra la giornata di ieri, 01 Gennaio 2017 e quelle del 02 Gennaio 2017.

SST 02012016

DinamicheSolari.com – SST – 02 Gennaio 2016

 

SST 01012017

DinamicheSolari.com – SST – 01 Gennaio 2017

 

La cosa che ci interessa in modo particolare è la differenza tra ciò che stava accadendo all’inizio del 2016 e ciò che sta accadendo ora.

Guardando le isoterme, soprattutto ad est della Florida, si nota facilmente che lo scorso anno il raffreddamento era concentrato per lo più alle alte latitudini.
Quest’anno è concentrato alle medie latitudini. Come mai?

La risposta sta tutta nelle correnti termoaline… quelle calde scorrono in superficie. Quelle fredde in profondità!

Ed ogni corrente impiega diversi mesi percompletare un percorso nella sua totalità. Ad esempio, per la Corrente del Golfo, il tempo impiegato per coprire la distanza tra la Florida e il Centro Nord Atlantico, è di circa 3 mesi (se non ricordo male).

Pertanto, a distanza di circa 1 anno, si è avuto un intenso raffreddamento degli strati più superficiali dell’Atlantico… determinando un iniziale raffreddamento degli oceani. Raffreddamento che, evidentemente, non è stato compensato dal riscaldamento indotto dal Sole nei mesi estivi.

 

Risultato… il clima si sta raffreddando… e si raffredderà ancora di più nei prossimi anni.

 

Ancora una volta, quindi, continuano le evidenze di un raffreddamento globale in corso…. e non di un riscaldamento come vogliono farci credere!

 

Buona giornata
Bernardo Mattiucci