AUMENTO DELL’ATTIVITA’ SOLARE CON BRILLAMENTI E TEMPESTE GEOMAGNETICHE

E’ un periodo movimentato ed entusiasmante per chi segue l’attività solare da vicino in questi ultimi giorni! Finalmente il secondo massimo del ciclo 24 fa parlare di se, non per la sua bassa attività solare, con emisferi spotless e solar flux medio basso, ma questa volta fa parlare di se per la sua probabilmente più grande macchia di questo ciclo. Questa volta una macchia del ciclo 24 finisce diretta e di diritto negli archivi, la super regione attiva, la 2192, destinata a far parlare di se anche nei prossimi anni e decenni, proprio come lo fece e lo sta facendo la mitica 9393 nella fase discendente del ciclo 23, che completò 3 giri di stella e produsse un potentissimo flare di classe X20!. La AR 2192, figlia della fusione delle 2 AR 2172-2173, nella giornata di ieri ha ampliato la sua area a 2180 ppm, davvero una ragguardevole area, portando così lo spot count a 43, mentre veniva classificata come BGD (beta-gamma-delta) la massima espressione magnetica che può avere una macchia solare. La sua forza massimale espressa in Gauss è passata dai 2600 di ieri ai 2700 della giornata di oggi, quindi ci sono possibilità concrete che si possa ampliare ancora nella giornata di domani.

 

oct21_2014_disk

 

Nello specifico, nella giornata di ieri, l’attività solare è rimasta in subbuglio con ben 5 flare di classe M (3.9-4.5-1.4-1.7-1.2) e 10 flare di classe C esplosi sempre dalla grande regione attiva 2192. Inoltre questa regione che si trova nel quadrante di sud-est, sta ruotando verso il centro del disco solare.

Al contrario oggi invece giornata più tranquilla, in questo momento si registrano 5 flare di classe C sempre scaturiti dalla regione attiva 2192. 

 

Xray

 

La regione attiva 2192 resta in grado di produrre nei prossimi giorni grandi eruzioni solari, mentre tra un paio di giorni diverrà geoeffettiva con possibilità di espulsione di CME (Coronal Mass Ejections) fronte terra.

Nel frattempo la Terra continua ad essere sotto l’influenza del buco coronale con flusso ad alta velocità (CH HSS), che sta causando tempeste geomagnetiche alle alte latitudini.

L’indice Geomagnetico ha raggiunto il K 5 (G1Minor) alle ore 17:43 UTC di ieri.

Situazione attuale:

Solar Flux 185

Sunspot number 93

A index 26

K index 4

Solar wind 573.4

BZ -1.1

X ray C 1.5

 

*********************

Space Weather Message Code: SUM10R
Serial Number: 636
Issue Time: 2014 Oct 20 1627 UTC

SUMMARY: 10cm Radio Burst
Begin Time: 2014 Oct 20 1609 UTC
Maximum Time: 2014 Oct 20 1609 UTC
End Time: 2014 Oct 20 1610 UTC
Duration: 1 minutes
Peak Flux: 190 sfu

Latest Penticton Noon Flux: 173 sfu

Description: A 10cm radio burst indicates that the electromagnetic burst associated with a solar flare at the 10cm wavelength was double or greater than the initial 10cm radio background. This can be indicative of significant radio noise in association with a solar flare. This noise is generally short-lived but can cause interference for sensitive receivers including radar, GPS, and satellite communications.

Su info NOAA/SWPC

ENZO

ATTIVITA’ SOLARE

 

  • Siamo nel pieno di un cambiamento la natura il celo l universo stanno modificandosi una potente energia sta x arrivare a modificare il vecchio mondo solo noi che ci siamo sconnessi dal tutto non comprendiamo quello che si sta verificando e restiamo nel buio e nella paura gestita dai potenti di questo mondo. Ciao

     
  • ma l’emisfero nord comunque resta in spotless?

     
  • marco

    Il definitivo canto del cigno?

     
    • Potrebbe essere, anche se sarà un ciclo molto lungo!

       
  • .. il fatto curioso che l emisfero nord è quasi completamente spotless .. come se la scarsa attività magnetica residua, si concentrasse in poche macchie di grosse dimensioni .. questa ci spara contro qualcosa di grosso sicuro .. spero proprio di no !! ciao Enzo 🙂

     
  • per i “curiosi” ecco la classifica dei 50 solar flares piu potenti dei cicli 23 e 24! http://www.spaceweatherlive.com/en/solar-activity/top-50-solar-flares

     
  • quindi, l’attività solare è in aumento e il picco del massimo si sposta avanti nel tempo? e se questo flare dovesse colpire la terra potrebbe essere l’innesco di eventi traumatici come terremoti ed eruzioni?

     
    • No, il mese al momento non è pregiudicato, quindi il massimo rimane probabilmente ad aprile 2014! per quanto riguarda terremoti ed eruzioni e possibile. 😉 Enzo

       
  • è duvuto a qualche cosa in particolare questa improvvisa ripresa dell’attività con la produzione di questa macchia enorme o cosa? 🙂

     
    • c’è un bell’allineamento in opposizione tra terra e venere filippo e fino a pochi giorni fà eravamo allineati anche con mercurio. Comunque non bastano gli allineamenti, ci vuole anche una predisposizione del sole, se fossimo in un minimo se ne starebbe calmo comunque penso..

       
    • Si, diciamo che ci sono degli allineamenti, che amplificano l’attività solare, ma chiaramente siamo in un periodo di massimo! Anche se siamo molto lontano dalla potenza dei flare del ciclo 23! 😉 Enzo

       
    • Se immaginiamo un’amplificazione del +10% da parte degli allineamenti rispetto alla normale attività magnetica solare, un aumento del +10% di 1000 (ad esempio) è quantitativamente molto maggiore di un +10% di 400! (ad esempio).

      E siccome il ciclo 24 circa la metà del 23, come “potenza”, ne consegue che gli allineamenti provocano si un aumento dell’attività magnetica solare, ma questa resta comunque qualcosa di estremamente limitato e spesso privo di conseguenze reali!

      BM

       
    • ehehe e nonostante questa enome macchia oggi per esmpio non abbaimo fatto fin’ora nessun M flare… non era così scontato