CAMBIAMENTO CLIMATICO DECONTESTUALIZZATO

Quando si parla di cambiamenti climatici, spesso e volentieri sentiamo, per bocca dei grandi esperti, qualcosa tipo “il 2014 è stato l’anno più caldo di sempre”… senza che ci venga spiegato altro. Poi il nostro caro Enzo, alla continua ricerca di articoli e prove di questo inganno globale, ci dimostra che, in realtà, le cose stanno in tutt’altro modo. Ovvero che c’è un 38% di probabilità che il 2014 possa essere l’anno più caldo dal 1880… ma c’è anche, aggiungo io, un ragguardevole 62% che ciò non sia affatto vero! Sapete com’è… i numeri parlano chiaro! 🙂
Inevitabilmente scoppiano le polemiche… e qualcuno, intento a difendere a spada tratta l’indifendibile posizione, tutt’altro che scientifica, di chi sostiene il Riscaldamento Globale, se ne esce con affermazioni del tipo: “i mari sono i più caldi di sempre”…
A quel punto arrivo io… paladino delle cause perse in partenza… ma pur sempre cause… e mostro una mappa delle anomalie termiche, secondo i dati NOAA, di qualche giorno fa…

anomnight.1.19.2015

 

e mi chiedo: come mai, se i mari sono i più caldi di sempre, ci sono anomalie negative? Ovvero… come mai, se oggi i mari sono i più caldi degli ultimi, diciamo, 135 anni, la temperatura di moltissime zone è più bassa rispetto a quella di riferimento (che, nello specifico, non ho ancora capito a quale periodo corrisponde)… ???

Poi, gironzolando per la rete, alla ricerca spasmodica di un grafico con le temperature ASSOLUTE degli ultimi 1000 anni, saltano fuori 2 grafici…

Keigwin1996b

oppo normal

Precisiamo che tali grafici mostrano entrambi la stessa cosa… ovvero la ricostruzione delle temperature degli ultimi 3000 anni per il primo grafico… e 2000 per il secondo. Ma mentre il primo mostra la ricostruzione della temperatura della superficie del mare usando come base dati i sedimenti delle Isole Bermuda (Oceano Atlantico), il secondo mostra l’indice IPWP (Indo-Pacific Warm Pool)… ovvero la temperatura della zona evidenziata nella seguente mappa:

ipwp

Poi abbiamo che il primo si legge al contrario… ovvero da sinistra verso destra andiamo indietro nel tempo…  Il secondo invece è normale, quindi a sinistra si parte dall’anno 0… a destra si arriva ai giorni nostri.

Leggendo i grafici di cui sopra, quindi, scopriamo essenzialmente 3 cose:

1) nel 1700 circa la temperatura del mare aveva raggiungo il suo minimo degli ultimi 2000 anni almeno…
2) negli anni 150 circa, 350 circa e 1200 circa, la temperatura del mare aveva raggiunto il suo massimo degli ultimi 2000 anni…
3) la temperatura attuale del mare è, tutto sommato, in media con quella degli ultimi 2000 anni…. ed inferiore al suo massimo….

I maniaci del Riscaldamento Globale, al quale è bene credere senza fare troppe domande, a questo punto, diranno che, comunque, le ricostruzioni delle temperature non sono molto affidabili… mentre i dati reali dicono tutt’altro.
Certo… infatti vediamo che….

Avg_Temp_1880-2012il grafico delle temperature medie globali, stando ai dati NASA/GISS disponibili dal 1880 ad oggi, mostrano tutto sommato un aumento.

Il fatto è che ci risultano fuori luogo le affermazioni del tipo “il 2014 è stato l’anno più caldo dal 1880″… perché è come dire “cavolo… la temperatura del forno, mentre si cuoce la pizza, è molto più alta di quella presente nel congelatore nel quale ho messo la vaschetta del gelato”.

