ARRIVATO PUNTUALE L’ALLARME DELLA PROTEZIONE CIVILE PER POSSIBILE DISSESTO IDROGEOLOGICO PER LIGURIA E PIEMONTE!

Dunque, è arrivata puntuale l’allerta della protezione civile per Piemonte e Liguria, ma che nei giorni successivi penso possa essere ampliata anche alla Lombardia, Toscana, nord-est, versante Tirrenico e sud Italia. Le anticipazioni dei modelli che ci avevano messo in allarme, quindi si sono confermate purtroppo in toto!

Consigliamo quindi di fare molta attenzione in special modo a chi staziona vicino a fiumi e corsi d’acqua.

2014-11-02_225037

 

Maltempo:allerta per temporali su Piemonte e Liguria
2 novembre 2014

L’ingresso sul Mediterraneo occidentale di una intensa perturbazione atlantica determinerà, a partire da domani, un graduale peggioramento sul nord-ovest italiano con precipitazioni, anche a carattere temporalesco e specie sulla Liguria, in notevole intensificazione dal pomeriggio-sera e nella successiva giornata di martedì. Seguirà una fase di marcato e persistente maltempo su buona parte del territorio nazionale.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso, quindi, un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

L’avviso prevede dal pomeriggio-sera di domani, lunedì 3 novembre, precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria e Piemonte.
I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani criticità arancione per rischio idrogeologico localizzato sulla Liguria. La criticità sarà invece gialla per rischio idrogeologico localizzato sul Piemonte centro-meridionale.

È utile ricordare che le valutazioni di criticità idrogeologica (su tre livelli: rossa, arancione e gialla) possono includere una serie di danni sul territorio, riportati sul sito del Dipartimento.

Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile , insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_com.wp?contentId=COM48888

ENZO

ATTIVITA’ SOLARE

 

  • Davide

    Gianni quoto in pieno,qui a Sassari abbiamo passato giugno,luglio e buona parte di agosto con cieli intasati di scie chimiche ogni giorno che pian piano durante il giorno velavano il cielo ,brutto tempo quasi sempre,da fine settembre ad oggi 3 novembre cieli limpidissimi con neanche una scia,giornate incantevoli e temperature altissime,siamo a maniche corte in giro e si va a pesca senza problemi,chi continua a non voler vedere vuol dire che e’ orbo oppure le fa comodo.

     
    • gianni

      si , qualcosa spruzzano , e non sono aerei civili , rimane il dubbio

       
  • Non mi disinformo su you tube… tranquillo…

     
  • Ancora sta storia…. allora le scie di condensa sono la conseguenza dell avvicinarsi di una perturbazione… non la causa….

     
    • informati su youtube , le scie ci sono anche prima di una settimana di tempo stabile , negli USA stanno facendo casino perche’ hanno capito che li avvelenano e in italia finalmente si sta muovendo qualcosa

       
  • scie chimiche hahahhaha hahahahhahahahhah

     
  • ieri qui a torino ho contato una trentina di scie chimiche nel cielo , vogliono provocare artificialmente le alluvioni ? io il dubbio ce lo , quei velivoli che le lasciano non sono aerei civili , qualcuno dice che sono droni , prego informarsi su internet sulle scie chimiche , qualcosa di strano ce

     
  • Speriamo bene. Allertare serve…ma serve anche mettere in sicurezza le zone piu a rischio…..

     
  • Ormai hanno imparato la lezione: meglio prevenire che curare!

     
  • piero

    Dato che dove abito c’è sempre stato un grande pericolo idrogeologico, nonostante non siamo tra le zone allertate, io un po di paura ce l’ho. Nel 1966 si parlò solo di Firenze ma da me sono stati spazzati via interi paesi.

     
  • LA PC PORTA JELLE

     
  • Ma dai?