Astronomia: rarissimo incontro ravvicinato tra la cometa Siding Spring e Marte

Il 19 ottobre avverrà un incontro ravvicinato rarissimo tra la cometa Siding SpringMarte: le sonde in orbita intorno al Pianeta Rosso dovranno “dribblare” la scia di detriti della cometa C/2013 A1, che domenica sera sfiorerà il Pianeta Rosso ad appena 139.500 km di distanza, meno della metà rispetto alla distanza Terra – Luna. I tecnici NASA e dell’Agenzia Spaziale Europea rimarranno col fiato sospeso per 20 lunghissimi minuti, per il pericolo di impatto con i detriti della scia della cometa. Le ultime stime parlano di un rischio leggermente più basso di quanto previsto in precedenza: rimane quindi alta l’attenzione ma si potrà godere appieno di questo appuntamento unico per raccogliere informazioni preziose sulle origini del nostro Sistema Solare. L’incontro di domenica rappresenta infatti un evento rarissimo, mai fino ad ora era stato possibile studiare così da vicino una cometa proveniente dalla nube di Oort, la ”culla” delle comete ai confini del Sistema Solare: si tratta di un’enorme regione sferica ricca di corpi celesti ghiacciati che sembrerebbero essere proprio i resti della formazione del nostro sistema planetario.

nasa-cometa-siding-spring

L’osservazione della Siding Spring consentirà di comprendere meglio, ad esempio, quali sostanze chimiche erano presenti 4,6 miliardi di anni fa durante la nascita del Sistema solare. Inoltre il passaggio ravvicinato sarà un’occasione per studiare meglio l’atmosfera del Pianeta Rosso attraverso le perturbazioni generate dalla cometa. Le informazioni saranno raccolte dalle sonde Mars Odissey, Mars Reconnaissance Orbiter e Maven, giunta a destinazione solo il mese scorso.

Il nucleo della cometa Siding Spring sfiorerà Marte domenica sera alle 20:27 ora italiana, ad una velocità di 56 km al secondo. L’allerta relativa al pericolo di impatto con i detriti della sua scia inizierà circa un’ora e mezza dopo e durerà circa 20 minuti. Per quel che riguarda i rover Opportunity e Curiosity, l’atmosfera marziana dovrebbe proteggerli.

 

Fonte Web: http://www.meteoweb.eu/2014/10/astronomia-rarissimo-incontro-ravvicinato-cometa-siding-spring-marte-video/336148/

 

  • l’anno scorso si paventava di un possibile impatto che avrebbe potuto rimbalzare detriti anche in direzione terra, meno male..

     
  • stupendo !