In conclusione… qual’è la verità?
Essenzialmente nessuna… Ovvero non è corretto paragonare temperature degli ultimi anni con quelle del periodo subito successivo alla Piccola Era Glaciale (durata a più riprese dal 1300 al 1850 circa). Perché in quel periodo la temperatura media del pianeta era diminuita, anche in modo sensibile, rispetto alla media dei periodi precedenti.
Pertanto… affermare che oggi fa più caldo rispetto a quando faceva più freddo, è una assoluta ovvietà che non ha alcun valore scientifico.

Piuttosto… quel che bisogna fare è rivedere le previsioni dei “riscaldisti” (ad oltranza)…

ClimateModelsVsReality-1024x768…e constatare che, in realtà, la Natura si sta comportando in tutt’altro modo.
Ovvero… che, evidentemente, i modelli matematici sui quali tali “esperti” (o presunti tali) hanno basato oltre 20 anni di studi (e finanziamenti multi-miliardari), sono da rivedere PESANTEMENTE… perché affetti da qualche grave errore concettuale.

E tale errore è, a nostro (ma non solo) avviso, quello di considerare la CO2 come l’unica (o la principale) causa del Riscaldamento Globale e relegare il Sole (e quindi l’Attività Solare) ad una mera “comparsa”!

Chissà… forse un giorno qualcuno si renderà conto che c’è qualcosa di profondamente sbagliato… e prima di sentenziare bisognerebbe andare a considerare ogni possibile variabile… e, magari, contestualizzare un tantino di più l’argomento specifico!

Bernardo

 

 

  • Alberto Rotondi

    Circa 10 anni fa un gruppo di fisici e astrofisici dell’Università di Berkeley ha deciso di rivedere tutte le analisi dell’IPCC, sospettando che fossero in parte sbagliate. Avendo ottenuto l’accesso a tutti i dati, sono vari anni che il gruppo reanalizza, coi metodi più raffinati della statistica e della fisica tutti i dati. Sostanzialmente, i risultati non sono molto diversi da quelli dell’IPCC. Da circa 5 anni stanno finalmente arrivando dei dati precisi sulle acque da parte dell’esperimento ARGO. QUesti dati saranno di importanza cruciale nei prossimi anni per capire cosa succede.

    Il sito è qui

    berkeleyearth.org

    e l’analisi del 2014 è qui

    http://static.berkeleyearth.org/memos/Global-Warming-2014-Berkeley-Earth-Newsletter.pdf

    Come vedete, il lavoro che vi interessa è già stato fatto dai fisici di Berkeley, su tutti i dati disponibili. Questo dovrebbe mettere la parola fine a tutte le pseudo analisi che vedo fare qui quando la Siberia va sotto zero

     
    • Alberto, forse non hai colto appieno il senso del mio articolo o forse sono io ad essermi spiegato male… il che è probabile.
      Noi di Attività Solare non neghiamo che ci sia stato, in passato (1850-1998) un Riscaldamento Globale. Non lo neghiamo perché è evidente sia dai dati storici che da quelli climatici.
      Però ne neghiamo assolutamente le cause.
      l’IPCC e tutti quelli che ci vanno dietro (e penso anche tu, avendo letto un tuo commento da tutt’altra parte), affermano che la causa primaria di tale riscaldamento è la CO2 antropogenica.
      Questo è sbagliato al 100%.
      Affermando ciò si afferma implicitamente che in tale periodo non c’è stato alcuna interazione diretta tra l’Attività Solare e il Clima del nostro pianeta. Ciò significa negare oltre 2000 anni di scienza e fisica e, se permetti, oltre 5 milioni di anni di peleoclima.
      Io, personalmente, non me la sento di gettare all’aria le leggi della Fisica solo perché 4 dementi col pallino dei soldi hanno deciso di tassare tutto il mondo per farsi i comodi loro.
      Dietro alla storia del Riscaldamento Globale Antropogenico e all’IPCC c’è un mare di soldi… un mare di interessi economici e di imposizioni politico-economiche volte esclusivamente alla sottomissione degli stati, al volere di tali personaggi.
      E questa, permettimi, non è scienza. È politica. È economia. È finanza. È guerra!

