CON OGGI SIAMO ARRIVATI AL 6° GIORNO SPOTLESS DELL’EMISFERO NORD!

Con oggi siamo arrivati al 6° giorno consecutivo spotless nell’emisfero nord, cioè senza macchie solari al proprio interno, quindi viene eguagliato e sorpassato il periodo di febbraio 2014 che ebbe 4 giorni spotless esattamente dal 18 al 21.
Ma questa sera viene eguagliato anche il filotto che fece dicembre 2013, che per ben 2 volte in un solo mese mise un filotto di 6 giorni consecutivi, totalizzando la bellezza di 13 giorni spotless su 31! Infatti il mese di dicembre 2013 fece risultare le seguenti giornate senza macchie:

dal 3 all’8 dicembre
dal 23 al 28 dicembre
30 dicembre per un totale di ben 13 giorni

latest_1024_HMIIC 26.05.2014

Ma guardando la mappa del EUVI/AIA 195 Stonihurst Heliographic, non si vede come possa interrompersi questa serie, se non con qualche improvvisa accelerazione che francamente reputo abbastanza difficile in questo momento, visto il periodo di calma che ha colpito il sole, dopo la sfuriata culminata con il solar max di questo ciclo 24.

may24 26.05.2014

Dunque, giornate molto interessanti ci attendono nei prossimi giorni senza dimenticare quello che vi avevo già accennato in un mio precedente articolo di qualche sera fa, quando vi accennai di un possibile sole spotless in tutti e due gli emisferi nei prossimi giorni.
Sarebbe davvero un evento rilevante per il periodo di solar max che sta attraversando la nostra stella.

Viviamo in tempi interessanti.

ENZO
SOLAR ACTIVITY

 

  • Ma daiii praticamente adesso e tutto uno scendere fino al minimo di murder od oltre…brrr.Grazie della risposta Roberto

     
  • Come alle battute finali che intendi Andrea

     
  • gianni

    Non e’ che il sud se la passa tanto meglio….

     
  • Record. ?

     
  • gianni

    E ma mi sembra che 10-15 anni di sole piu’ debole cominciano a far vedere gli effetti sul clima , basta vedere le SST , chissà se ce del vero in quello che alcuni dicono : sole in crisi uguale umanita’ in crisi

     
    • Gianni, posso confermare che quello che dici è supportato da studi scientifici, che ad una bassa attività solare trova riscontro un aumento degli omicidi e degli stessi suicidi. Ma non solo si riscontrano persone che danno segni di squilibrio mentale e tanto per non farci mancare nulla anche un aumento dei tumoti alla pelle per la presenza di maggiori raggi cosmici.
      Confermo anche per quanto riguarda gli studi sulle SSTA oceaniche. Infatti sembra ci sia una minor penetrazione dei raggi UV (ultra-violetta) tra 200-300nm nei primi 100/200 metri di profondità nelle acque degli oceani con un lento ma inesorabile raffreddamento delle stesse nel giro di pochi anni dall’inizio della bassa attività solare specie se prolungata nel tempo.

       
      • gianni

        Noi umani ci crediamo i padroni del mondo e invece basta che si stanca un po’ il sole e abbiamo conseguenze negative mentali , figuriamoci se il sole decidesse veramente di addormentarsi come nel maunder……

         
  • da notare anche la vistosa decadenza nelle ultime 24 ore delle AR 71-72-73-74!! 😉

     
    • 71 e 73 in calo, 72 sembra ma ha una vasta area magnetica sotto ad essa e la 74 è BG, anch’essa con vasto magnetismo, inoltre entrambe fanno parte del gruppo di 3 sunspot assieme alla 2065 (BGD) con un’area magnetica complessiva davvero importante.

       
    • Ma in superficie le linee dei campi magnetici faticano ad arrivare.. Andrea

       
    • fortunatamente stanno girando nell’west limb 🙂

       
    • Ma sinceramente credevo che i C flares di ieri sera, rialzassero il SF alle 23 UTC, mentre è calato. Siamo alle battute finali… Andrea