Cina Meridionale: 9 periodi di caldo e di freddo, negli ultimi 3000 anni: viviamo in una fase intermedia !!!

Un nuovo studio ha esaminato le variazioni delle temperature sulla parte meridionale della Cina, studiando i sedimenti accumulatisi sulle rive del lago Huguangyan , situato sulla Penisola meridionale cinese.

Attraverso lo studio dei componenti chimici presenti nei vari sedimenti, e derivati dal materiale organico accumulatosi nel corso dei millenni, è stato possibile ricostruire, con notevole precisione, quelle che sono state le variazioni termiche del clima della zona negli ultimi 3000 anni.

Notiamo quindi la presenza del periodo più caldo dei tempi recenti, quello compreso tra il 900 ed il 500 a.C. , e di altri periodi caldi, tra i quali il Periodo Romano, ed il caldo Medievale, che va approssimativamente dal 900 al 1300 d.C.

I periodi freddi sono stati quattro, tra i quali quello intervenuto tra il 500 ed il 200 a.C., e la Piccola Età Glaciale, presente tra il 1400 ed il 1850 circa.

Da notare il periodo più freddo di tutti, quello intervenuto attorno al 500 d.C., e confermato anche, tra l’altro, dalla forte diminuzione degli anelli di crescita delle conifere in Siberia.

Si tratta di un calo termico di oltre -2,2°C, breve ed improvviso, e nettamente superiore al freddo intervenuto durante la PEG recente, dove al massimo si sono avute anomalie di -0,7°C nel Seicento.

Attualmente viviamo con una anomalia termica di +0,4°C, lievemente inferiore a quello che fu il caldo medievale.

Lo studio è presente a www.sciencedirect.com/

29-giu-15-mar-della-Cina

Fonte Web: Cina Meridionale: 9 periodi di caldo e di freddo, negli ultimi 3000 anni: viviamo in una fase intermedia !!!

Roberto
Attività Solare

 

  • Maurizio Salina

    … Vesuvio 79 DC; Krakatoa 535 DC; Tambora 1815; Krakatoa 1883: queste enormi eruzioni possono legarsi ai repentini cali di temperatura evidenziati nel grafico? Io ho l’impressione di si: sbaglio?

     
    • Le probabilità sono alte. Ma ci sono anche altri fattori che contribuiscono.
      Ad ogni modo… se quelle eruzioni non ne sono la state la causa principale, sono comunque da annoverare tra le concause!

      Bernardo