      La scienza dice tutt’altro.
      Dice che il 98% dell’energia che il sistema climatico riceve proviene dal Sole.
      Il resto, in parte deriva dalle attività geologiche del nostro pianeta, in parte dall’Effetto Serra.
      Non si possono stravolgere senza prove concrete tutte queste realtà.
      E la teoria del Riscaldamento Globale Antropogenico è sbagliata a priori… perché si basa su affermazioni sbagliate… continuamente smentite dalle ricerche.
      Quando si fa un modello matematico per la previsione del clima futuro, tale modello deve passare una importatissima prova pratica… ovvero ricostruire all’indietro il clima passato. Verificabile con i dati. E tutti, sottolinero TUTTI, i modelli matematici dell’IPCC non hanno MAI superato tale prova.
      A confermarlo c’è anche l’ESA che, se non erro, nell’ottobre del 2013, mise fine a tale diatriba considerando le ricerche dell’IPCC sbagliate nei metodi e nei risultati.

      Se fosse vero quel che dice la teoria del Riscaldamento Globale Antropogenico, non ci sarebbe differenza termica tra estate ed inverno, giorno e notte. Mentre sappiamo benissimo che tali differenze ci sono e sono semplicemente enormi.

      La realtà è che tra il 1300 e il 1850 faceva più freddo… di 1 o 2 gradi centigradi …rispetto all’anno 1000 circa.
      Ed ora, dopo quella fase fredda nota come Piccola Era Glaciale, siamo tornati alle temperature simili a quelle di 1000 anni fa.
      Non c’è nulla di cui scandalizzarsi. Nulla di cui preoccuparsi.

      Il clima terrestre ha sempre seguito dei cicli di decenni, secoli e millenni… e sempre continuerà a farlo.

      Se invece vogliamo parlare di inquinamento e della necessità di limitarlo, allora sono pienamente in accordo sulla necessità di ridurre l’impatto ambientale, a 360°, delle nostre attività antropiche. Ma con il clima, questo discorso, non ha nulla a che vedere!

      Bernardo

       
      • Alberto Rotondi

        …. quattro dementi col pallino dei soldi? Ma ti rendi conto di quello che stai dicendo? Io ti ho semplicemente invitato a leggere quello che dicono i fisici e gli astrofisici di Berkeley, che non trovano, nei dati, correlazione con l’attività solare nei termini detti da voi. Sto parlando di scienza. Questo è l’articolo con l’analisi finale

        http://scitechnol.com/new-estimate-of-the-average-earth-surface-land-temperature-spanning-to-1eCc.pdf

        e per favore, se volete controbattere, citate articoli scientifici pubblicati su riviste scientifiche, non improbabili blog di scienziati improvvisati. Così si fa solo confusione. Anche Scafetta, con un modello puramente statistico di correlazione,, senza nessuna spiegazione fisica, assegna ai fatti astronomici non più del 50% degli effetti come limite superiore.

         
        • Alberto…
          penso tu debba farti un lungo giro nei nostri articoli… speialmente quelli a firma di Enzo Ragusa.
          Troverai decine e decine di riferimenti a scienziati veri… che studiano il clima da sempre e che si dissociano palesemente e fortemente da ciò che viene pubblicato a favore del Riscaldamento Globale Antropogenico.
          Penso che non sia necessario andare oltre….

          …basta solo una dato: gli improbabili blog di scienziati improvvisati, nel lontano 2004, avevano previsto un ciclo 24 che nella migliore delle ipotesi potesse arrivare al 50% di quello che lo precedeva. Gli esperi scienziati, osannato da tutti come i migliori al mondo e sostenuti dalla Nasa, ne avevano previsto una forza esplosiva maggiore del ciclo 23.

          I fatti hanno dato ragione agli improvvisati scienziati che amano postare sui blog…

          Stesso discorso per quanto riguarda le previsioni su temperatura e meteo in generale…
          a Giugno il CNR prevedeva un’estate, per la nostra penisola, estremamente torrida e siccitosa.
          Noi, io nello specifico, sin dal settembre 2013, prevedavamo (sulla base degli studi e delle affermazioni degli improvvisati scienziati di cui sopra) una stagione fredda e piovosa.

          I fatti, ancora una volta, hanno dato ragione a noi!

          Se vuoi continuo…
          Penso comunque che prima di osannare il lavoro di questo o quel gruppo, bisognerebbe verificare se ciò che affermano sia giusto, coerente e condiviso da TUTTA la comunità scientifica internazionale. E non solo da chi si è palesemente schierato a favore del Riscaldamento Globale.

          In Fisica, ad esempio, uno dei massimi esperti del settore, nonché premio Nobel, si è dissociato… Non penso si voglia affermare che tale personaggio abbia perso la testa…

          Bernardo

           
          • Alberto Rotondi

            Qual è il premio nobel, massimo esperto del settore che si è dissociato?

             
            • Ivar Giaever, Nobel per la fisica nel ’73, ha rassegnato le sue dimissioni dalla American Physical Society in aperto contrasto con la logica “imposta” sul Riscaldamento Globale… che a suo dire… è, di fatto, insindacabile!

               
              • Alberto Rotondi

                ah, già un vecchio di 85 anni che non ha mai pubblicato niente sull’argomento. Questo sarebbe il capo delle scgiere di scienziati che pubblicano contro il GW?

                http://www.skepticalscience.com/ivar-giaever-nobel-physicist-climate-pseudoscientist.html

                 
                • Non c’è solo lui… ma evidentemente non ti interessa il dibattito se escludi a priori tutti quelli che la pensano diversamente per i motivi che citi (età e numero di pubblicazioni)

                   
                  • Alberto Rotondi

                    chiedo solo articoli scientifici seri sull’argomento che dimostrino che la attività solare guida il riscaldanebto. Intendo articoli pubblicati sulle riviste utilizzate dalla comunità scientifica internazionale, dove la scienza accumula il suo sapere. Io trovo solo articoli che dimostrano il contrario. Voi mi riempite di blog e di notizie giornalistiche ma non mi date nessun link ad articoli scientifici pubblicati su riviste accreditate. Ci sarà almeno un astrofisico che afferma quello che dite voi? O no?

                     
                    • Usare la testa e la logica no?

                      Se pensi che l’attività solare non regola affatto il clima, mi spieghi il perché delle variazioni cicliche di temperatura tra INVERNO ed ESTATE?

                      Oppure del perché esistono, in paleoclimatologia, i Periodi Interglaciali Caldi e i Periodi Interglaciali Freddi?
                      Perché esistono le Ere Glaciali e le Ere Interglaciali?

                      Perché di giorno è caldo e di notte è freddo?

                      Dai su… è ridicolo!

                       
                    • Alberto Rotondi

                      Chiedere qualche riferimento scientifico al RISCALDAMENTO e troppo, vero?

                       
                    • Non è troppo… ma in questo momento non li ho sottomano.
                      Come detto prima… leggiti i vari articoli di Enzo… riportano quasi sempre fonti autorevoli.

                       
                  • serena
                    • Assolutamente no Serena.
                      Se a scuola ti insegnano che 2+2 fa 4… e poi ad un certo punto ti dicono che fa 5… tu che fai? Ci rifletti su, vero? E magari gli propini la spiegazione che ti hanno insegnato a scuola… cercando di far valere le tue ragioni che in fin dei conti 2+2 fa sempre e solo 4!
                      Magari l’altro ti dice… si, forse… ma se non vuoi avere problemi con il lavoro… e magari ricevere più fondi… 2+2 fa 5.
                      E tu che fai? Accetti o continui a negare che possa fare 5, ben sapendo che cosi’ facendo perderesti il lavoro, la tua famiglia resterebbe senza una casa, dovrai anche abbandonare i tuoi amici e i tuoi cari per trasferirti dove non ti conosce nessuno e ricominciare da zero perché, magari, ormai nessuno più ti crederà e ti verranno chiuse in faccia tutte le porte?

                      Pensaci… e prova a chiederti perché uno scienziato premio nobel, docente di fisica e presidente di una delle più grandi associazioni scientifiche mondiale, si sia dimesso con sdegno per la questione global warming… sostenendo, in fondo, che di scientifico non ha nulla.

                      Pensaci… e magari prova a chiederti quanti di quegli scienziati che appoggiano insindacabilmente il Global Warming Antropogenico, che di scientifico non ha neanche le fondamenta, sappia fare 2+2!

                      Approposito… secondo te, 2+2, quanto fa?

                      Se volete dimostrare che il Global Warming Antropogenico è scientificamente corretto, dovete presentare lavori scientifici nei quali si spiega, minuziosamente, tutto l’intero processo. Non rigirare link ad articoli di Qui Quo Qua che copiano la Banda Bassotti capitanata da Al Gore (che non è uno scienziato ma un politico che ha maneggiato decine di migliaia di miliardi di dollari grazie all’AGW).

                      Altrimenti tornate a scuola e studiate la fisica di base!

                      Bernardo

                       
                    • serena

                      Ripeto: quasi tutti gli scienziati delle comunità internazionale appoggiano il riscaldamento globale, le emissioni carboniche antropogeniche stanno aumentando, e anche le temperature (negli ultimi 15 anni si è solo rallentato il processo di riscaldamento climatico ma non si è arrestato) così come i disastri ambientali provocati dal riscaldamento globale. Ma siccome voi negazionisti siete tali solo per difendere interessi religiosi o economici, quelli che portano avanti le loro idee non per amore della scienza ma per beceri interessi, perche sai, l’unica cosa che può rimetterci dall’accettare la crisi climatica sono capitalismo e mercato globale. E a guadagnarci sono le persone, tutte, a meno che nei prossimi trent’anni non si faccia nulla. forse neanche quando la temperatura supererà il punto critico accetterete la verità.

                       
                    • Serena…
                      Hai una confusione in testa che la metà basta e avanza. Mi piacerebbe sapere se hai verificato personalmente quanto riporti circa il riscaldamento globale e relative conseguenze… o se ti limiti a fare uno sterile copia-incolla.
                      Continui infatti a riportare pari pari tutte le informazioni che vengono fornite a chi viene pagato (e ne sono stati scoperti a decine anche in Italia) per fare DISINFORMAZIONE.
                      Addossare a noi la colpa di essere negazionisti per motivi economici è più che folle… oserei dire da persona isterica.
                      Non mi va di litigare e non mi va di perdere tempo con chi non sa fare 2+2 e si rifiuta categoricamente e spudoratamente di capire i concetti di base… anche quelli più elementari.
                      Pertanto ti invio a documentarti meglio… molto meglio… perché le cose stanno in tutt’altro modo.

                      Solo per accennare qualche punto importante:

                      1) con la scusa del Riscaldamento Globale Antropogenico è stato creato il mercato dei Certificati Verdi. Negli anni passati il volume d’affari che ruotava intorno a questo business, è stato di migliaia di miliardi di dollari. Tutto il business è stato gestito da società riconducibili ai vari “leader” che portavano avanti la lotta contro i cambiamenti climatici…. uno fra tutti Al Gore!

                      2) scientificamente non esiste alcuna relazione attendibile che stabilisce che la causa dell’aumento della temperatura del pianeta è dovuto all’aumento della CO2. Mentre esiste la relazione inversa… ovvero che l’aumento della CO2 è dovuto all’aumento della Temperatura. E questo viene dimostrato sia dalla paleoclimatologia, sia dagli eperimenti di laboratorio più recenti. Inoltre è scientificamente provato che la stragrande maggioranza (circa 98%) dell’energia che determina l’aumento della temperatura media nel sistema climatico terrestre, è dovuto all’attività solare e non ad attività antropiche… le quali, scientificamente, incidono per una frazione irrilevante in tale cambiamento (minore dello 0.1%).

                      3) scientificamente, i cambiamenti climatici verso il freddo, sono molto più devastanti di quelli verso il caldo.
                      Nel corso degli ultimi 5 milioni di anni, sul pianeta Terra sono state registrate decine di “estinzioni” di massa più o meno estese ed importanti. Tutte, nessuna esclusa, si sono verificate in occasione di consistenti raffreddamenti climatici. Le uniche eccezioni sono dovute all’impatto di meteoriti o comete che, comunque, hanno determinato cambiamenti climatici importanti anch’essi verso il raffreddamento.

                      4) la pseudo teoria del Riscaldamento Globale Antropogenico è basata su concetti SBAGLIATI e su MANIPOLAZIONI FORZATE delle temperature… Le ipotetiche conseguenze future di tali cambiamenti sono elaborate dall’IPCC, ente formato da CONSULENTI SCIENTIFICI (per lo più politici) e NON da scienziati. E l’IPCC ha usato MODELLI MATEMATICI per elaborare SCENARI e NON previsioni. Questo significa che l’attendibilità di tali SCENARI è tutt’altro che buona. Inoltre è stato confermato anche dall’ESA (Agenzia Spaziale Europea) che tali Modelli sono SBAGLIATI e NON CONSIDERANO decine di fattori di estrema importanza nel calcolo delle variazioni climatiche. Ad esempio nei modelli usati dall’IPCC non viene considerata affatto l’influenza delle CORRENTI OCEANICHE nel sistema climatico terrestre. Ovvero per loro il sistema climatico del pianeta Terra, dato un valore iniziale della relativa Temperatura media, può solo ed esclusivamente SCALDARSI. Qualunque variazione dei parametri iniziali considerati, porta SEMPRE e SOLO ad un aumento della temperatura media e MAI ad una diminuzione. E questo, a casa mia, non è un modello matematico valido!

                      Elenca pure gli scienziati che appoggiano il Riscaldamento Globale… ma ricordati che chi sta sbagliando non sono io… ma tu. E chi non ha la coscienza pulita non sono io, non siamo noi, ma voi che ve ne fregate altamente di usare la vostra TESTA per ragionare su temi cosi’ importanti.

                      Comunque dubito che a te interessi CAPIRE… altrimenti avresti letto l’enorme mole di articoli postati nelle nostre pagine che dimostrano l’inconsistenza del Riscaldamento Globale Antropogenico!

                      Sarà tuttavia il futuro a stabilire chi è il vincitore. Ma se dopo 15 anni di previsioni, i tuoi “mandanti” non ne hanno azzeccata una… inizio a dubitare che possano farlo in futuro.

                      Tra l’altro, convinta come sei della bontà delle stronzate che racconti, non ti rendi conto di come ti stiano prendendo per il culo…. Motivo?

                      Secondo l’IPCC e tutti gli scienziati che appoggiano in modo indiscriminato la teoria del Riscaldamento Globale Antropogenico….
                      …10 anni fa l’aumento della CO2 comportava l’aumento della temperatura.
                      …negli ultimi 2 anni circa, l’aumento della CO2 poteva comportare sia l’aumento che la diminuzione della temperatura del pianeta.
                      …negli ultimi mesi l’aumento della CO2 comporterà una diminuzione della temperatura.

                      Ovvero… 2+2 può fare 5, 4 o anche 3… a seconda dei casi!

                      È chiaro che non hanno la benché minima idea del perché avvengano i cambiamenti climatici. Per loro l’importante è condizionare la gente e distrarla con informazioni false e tendenziose.

                      Personalmente il discorso lo chiudo qui. Non mi va di perdere tempo con i Troll….